-LE DOMANDE- (QUESTIONS)

Download (0)

Full text

(1)

Visitaci su:

http://englishclass.altervista.org/

-LE DOMANDE-

(QUESTIONS)

Abbiamo già avuto modo di parlare riguardo come rendere interrogativa una frase affermativa.

Se il verbo della frase è un verbo ausiliario/modale, la negazione viene espressa invertendo il verbo con il soggetto.

In tutti gli altri casi, la negazione viene espressa aggiungendo un “do/does/did”

prima del soggetto.

PRONOMI INTERROGATIVI:

Spesso una domanda viene introdotta da un pronome interrogativo (chi, che cosa, quanto), il quale a sua volta può essere preceduto o no da una preposizione semplice.

Esistono varie casistiche.

Chi ha scritto questo libro?

Che cosa viene dopo il “dieci”?

Il pronome interrogativo è SOGGETTO della frase.

Chi hai udito?

Che cosa hai visto?

Il pronome interrogativo è COMPLEMENTO OGGETTO della frase.

A chi hai parlato?

Di cosa stai parlando?

Il pronome interrogativo è UN COMPLEMENTO INDIRETTO della frase (uno di termine, l’altro di argomento).

Come si vede dall’esempio, i pronomi interrogativi in italiano hanno la stessa forma sia come soggetto che come complemento (diretto o indiretto) della frase.

Inoltre il pronome interrogativo è sempre posto all’inizio della frase. (Nel caso di complemento indiretto, sono preceduti però da una preposizione semplice).

Anche in inglese i pronomi interrogativi hanno la stessa forma sia come soggetto che come complemento e vanno sempre posti all’inizio della frase.

ITALIANO INGLESE

CHI? WHO?

CHE COSA/COSA/CHE? WHAT/WHICH?

QUANTO HOW MUCH?

(2)

(Una considerazione a parte va fatta invece per l'espressione “di chi”, che in inglese si traduce con un pronome apposta: “WHOSE”).

Esiste però una piccola differenza nella costruzione della frase interrogativa inglese a seconda del ruolo che il pronome interrogativo svolge in essa. Vediamo quale.

PRIMO CASO:

Chi ha scritto questo libro?

Che cosa viene dopo il dieci?

Il pronome interrogativo è SOGGETTO della frase.

Quando il pronome interrogativo è soggetto della frase, la frase interrogativa ha la stessa forma di una frase affermativa (e cioè gli ausiliari do/does/did non si usano).

ITALIANO INGLESE

Chi ha scritto questo libro Who wrote this book?

Che cosa viene dopo il “dieci”? What comes after “ten”?

Questo a meno che la frase non sia negativa: in quel caso “do not/does not/did not” sono necessari per fare la negazione.

SECONDO CASO:

Chi hai udito?

Che cosa hai visto?

Il pronome interrogativo è COMPLEMENTO OGGETTO della frase.

Quando il pronome interrogativo è complemento oggetto della frase, la frase interrogativa si forma normalmente (con gli ausiliari do/does/did).

ITALIANO INGLESE

Chi hai udito? Who did you hear?

Che cosa hai visto? What did you see?

TERZO CASO:

A chi hai parlato?

Di cosa stai parlando?

Il pronome interrogativo è UN COMPLEMENTO INDIRETTO della frase (uno di termine, l’altro di argomento).

Quando il pronome interrogativo è complemento indiretto della frase, la frase interrogativa si forma normalmente (con gli ausiliari do/does/did).

Però, la preposizione che precede il pronome in italiano viene messa in inglese al fondo della frase, perché il pronome è considerato più importante.*

ITALIANO INGLESE

A chi hai parlato? Who did you talk to?

Di cosa stai parlando? What are you talking about?

(3)

P.S. Nell’inglese più formale la preposizione può talvolta essere inserita prima del pronome interrogativo. Ma di solito la preposizione viene posta alla fine della domanda.

Queste stesse considerazioni valgono anche quando si utilizza il pronome/aggettivo “whose”.

Questo pronome/aggettivo viene utilizzato solitamente con il verbo “essere”.

Di chi sono questi libri?→ Whose are these books?/Whose books are these?

Di chi è questo libro? → Whose is this book?/Whose book is this?

Le regole precedentemente esposte valgono anche per “how much”, che però viene utilizzato quasi esclusivamente in frasi del tipo:

Quanto costa questa roba? How much is this stuff?

*Quando invece il pronome preceduto dalla preposizione si trova a costituire da solo una frase interrogativa, sono possibili due costruzioni: pronome prima e preposizione dopo (più usata) oppure preposizione prima e pronome dopo.

Ti voglio parlare.

DOMANDA: Di che cosa? → What about? About what?

AGGETTIVI INTERROGATIVI:

Al posto di un pronome interrogativo (chi, che cosa/quanto), si può spesso utilizzare un aggettivo interrogativo (quale/i, quanto/i), che come il pronome può accompagnare (non sostituire, altrimenti sarebbe un pronome) il soggetto, il complemento oggetto o un complemento indiretto della frase.

In quest’ultimo caso esso è preceduto da una preposizione semplice, proprio come il pronome.

In italiano questi aggettivi hanno la stessa forma sia come soggetto che come complemento (diretto o indiretto) della frase, proprio come i pronomi.

E sempre come i pronomi, gli aggettivi interrogativi sono sempre posti all’inizio della frase. (Nel caso di complemento indiretto, sono preceduti però da una preposizione semplice).

Anche in inglese gli aggettivi interrogativi hanno la stessa forma sia come soggetto che come complemento, e vanno sempre posti all’inizio della frase.

ITALIANO INGLESE

QUALE/I? (cosa o persona) WHAT/WHICH? (cosa o persona)

QUANTO/I? HOW/HOW MUCH/HOW MANY?

Quando la frase interrogativa inizia con un aggettivo interrogativo, la costruzione della frase è esattamente la stessa che abbiamo visto per i pronomi.

1) Quando l’aggettivo interrogativo accompagna il soggetto della frase, la frase interrogativa ha la stessa forma di una frase affermativa (e cioè gli ausiliari do/does/did non si usano).

(4)

ITALIANO INGLESE

Quale autore ha scritto questo libro What author wrote this book?

Quale numero viene dopo il “dieci”? What number comes after “ten”?

2) Quando l’aggettivo interrogativo accompagna il complemento oggetto della frase, la frase interrogativa si forma normalmente (con gli ausiliari do/does/did).

ITALIANO INGLESE

Quale persona hai udito? What person did you hear?

Quale oggetto hai visto? What object (item) did you see?

3) Quando l’aggettivo interrogativo accompagna il complemento indiretto della frase, la frase interrogativa si forma normalmente (con gli ausiliari do/does/did).

Però, la preposizione che precede il pronome in italiano viene messa in inglese al fondo della frase.

ITALIANO INGLESE

A quale persona hai parlato? What person did you talk to?

Di quale argomento stai parlando? What topic you talking about?

Le regole precedentemente esposte valgono anche per gli aggettivi “how/how much/how many”.

WHAT-WHICH:

La differenza tra “what” e “which” (pronomi o aggettivi interrogativi) è stata trattata nel fascicolo specifico sui pronomi interrogativi.

AVVERBI INTERROGATIVI:

Oltre che con pronomi o aggettivi interrogativi, una domanda può essere introdotta anche da un avverbio interrogativo (dove, quando, come, perchè), il quale a sua volta può essere preceduto dalla preposizione semplice “da”.

In inglese gli avverbi interrogativi sono:

ITALIANO INGLESE

DOVE? WHERE?

QUANDO? WHEN?

COME? HOW?

PERCHE’? WHY?

Le frasi che cominciano con un avverbio interrogativo vengono tradotte normalmente (con gli ausiliari do/does/did).

Davanti a “where” la preposizione “da” è tradotta: FROM.

Davanti a “when” la preposizione “da” è tradotta: SINCE.

La preposizione “da” che precede l’avverbio “dove” in italiano viene messa in inglese al fondo della frase.

(5)

Where do you come from?

La preposizione “da” che precede l’avverbio “quando” in italiano lo precede anche in inglese.

Since when have you been playing guitar?

WH- QUESTION:

Si sarà notato come in inglese la maggior parte dei pronomi, aggettivi e avverbi interrogativi comincia con le lettere “wh”.

Una domanda che inizia con “wh” viene chiamata in inglese “wh-question”.

In inglese le “wh-question” utilizzano di preferenza, al passato, il past tense al posto del present perfect.

Utilizzare il verbo al “present perfect” per queste frasi non è un errore gravissimo, ma è comunque usato raramente.

Cosa hai visto? → What did you see? (non: what have you seen?)

Utilizziamo il present perfect quando l’azione avvenuta nel passato ha ripercussioni anche sul presente.

Utilizziamo il past tense quando l’azione avvenuta nel passato è perfettamente conclusa.

You’re crying. What have you done?

What did you do on that occasion?

Visitaci su:

http://englishclass.altervista.org/

Figure

Updating...

References

Related subjects :