• Non ci sono risultati.

Il lavoro svolto può essere quindi considerato valido e soddisfacente a tutti gli effetti per i risultati ottenuti per quanto riguarda la realizzazione del dispositivo per la modulazione di forma

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Il lavoro svolto può essere quindi considerato valido e soddisfacente a tutti gli effetti per i risultati ottenuti per quanto riguarda la realizzazione del dispositivo per la modulazione di forma"

Copied!
2
0
0

Testo completo

(1)

Capitolo 9 Conclusioni

83

Cap.9 Conclusioni

In questo lavoro di tesi è stato proposto un dispositivo per lo shape control per applicazioni in vari campi tecnologici. Il lavoro è stato svolto nei laboratori del Centro Interdipartimentale di Ricerca “E.Piaggio” della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa.

Il dispositivo studiato si basa sul principio fisico che è alla base del funzionamento di attuatori polimerici ad elastomeri dielettrici per consentire la modulazione di forma di superfici flessibili specifiche.

Lo studio sperimentale ha consentito il raggiungimento di un adeguato assetto del dispositivo e, alla luce delle nuove conoscenze ed esperienze acquisite in laboratorio, è possibile affermare che gli attuatori a polimeri elettroattivi interesseranno sicuramente numerose applicazioni in svariati ambiti, tra cui il campo biomedico.

Il lavoro svolto può essere quindi considerato valido e soddisfacente a tutti gli effetti per i risultati ottenuti per quanto riguarda la realizzazione del dispositivo per la modulazione di forma.

Dalla sperimentazione sono emerse importanti informazioni utili per la fabbricazione dell’attuatore, sono stati definiti i passi essenziali del lavoro e definiti i dati acquisiti dagli studi effettuati. Tanti aspetti ancora irrisolti, in parte riscontrati o proposti, possono costituire oggetto di studi futuri al fine di realizzare nuovi attuatori con caratteristiche superiori, a partire da ciò che è stato dimostrato.

E’ stato definito, al momento, che la configurazione più adatta ad una modulazione di forma, con tensioni applicate più basse, in grado di fornire le migliori deformazioni e la maggiore forza sviluppata, è quella di un attuatore su un supporto emisferico di diametro 11mm, altezza 3mm, sulle quali si attua una membrana polimerica al 40% di plastificante nella composizione, di 0,5mm di spessore, con dimensioni di elettrodo e vincolo di 30mm. Utilizzando tali attuatori si sono realizzate due configurazioni del sistema per la modulazione di forma, che hanno portato ad un primo passo verso la realizzazione del riflettore spaziale parabolico a convessità variabile.

Si spera che questo lavoro costituisca un punto di partenza per effettuare nuove esperienze e nuovi studi, necessari affinché gli attuatori ad estroflessione raggiungano ulteriori e importanti sviluppi e siano messe a punto nuove configurazioni in grado di realizzare in modo definitivo le modulazioni richieste per il riflettore spaziale. Potranno

(2)

Capitolo 9 Conclusioni

84

inoltre essere cercati nuovi ambiti di applicazione per un dispositivo per lo shape control. A tal proposito sarà essenziale conferire agli attuatori ad estroflessione, per mezzo di configurazioni innovative, caratteristiche di grande deformazione, grande forza di attuazione e velocità per realizzare le sfide già lanciate di applicazione proposte per questi materiali, anche in ambito biomedico, per la realizzazione di dispositivi di nuova tecnologia, in grado di portare, in un futuro non troppo lontano, a realizzare congegni che simulino il comportamento dei muscoli umani.

Riferimenti

Documenti correlati

Con la sentenza in esame la Corte di Cassazione ha espresso il principio secondo cui anche il lavoro intramurario prestato dal condannato nel corso della sua detenzione deve

Un vincolo è scabro quando è in grado di contrastare, entro certi limiti, una forza tendente a far compiere al punto spostamenti tangenti al vincolo.. In questo caso siamo in

Il sistema operativo, quando c’è bisogno di eseguire un nuovo servizio (e quindi di mandare in esecuzione un nuovo processo) decide di mandarlo in esecuzione sul processore che

coincidente con il pelo libero minimo che si ha sulla traversa, rasente all’apice della stessa; in questo modo trascuriamo la variazione del pelo libero

Menegatti, 2017, 155-157, osserva come la differenziazione del salario minimo legale per categorie potrebbe rivelarsi discriminatoria nei confronti di quei lavoratori più

I servizi di welfare, infatti, come gran parte dei settori dell’economia fondamentale, sono fortemente dipendenti dallo Stato che garantisce alle imprese private

Mediante questa procedura sono facilmente ottenibili forme chiuse in una o in tutte e due le direzioni (u,v) come mostrato in Figura 2-23. Figura 2-22 Esempio di

Si osserva una diminuzione del diametro medio del grano ferritico delle varianti ricche di vanadio rispetto all’acciaio di riferimento, ma l’affinamento ottenuto non giustifica