STORIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA CLASSE I (Cfr. Indicazioni nazionali 2012).

22  Download (0)

Full text

(1)

Curricolo  di    Storia,  Geografia,  Cittadinanza   Scuola  secondaria  di  primo  grado    

Classe  prima  

STORIA   OBIETTIVI  Formativi  –  

competenze  trasversali  di   cittadinanza  

OBIETTIVI  DI  APPRENDIMENTO  PER  LA  CLASSE    I   (Cfr.  Indicazioni  nazionali  2012).  

 

OBIETTIVI  MINIMI  (per   la  fascia  di  livello  più   bassa)  

CONTENUTI    

! Avviarsi   alla   maturazione   psico-­‐intellettuale,  secondo  le   proprie  caratteristiche.  

! Saper   esprimere   le   proprie   idee,   identificandosi   con   i   problemi   e   rendendosi   disponibili   ad   impegnarsi   per   la  loro  risoluzione.  

! Essere  tolleranti  e  collaborare   con   gli   altri;   saper   spiegare   sempre   i   motivi   del   proprio   dissenso  

! .   Acquisire   modi   di   essere   adeguati  al  buon  inserimento   nella   nostra   società   e   nell’ambito  culturale.  

! .  Impegnarsi  anche  nelle  cose   che  meno  piacciono.  

! Comprendere   i   valori   della   vita,   diventando   cittadini   più   consapevoli   e   consumatori   più  accorti.  

! Avvicinarsi   al   bello   e   alla   cultura,   affinando   la   propria   sensibilità,   anche   come   gratificazione  personale    

Uso  delle  fonti  

• Conoscere   fonti   di   tipo   diverso   (documentarie,   narrative,   iconografiche,   narrative,   materiali,   orali,  digitali  etc…)  per  produrre  conoscenze  su   temi  definiti.  

 

Organizzazione  delle  informazioni      

Acquisire   un   metodo   per   selezionare   e   organizzare  le  informazioni  con  mappe,  schemi,   tabelle,   grafici   e   risorse   digitali,   con   l’aiuto   dell’insegnante.  

 

Acquisire   un   metodo   per   costruire   grafici   e   mappe   spaziotemporali,   per   organizzare   le   conoscenze  studiate    

collocare  la  storia  locale  in  relazione  alla  storia   italiana,   europea,   mondiale,   guidati   dall’insegnante.  

 

Strumenti  concettuali  

conoscere   aspetti   e   strutture   dei   momenti   storici  italiani,  europei  e  mondiali  studiati.  

conoscere  il  patrimonio  culturale  collegato  con   i  temi  studiati.  

Iniziare   ad   usare   le   conoscenze   apprese   per   comprendere   problemi   ecologici,   interculturali   e  di  convivenza  civile.  

 

obiettivi   minimi   per   alunni  in  difficoltà:  

 

-­‐  Saper  riferire  nei  tratti   salienti  i  più  importanti   eventi   storici   studiati,   anche   attraverso   l’uso   di   mappe   e   schemi   (anche  digitali).  

-­‐   Saper   collocare   un   evento   storico,   se   pur   approssimativamente,   nello   spazio   e   nel   tempo  

-­‐   Saper   cogliere   di   un   evento   le   cause   e   le  

conseguenze   più  

importanti  

-­‐   Guidati,   saper  

comprendere   i  

fondamentali  

cambiamenti   avvenuti   nel  tempo  nella  società   civile      

-­‐   Accostarsi   alla   realtà   della  storia  locale   -­‐   Saper   usare   una   terminologia   storica   di   base  

Per   quanto   riguarda   i  

contenuti   del  

programma   si   ricorda   che,   per   la   classe   prima,     è   previsto   lo   studio   della   storia   medioevale.  

Qui   vengono   riportati   gli   argomenti   generali;  

ogni   insegnante,   poi,   farà   riferimento   al   testo  in  adozione.    

 

•   Cos’è   la   storia   (Gli   strumenti   dello   storico,   La   linea   del   tempo,   Le   epoche   storiche,   Le   domande   della  storia)  

•   Anteprima:   le   civiltà  del  Mediterraneo   prima  di  Roma  

•   La   caduta  

dell'Impero  romano  

•   La  formazione  di   nuovi   regni   (il   mondo   romano-­‐germanico,   il  

mondo   romano-­‐

bizantino,   il   mondo  

(2)

Produzione    

• Acquisire   un   metodo   per   produrre   testi,   utilizzando  conoscenze,  selezionate  

-­‐  Guidati,  saper  usare  le   fonti   per   ricavare   le   informazioni  essenziali    

romano-­‐islamico)  

•   L'alba   del   Medioevo   (il   Sacro   Romano   impero,   la   civiltà   feudale,   le   seconde  invasioni)  

•   L'Europa   dopo   il   mille    

•   La  civiltà  urbana   e  i  comuni  

•   La   Crisi   delle   istituzioni  medioevali    

 

Metodologia    

- Lettura  selettiva  di  informazioni  riconducendola  agli  aspetti  organizzativi  individuati,  allo  spazio  e  al  tempo.  

- Formulazione  di  ipotesi  rispetto  a  un  problema  dato  sulla  base  di  informazioni  fornite  dal  testo  e  successiva  verifica  sul  medesimo.  

- Analisi  di  un  paragrafo  di  storia,  a  partire  da  domande  pertinenti  sotto  la  guida  dell’insegnante.  

- Utilizzo  di  mappe  concettuali,  schemi,  grafici,  tabelle(anche  digitali).  

- Sintesi  per  punti  chiave.  

- Visone  di  filmati    

- Uso  della  LIM  (ove  possibile).  

Sarà  utilizzato  il  manuale  in  adozione  e  altro  materiale  didattico  ricavato  da  altri  testi  o  in  rete.  

 

Le  verifiche  del  grado  di  apprendimento  saranno  orali  e  scritte.  

(3)

 

CITTADINANZA  ATTIVA   COMPETENZE  

CHIAVE  

DI  CITTADINANZA   (Raccomandazioni  del   Parlamento  europeo   e  del  Consiglio  del  18   dicembre  2006)  

COMPETENZE   TRASVERSALI   SPECIFICHE  PER  LA   SCUOLA  SECONDARIA  

Situazioni  di  compito  (Dal   Documento  d’Indirizzo  del   4  marzo  2009)  

COMPETENZE   SPECIFICHE   DISCIPLINARI  

CONTENUTI  

1.Comunicazione   nella  madrelingua   2.  Comunicazione   nelle  lingue  straniere   3.  competenza   matematica  e   competenze  di  base   in  scienza  e  

tecnologia   4.  competenza   digitale  

5.  imparare  e  ad   imparare.  

6.  consapevolezza  ed   espressione  culturale.  

 

L’alunno/a:  

-­‐esercita  il  pensiero   critico,  divergente  e   creativo.  

-­‐Accetta,  rispetta,  aiuta   gli  

altri  e  i  “diversi  da  sé”,   comprendendo  le  ragioni   dei  diversi  

comportamenti.  

-­‐Svolge  compiti  per   lavorare  insieme  agli   altri.  

-­‐Condivide  il   regolamento   di  classe,  i  patti,  i   contratti.  

     

Dignità  umana:  

-­‐riconoscersi  come  persona,  

cittadino  (italiano  ed  europeo),  alla   luce  della  Dichiarazione  universale   dei  diritti  dell’uomo,  del  dettato   costituzionale  e  delle  leggi  

nazionali,  della  normativa  europea;  

Identità  e  appartenenza:  

-­‐riconoscere  e  rispettare  in   situazioni  consone  i  simboli     dell'identità  nazionale  ed  europea   e  delle  identità  regionali  e  locali;  

Alterità  e  relazione:  

-­‐conoscere  e  rispettare  la   funzione  delle  regole  e  delle   norme,  nonché  il  valore  giuridico   dei  divieti;    

-­‐conoscere  lo  Statuto  delle   studentesse  e  degli  studenti  e   tenerne  conto  nel  comportamento     Partecipazione:  

essere  consapevoli  delle  

caratteristiche  del  territorio  in  cui   si  vive  e  degli  organi  che  lo  

governano,  ai  diversi   livelli  di  organizzazione  

 

-­‐Affronta   l’esperienza   scolastica  con   senso  di  

responsabilità  e   rispetta  il   regolamento   d’Istituto.  

-­‐Rispetta  le   principali   norme  relative   alla  tutela   dell’ambiente,   della  salute,  della     sicurezza.  

-­‐La  funzione  delle  norme  e   delle  regole.  

-­‐Le  forme  di  governo    

-­‐Accenni  sulla  Costituzione  e  i  suoi   principi.  

 

-­‐  Essenziali  distinzioni  concettuali  tra   Repubblica,  Stato,  Regione,  Provincia,   Città  metropolitana,  Comune.  

-­‐  I  diritti  e  i  doveri:  La  Carta  dei  Diritti   dei  Bambini  

(4)

sociale  e  politica;  

   

       

(5)

GEOGRAFIA    

OBIETTIVI   DI   APPRENDIMENTO   AL   TERMINE  

DELLA  CLASSE  II  (indicazioni  nazionali  2012)   OBIETTIVI  MINIMI  (per  la  fascia  di  livello  

più  bassa)   CONTENUTI  

Orientamento    

• Acquisire  un  metodo  per  orientarsi  sulle  carte  e   orientare  le  carte  in  base  ai  punti  cardinali.  

 

• Iniziare   ad   orientarsi   nelle   realtà   territoriali   europee,   anche   mediante   l’uso   di   programmi   multimediali  di  visualizzazione  dall’alto  

 

Linguaggio  della  geo-­‐graficità    

• Leggere   e   interpretare   vari   tipi   di   carte   geografiche   utilizzando   consapevolmente   punti   cardinali,   scale   e   coordinate   geografiche,   simbologia  

 

• Acquisire   un   metodo   per   utilizzare   strumenti   tradizionali   (carte,   grafici,   immagini,   dati   statistici)  per  comprendere  e  comunicare  fatti  e   fenomeni  territoriali  

  Paesaggio    

• Confrontare  alcuni  caratteri  dei  paesaggi  italiani   ed  europei,  ove  possibile  anche  in  relazione  alla   loro  evoluzione  nel  tempo.  

 

• Conoscere   i   principali   temi   e   problemi   di   tutela   del   paesaggio   come   patrimonio   naturale   e   culturale   e   progettare   alcune   azioni   di   valorizzazione  

• Guidati,   saper   riconoscere   gli   aspetti   salienti   degli   ambienti   e   dei   paesaggi   considerati  

• Guidati,  saper  descrivere  una  semplice   realtà   geografica   mediante   l’osservazione  diretta  o  indiretta  

• Sapersi   orientare   nello   spazio   circostante  

• Saper   osservare   immagini   da   cui   ricavare   semplici   informazioni,   riconoscendo,   guidati,   i   principali   elementi  fisici  ed  umani  

• Guidati,   saper   leggere   e   ricavare   le   principali   informazioni   da   semplici   tabelle  e  grafici  

• Saper   distinguere   le   componenti   fisiche   da   quelle   antropiche   di   un   paesaggio  

• Saper   cogliere   le   principali   cause   e   le  

più   evidenti   conseguenze  

dell’intervento   dell’uomo   sul   paesaggio  

• Acquisire   una   terminologia   geografica   di  base  

 

 

Prove  d’ingresso.    

Ripasso  della  terminologia  minima.  

 

Gli  strumenti      

Il  territorio      

Il  clima      

Gli  europei    

Gli  insediamenti     Il  lavoro  e  le  risorse    

La  protezione  della  natura   Paesaggi  ed  uso  delle  risorse  

Come  studiamo  le  aree  regionali/l’  Italia   settentrionale  

(6)

 

Regione  e  sistema  territoriale    

• Consolidare   il   concetto   di   regione   geografica   (fisica,   climatica,   storica,   economica)   applicandolo  all’Italia  e  all’Europa  

 

• Guidati,   analizzare   in   termini   di   spazio   le   interrelazioni   tra   fatti   e   fenomeni   demografici,   sociali   ed   economici   di   portata   nazionale   ed   europea  

     

METODOLOGIA    

- Lezioni  frontali  dialogate;  

- Sintesi  per  punti  chiave;  

- Schematizzazione  delle  informazioni  fornite  dal  testo;  

- Analisi  di  grafici;  

- Lettura  di  fotografie;  

- Utilizzo  dell’atlante  e  di  carte  tematiche:  

- Utilizzo  di  cartine  geografiche  mute.  

- Uso  della  LIM  

Sarà  utilizzato  il  manuale  in  adozione.  

 

Le  verifiche  saranno  orali  e  scritte.  

           

   

(7)

Classe  seconda    

STORIA   OBIETTIVI  Formativi  –  competenze  

trasversali  di  cittadinanza   OBIETTIVI  DI  APPRENDIMENTO  PER  LA  CLASSE    II  (Cfr.  

Indicazioni  nazionali  2012).  

 

OBIETTIVI  MINIMI  (per  la   fascia  di  livello  più  bassa)  

! Avviarsi   alla   maturazione   psico-­‐

intellettuale,   secondo   le   proprie   caratteristiche.  

! Saper   esprimere   le   proprie   idee,   identificandosi   con   i   problemi   e   rendendosi   disponibili   ad   impegnarsi   per  la  loro  risoluzione.  

! Essere   tolleranti   e   collaborare   con   gli   altri;  saper  spiegare  sempre  i  motivi  del   proprio  dissenso  

! .   Acquisire   modi   di   essere   adeguati   al   buon  inserimento  nella  nostra  società  e   nell’ambito  culturale.  

! .  Impegnarsi  anche  nelle  cose  che  meno   piacciono.  

! Comprendere   i   valori   della   vita,   diventando   cittadini   più   consapevoli   e   consumatori  più  accorti.  

! Avvicinarsi   al   bello   e   alla   cultura,   affinando   la   propria   sensibilità,   anche   come  gratificazione  personale  

 

Uso  delle  fonti  

• Iniziare   ad   usare   fonti   di   tipo   diverso   (documentarie,   narrative,   iconografiche,   narrative,   materiali,   orali,   digitali   etc…)  per  produrre  conoscenze  su  temi  definiti.  

• Conoscere   alcune   prime   procedure   e   tecniche   di   lavoro   nei   siti  archeologici,  nelle  biblioteche,  e  negli  archivi.  

Organizzazione  delle  informazioni    

Selezionare  e  organizzare  le  informazioni  con  mappe,  schemi,   tabelle,  grafici  e  risorse  digitali,  con  l’aiuto  dell’insegnante.  

 

costruire   grafici   e   mappe   spaziotemporali,per   organizzare   le   conoscenze  studiate  

 

collocare   la   storia   locale   in   relazione   alla   storia   italiana,europea,  mondiale,  guidati  dall’insegnante.  

Strumenti  concettuali  

- conoscere   aspetti   e   strutture   dei   momenti   storici   italiani,   europei  e  mondiali  studiati.  

- conoscere  il  patrimonio  culturale  collegato  con  i  temi  studiati.  

- usare   le   conoscenze   apprese   per   comprendere   problemi   ecologici,  interculturali  e  di  convivenza  civile.  

 

Produzione  

produrre  testi,  utilizzando  conoscenze,  selezionate  

obiettivi   minimi   per   alunni   in   difficoltà:  

 

-­‐   Saper   riferire   nei   tratti   salienti   i   più   importanti   eventi   storici   studiati,   anche   attraverso   l’uso   di   mappe   e   schemi  (anche  digitali).  

-­‐   Saper   collocare   un   evento  

storico,   se   pur  

approssimativamente,   nello   spazio  e  nel  tempo  

-­‐  Saper  cogliere  di  un  evento  le   cause   e   le   conseguenze   più   importanti  

-­‐  Guidati,  saper  comprendere  i   fondamentali   cambiamenti   avvenuti   nel   tempo   nella   società  civile      

-­‐   Accostarsi   alla   realtà   della   storia  locale  

-­‐  Saper  usare  una  terminologia   storica  di  base  

-­‐   Guidati,   saper   usare   le   fonti   per   ricavare   le   informazioni   essenziali  

   

 

(8)

CONTENUTI:  

Per  quanto  riguarda  i  contenuti  del  programma  si  ricorda  che,  per  la  classe  seconda,  è  previsto  lo  studio  della  storia  moderna.  

Qui  vengono  riportati  gli  argomenti  generali;  ogni  insegnante,  poi,  farà  riferimento  al  testo  in  adozione.    

 

Gli  argomenti  affrontarti  nel  corso  dell'anno  scolastico  saranno:  

 

Umanesimo  e  Rinascimento  

Le  scoperte  geografiche  

Riforma  e  Controriforma  

Le  guerre  di  religione  

Il  Seicento  in  Europa  e  in  Italia  (assolutismo  e  rivoluzioni)  

Il  Settecento  tra  riforme  e  rivoluzioni  

Le  grandi  rivoluzioni    

Napoleone.    

   

Metodologia  

• Lettura  selettiva  di  informazioni  riconducendola  agli  aspetti  organizzativi  individuati,  allo  spazio  e  al  tempo.  

• Formulazione  di  ipotesi  rispetto  a  un  problema  dato  sulla  base  di  informazioni  fornite  dal  testo  e  successiva  verifica  sul  medesimo.  

• Analisi  di  un  paragrafo  di  storia,  a  partire  da  domande  pertinenti  sotto  la  guida  dell’insegnante.  

• Utilizzo  di  mappe  concettuali,  schemi,  grafici,  tabelle(anche  digitali).  

• Sintesi  per  punti  chiave.  

• Visone  di  filmati    

• Uso  della  LIM  (ove  possibile).  

Sarà  utilizzato  il  manuale  in  adozione  e  altro  materiale  didattico  ricavato  da  altri  testi  o  in  rete.  

 

Le  verifiche  del  grado  di  apprendimento  saranno  orali  e  scritte.  

(9)

 

CITTADINANZA  ATTIVA   COMPETENZE  

CHIAVE  

DI  CITTADINANZA   (Raccomandazioni  del   Parlamento  europeo   e  del  Consiglio  del  18   dicembre  2006)  

COMPETENZE   TRASVERSALI   SPECIFICHE  PER  LA   SCUOLA  SECONDARIA  

Situazioni  di  compito  (Dal   Documento  d’Indirizzo  del   4  marzo  2009)  

COMPETENZE   SPECIFICHE   DISCIPLINARI  

CONTENUTI  

1.Comunicazione   nella  madrelingua   2.  Comunicazione   nelle  lingue  straniere   3.  competenza   matematica  e   competenze  di  base   in  scienza  e  

tecnologia   4.  competenza   digitale  

5.  imparare  e  ad   imparare.  

6.  consapevolezza  ed   espressione  culturale.  

 

L’alunno/a:  

-­‐esercita  il  pensiero   critico,  divergente  e   creativo.  

-­‐Accetta,  rispetta,  aiuta   gli  

altri  e  i  “diversi  da  sé”,   comprendendo  le  ragioni   dei  diversi  

comportamenti.  

-­‐Svolge  compiti  per   lavorare  insieme  agli   altri.  

-­‐Condivide  il   regolamento   di  classe,  i  patti,  i   contratti.  

     

Dignità  umana:  

-­‐riconoscersi  come  persona,  

cittadino  (italiano  ed  europeo),  alla   luce  della  Dichiarazione  universale   dei  diritti  dell’uomo,del  dettato   costituzionale  e  delle  leggi  

nazionali,  della  normativa  europea;  

Identità  e  appartenenza:  

-­‐riconoscere  e  rispettare  in   situazioni  consone  i  simboli     dell'identità  nazionale  ed  europea   e  delle  identità  regionali  e  locali;  

Alterità  e  relazione:  

-­‐conoscere  e  rispettare  la   funzione  delle  regole  e  delle   norme,  nonché  il  valore  giuridico   dei  divieti;    

-­‐conoscere  lo  Statuto  delle   studentesse  e  degli  studenti  e   tenerne  conto  nel  comportamento     Partecipazione:  

essere  consapevoli  delle  

caratteristiche  del  territorio  in  cui   si  vive  e  degli  organi  che  lo  

governano,  ai  diversi   livelli  di  organizzazione  

 

-­‐Affronta   l’esperienza   scolastica  con   senso  di  

responsabilità  e   rispetta  il   regolamento   d’Istituto.  

-­‐Rispetta  le   principali   norme  relative   alla  tutela   dell’ambiente,   della  salute,  della     sicurezza.  

Star  bene  con  se  stessi  e  con  gli  altri    

Per  costruire  una  società  migliore    

 

 Per  la  mia  identità  di  cittadino    

   

(10)

sociale  e  politica;  

   

       

(11)

GEOGRAFIA    

OBIETTIVI   DI   APPRENDIMENTO   AL   TERMINE  

DELLA  CLASSE  II  (indicazioni  nazionali  2012)   OBIETTIVI   MINIMI   PER   ALUNNI   IN  

DIFFICOLA’   CONTENUTI  

Orientamento    

• Orientarsi  sulle  carte  e  orientare  le  carte  in  base   ai  punti  cardinali.  

 

• Orientarsi  nelle  realtà  territoriali  europee,  anche   mediante   l’uso   di   programmi   multimediali   di   visualizzazione  dall’alto  

 

Linguaggio  della  geo-­‐graficità    

• Leggere   e   interpretare   vari   tipi   di   carte   geografiche   utilizzando   consapevolmente   punti   cardinali,   scale   e   coordinate   geografiche,   simbologia  

 

• Utilizzare   strumenti   tradizionali   (carte,   grafici,   immagini,   dati   statistici)   per   comprendere   e   comunicare  fatti  e  fenomeni  territoriali  

 

• Iniziare   ad   usare   strumenti   innovativi   (telerilevamento   e   cartografia   computerizzata)   per   leggere   e   comunicare   fatti   e   fenomeni   territoriali.    

 

Paesaggio    

• Interpretare   e   confrontare   alcuni   caratteri   dei   paesaggi  italiani  ed  europei,  ove  possibile  anche   in  relazione  alla  loro  evoluzione  nel  tempo.  

 

- Guidati,   saper   riconoscere   gli   aspetti   salienti   degli   ambienti   e   dei   paesaggi   considerati  

- Guidati,   saper   descrivere   una   semplice  

realtà   geografica   mediante  

l’osservazione  diretta  o  indiretta  

- Sapersi   orientare   nello   spazio   circostante  

- Saper   osservare   immagini   da   cui   ricavare   semplici   informazioni,   riconoscendo,   guidati,   i   principali   elementi  fisici  ed  umani  

- Guidati,   saper   leggere   e   ricavare   le   principali   informazioni   da   semplici   tabelle  e  grafici  

- Saper  distinguere  le  componenti  fisiche   da  quelle  antropiche  di  un  paesaggio   - Saper   cogliere   le   principali   cause   e   le  

più   evidenti   conseguenze  

dell’intervento  dell’uomo  sul  paesaggio   - Acquisire   una   terminologia   geografica  

di  base    

I  nuovi  confini  dell'Europa    

 

Le  macro  regioni  europee    

 

Gli  Stati  d'Europa    

   

(12)

• Conoscere   i   principali   temi   e   problemi   di   tutela   del   paesaggio   come   patrimonio   naturale   e   culturale   e   progettare   alcune   azioni   di   valorizzazione  

 

Regione  e  sistema  territoriale    

• Consolidare   il   concetto   di   regione   geografica   (fisica,   climatica,   storica,   economica)   applicandolo  all’Italia  e  all’Europa  

 

• Analizzare   in   termini   di   spazio   le   interrelazioni   tra   fatti   e   fenomeni   demografici,   sociali   ed   economici  di  portata  nazionale  ed  europea    

• Utilizzare   con   l’aiuto   dell’insegnante   modelli   interpretativi   di   assetti   territoriali   dei   principali   paesi   europei   anche   in   relazione   alla   loro   evoluzione  storico-­‐politico-­‐  economica  

·∙  

 

METODOLOGIA  

- Lezioni  frontali  dialogate;  

- Sintesi  per  punti  chiave;  

- Schematizzazione  delle  informazioni  fornite  dal  testo;  

- Analisi  di  grafici;  

- Lettura  di  fotografie;  

- Utilizzo  dell’atlante  e  di  carte  tematiche:  

- Utilizzo  di  cartine  geografiche  mute.  

- Uso  della  LIM  

Sarà  utilizzato  il  manuale  in  adozione.  

Le  verifiche  saranno  orali  e  scritte.  

 

(13)

Classe  terza    

STORIA     TRAGUARDI  PER  LO  

SVILUPPO  DELLE   COMPETENZE  

! L’alunno  si  informa  in   modo  autonomo  su  fatti  e   problemi  storici  anche   mediante  l’uso  di  risorse   digitali.    

! Produce  informazioni   storiche  con  fonti  di  vario   genere  –  anche  digitali  –  e   le  sa  organizzare  in  testi.    

! Comprende  testi  storici  e  li   sa  rielaborare  con  un   personale  metodo  di   studio,    

! Espone  oralmente  e  con   scritture  –  anche  digitali  –   le  conoscenze  storiche   acquisite  operando   collegamenti  e  

argomentando  le  proprie   riflessioni.    

! Usa  le  conoscenze  e  le   abilità  per  orientarsi  nella   complessità  del  presente,   comprende  opinioni  e   culture  diverse,  capisce  i   problemi  fondamentali  del   mondo  contemporaneo.    

! Comprende  aspetti,  

 

COMPETENZE   DISCIPLINARI  

 

OBIETTIVI   SPECIFICI  DI   APPRENDIMENTO  

CONTENUTI  e  ATTIVITA      

Uso  delle  fonti   • Conoscere  alcune  procedure  e   tecniche  di  lavoro  nei  siti  archeologici,   nelle  biblioteche  e  negli  archivi.  

• Usare  fonti  di  diverso  tipo   (documentarie,  iconografiche,  

narrative,  materiali,  orali,  digitali,  ecc.)   per  produrre  conoscenze  su  temi   definiti.  

 

• R

accordo  con  il  programma  di   seconda.  Recupero  dei  concetti  di   base.  

• Il  Risorgimento;  L’Europa  e  l’Italia   di  fine  ‘800:  lo  sviluppo  

industriale  

• L’età  dell’imperialismo  (la   spartizione  del  mondo  tra  le   grandi  potenze;  l’Italia  e  la   questione  sociale).  

• La  prima  guerra  mondiale  

• Tra  democrazia  e  totalitarismo   (rivoluzione  bolscevica,  il   fascismo  e  nazismo  al  potere)  

• La  seconda  guerra  mondiale  

• Dal  1945  al  1989:  la  guerra  

fredda,  il  dopo  guerra  in  Italia  e  in   Europa  e  la  ricostruzione.    La  fine   del  colonialismo    

• Il  mondo  attuale.  

            Organizzazione   delle  

informazioni    

• Formulare  semplici  ipotesi  sulla  base   di  documenti  e  fonti  storiografiche  

• Esprimere  le  conoscenze  acquisite  sia   oralmente  che  per  iscritto  usando  una   terminologia  specifica  

• Utilizzare   autonomamente   il   testo   e   gli   strumenti   di   ricerca   (enciclopedie,   video,  CD,  Internet…)  

• Selezionare   e   organizzare   le   informazioni   con   mappe,   schemi,   tabelle,  grafici  e  risorse  digitali.  

• Costruire   grafici   e   mappe   spazio-­‐

temporali,   per   organizzare   le   conoscenze  studiate.  

• Collocare  la  storia  locale  in  relazione   con   la   storia   italiana,   europea,   mondiale.  

(14)

processi  e  avvenimenti   fondamentali  della  storia   italiana  dalle  forme  di   insediamento  e  di  potere   medievali  alla  formazione   dello  stato  unitario  fino   alla  nascita  della   Repubblica,  anche  con   possibilità  di  aperture  e   confronti  con  il  mondo   antico.    

! Conosce  aspetti  e  processi   fondamentali  della  storia   europea  medievale,   moderna  e  

contemporanea,  anche   con  possibilità  di  aperture   e  confronti  con  il  mondo   antico.  

! Conosce  aspetti  e  processi   fondamentali  della  storia   mondiale,  dalla  

civilizzazione  neolitica  alla   rivoluzione  industriale,   alla  globalizzazione.    

! Conosce  aspetti  e  processi   essenziali  della  storia  del   suo  ambiente.    

! Conosce  aspetti  del   patrimonio  culturale,   italiano  e  dell’umanità  

• Formulare   e   verificare   ipotesi   sulla   base  delle  informazioni  prodotte  e  delle   conoscenze  elaborate.  

   

Strumenti  concettuali     • conoscere  e  analizzare  le  norme  che   regolano  la  vita  nella  società  

• comprendere  ed  acquisire  i  concetti   di  cooperazione  e  collaborazione   internazionale  

• Comprendere   aspetti   e   strutture   dei   processi   storici   italiani,   europei   e   mondiali.  

• Conoscere   il   patrimonio   culturale   collegato  con  i  temi  affrontati.  Usare  le   conoscenze   apprese   per   comprendere   problemi   ecologici,   interculturali   e   di   convivenza  civile  

(15)

e  li  sa  mettere  in   relazione  con  i   fenomeni  storici   studiati.  

Produzione  scritta  e  orale  

  • Produrre   testi,   utilizzando  

conoscenze   selezionate   da   fonti   di   informazione   diverse,   manualistiche   e   non,  cartacee  e  digitali  

• Argomentare   su   conoscenze   e   concetti   appresi   usando   il   linguaggio   specifico  della  disciplina.  

MINIMI   Uso  delle  fonti    

   

MINIMI    

! Usare  fonti  di  diverso  tipo   (documentarie,  iconografiche,   narrative,  materiali,  orali,  digitali,   ecc.)  

Organizzazione   delle   informazioni  

     

! ricorda   e   riconosce   gli   elementi   essenziali  degli  argomenti  studiati    

! colloca   un   evento   storico   nel   suo   contesto  

! sa   stabilire   semplici   relazioni   di   causa/effetto  e  interazione  tra  eventi   o  fenomeni  

! confronta   avvenimenti   e   periodi   in   base  a  schemi    

Strumenti  concettuali     ! riconosce   i   ritmi   del   tempo   storico   (breve-­‐medio-­‐lungo  

! coglie  le  caratteristiche  significative  d   i  un'epoca    

! conosce  le  istituzioni  politiche  e   sociali  presenti  nelle  varie  epoche    

! conosce  le  principali  norme  chesono   alla  base  del  vivere  civile  della   Costituzione,  i  principi  

dell'organizzazione  dello  Stato   italiano  e  degli  organismi   internazionali  

(16)

  Produzione  scritta  e  orale   ! ricava  informazioni  dall'esame  di  un     testo  

! riconosce  ed  usa  la  terminologia   specifica    

   

     

CITTADINANZA  E  COSTITUZIONE   Finalità  (dalle  Indicazioni  

Nazionali  2012)  

OBIETTIVI  GENERALI   FORMATIVI    

 

NUCLEI  TEMATICI  -­‐  CONTENUTI   ATTIVITA’  

 

Costruzione  del  senso  di   legalità  e  sviluppo  di  un’etica   della  responsabilità  

Scegliere  e  agire  in  modo   consapevole    

Impegno  a  elaborare  idee  e  a   promuovere  azioni  finalizzate   al  miglioramento  continuo  del   proprio  contesto  di  vita,  a   partire  dalla  vita  quotidiana  a   scuola  e  dal  personale  

coinvolgimento  in  routine   consuetudinarie  (pulizia  e   buon  uso  dei  luoghi,  cura  del   giardino  o  del  cortile,  custodia   dei  sussidi,  documentazione,   le  prime  forme  di  

-­‐ Acquisire   esperienze   di   vita   sociale,   formative   e   civile.  

-­‐ “Orientarsi”   in   modo   responsabile   per   inserirsi   nella  società.  

-­‐ Acquisire   comportamenti   educati  e  responsabili.  

-­‐ Sviluppare  la  cultura  della   storia  e  della  legalità   -­‐ Guidare  alla  custodia  della  

memoria  storica  per  saper   intervenire   efficacemente   nelle   problematiche   presenti    

-­‐ Imparare   a   condividere   i   valori   dell’impegno   civile,   della   giustizia,   della   non   violenza     e   della   solidarietà  

Dalla  coscienza  di  sé  all’accettazione   degli  altri  

• Conoscenza  delle  varie  epoche   storiche  come  riferimenti  di   caratterizzazioni  etiche  e  civili  con   particolare  attenzione  allo  sviluppo   della  democrazia  e  delle  carte   costituzionali  

• Interiorizzazione  delle  problematiche   sociali  e  civili  attraverso  lo  studio  e   l’analisi  di  momenti  storici  significativi   (Illuminismo,  Riv.  Industriale,  

americana,  francese,  genesi  e  forme  del   Risorgimento,  Unità  d’Italia,  

Costituzione  e  formazione  della   Repubblica  italiana,  Unione  europea,   organismi  internazionali  a  salvaguardia   dei  principi  della  società  civile)  

• Ruolo  del  cittadino  nel  contesto  

L’educazione   alla   cittadinanza   viene   promossa   attraverso   esperienze   significative   che   consentano   di   apprendere  il  concreto  prendersi  cura  di   se  stessi,  degli  altri  e  dell’ambiente  e  che   favoriscano   forme   di   cooperazione   e   di   solidarietà  

 

-­‐ Celebrazione   delle   ricorrenze   civili   più  significative  della  storia  nazionale   e   internazionale   (   4   novembre,   25   aprile,   2   giugno…;   giornate   “della   memoria”   e   “dei   diritti”,   settimana   della  solidarietà…)  

-­‐ incontri  con  esperti    e  con  testimoni   -­‐ visione   di   documenti   cartacei   e  

(17)

partecipazione  alle  decisioni   comuni,  piccole  riparazioni,   organizzazione  del  lavoro   comune,  ecc.)  

Prima   conoscenza   della   Costituzione   della   Repubblica   italiana   (diritti   inviolabili   di   ogni   essere   umano   (articolo   2),   riconoscimento   della   pari   dignità   sociale   (articolo   3),   dovere  di  contribuire  in  modo   concreto  alla  qualità  della  vita   della   società   (articolo   4),   libertà  di  religione  (articolo  8),   varie   forme   di   libertà   (articoli   13-­‐21).    

Organizzazione   della   nostra   società   (articoli   35-­‐54)   e   delle   nostre   istituzioni   politiche  (articoli  55-­‐96).    

 

  politico  –  sociale    

• Formazione  del  cittadino  solidale  e   teso  alla  collaborazione  

• Maschile  e  femminile  a  confronto:  le   pari  opportunità  

 

audiovisivi  

-­‐ utilizzo   di   strumenti   multimediali   e   on  line  

-­‐ visita  a  mostre  e  a  luoghi  significativi     -­‐ viaggi   di   istruzione   in   Italia   e/o  

all’estero  presso  sedi  istituzionali   -­‐ Letture  a  tema  

 

Importanti  problematiche  da  trattare  nel  corso  dell’anno  in  collegamento  con  Antologia  e  Geografia:  il  Razzismo  e  l’intolleranza,  i  grandi   mutamenti  del  mondo  attuale,  il  problema  del  Medioriente,  progresso  economico  e  paesi  sottosviluppati,  la  globalizzazione,  prospettive  verso   il  Terzo  Millennio,  il  problema  ambientale.  

METODI  E  STRUMENTI:  

 

  Le  spiegazioni  dovranno  stimolare  l’interesse  dei  ragazzi  e  ogni  volta  ci  agganceremo  ai  fatti  precedenti  per  non  far  perdere  il  filo  storico  e   consequenziale  dei  fatti  e  dei  concetti.  Saranno  fatti  confronti  con  l’attualità,  saranno  raccontati  aneddoti  o  promosse  letture  per  invogliare  allo  

(18)

studio  e  all’approfondimento.  Il  libro  di  testo  sarà  letto  e  spiegato,  a  volte  sfrondato  e  sintetizzato.  Sistematica  sarà  la  costruzione  in  classe  e  a   casa  di  mappe  concettuali  e  daremo  appunti  e  schemi  riassuntivi  o  esplicativi.  

  Utilizzeremo  l’aula  di  informatica  e  la  biblioteca  scolastica  per  ricerche,  approfondimenti,  visioni  di  cd  interattivi,  utilizzo  di  software  per  la   costruzione  di  mappe  mentali  e  concettuali.    Secondo  le  possibilità,  potremo  vedere  film  di  argomento  attinente  e  comunque  il  riferimento  anche   alla  filmografia  sarà  costante,  per  assecondare  ed  indirizzare  al  meglio  gli  interessi  dei  ragazzi.  Si  approfondirà  con  discussioni,  lavori  di  gruppo    e   ricerche.  In  classe  e  per  casa  si  effettueranno  questionari  scritti,  ma  per  la  valutazione  quest’anno,  in  vista  del  colloquio  d’esame,  i  ragazzi  saranno   soprattutto  interrogati  o  comunque  stimolati  ad  esprimersi  ed  esporre  con  sufficiente  chiarezza  e  proprietà  i  fatti  studiati.  

   

(19)

 

GEOGRAFIA   TRAGUARDI  PER  LO  SVILUPPO  

DELLE  COMPETENZE   Obiettivi  di  apprendimento    

  OBIETTIVI  SPECIFICI  DI  APPRENDIMENTO   CONTENUTI  E  ATTIVITA’  

-­‐ Lo   studente   si   orienta   nello   spazio  e  sulle  carte  di  diversa   scala   in   base   ai   punti   cardinali   e   alle   coordinate   geografiche;  sa  orientare  una   carta   geografica   a   grande   scala  facendo  ricorso  a  punti   di  riferimento  fissi.    

-­‐ Utilizza   opportunamente   carte   geografiche,   fotografie   attuali   e   d’epoca,   immagini  

da   telerilevamento,  

elaborazioni   digitali,   grafici,   dati   statistici,   sistemi   informativi   geografici   per   comunicare   efficacemente   informazioni  spaziali.    

-­‐ Riconosce   nei   paesaggi   europei   e   mondiali,   raffrontandoli  in  particolare  a   quelli   italiani,   gli   elementi   fisici   significativi   e   le  

emergenze   storiche,  

artistiche   e   architettoniche,   come   patrimonio   naturale   e   culturale   da   tutelare   e   valorizzare.  

-­‐ Osserva,  legge  e  analizza   sistemi  territoriali  vicini  e   lontani,  nello  spazio  e  nel   tempo  e  valuta  gli  effetti  di  

Orientamento  

! Orientarsi  sulle  carte  e  orientare  le   carte  a  grande  scala  in  base  ai  punti   cardinali  (anche  con  l’utilizzo  della   bussola)  e  a  punti  di  riferimento   fissi.  

! Orientarsi  nelle  realtà  territoriali   lontane,  anche  attraverso  l’utilizzo   dei  programmi  multimediali  di   visualizzazione  dall’alto.  

 

Linguaggio  della  geo-­‐graficità    

! Leggere  e  interpretare  vari  tipi  di   carte  geografiche  (da  quella   topografica  al  planisfero),   utilizzando  scale  di  riduzione,   coordinate  geografiche  e   simbologia.  

! Utilizzare  strumenti  tradizionali   (carte,  grafici,  dati  statistici,   immagini,  ecc.)  e  innovativi   (telerilevamento  e  cartografia   computerizzata)  per  comprendere  e   comunicare  fatti  e  fenomeni  

territoriali.  

-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐  

Paesaggio  

! Interpretare  e  confrontare  alcuni   caratteri  dei  paesaggi  italiani,   europei  e  mondiali,  anche  in   relazione  alla  loro  evoluzione  nel  

 

• leggere  le  carte  geografiche  

• rappresentare  fenomeni  con  metodi   cartografici  

• leggere  dati  statistici  e  grafici  

• raccogliere  dati  e  informazioni    

• Saper  leggere  e  consultare  testi   geografici  

• acquisire  ed  utilizzare  un  linguaggio   geografico  

• osservare  e  descrivere  un  fenomeno   geografico  con  termini  specifici   adeguati  

• rispondere   alle   domande  

dell'insegnante   usando   i   nuovi   termini  appresi    

 

MINIMI:  

• riconoscere  e  usare  i  termini  specifici  e,   guidato,  ricava  le  principali  informazioni   dall'esame  di  un  testo  

• individuare  gli  elementi  caratteristici   dei  paesaggi  extraeuropei,  li  colloca   nello  spazio  geografico  e  li  sa  riferire   in  modo  semplice.  

• leggere  se  guidato  carte  geografiche,   tabelle  e  grafici  

• Geografia  fisica  dei   continenti:      territorio,   rilievo,  idrografia,  coste;  

orogenesi  

• Stagioni  e  fusi  orari  

• Climi  e  quadri   ambientali    

• Lingue,  culture,   religioni  

• Studio  dei  continenti    e   di   alcuni   stati   esemplificativi  

• Diverse  

rappresentazioni  della   terra;  mappamondi  e   planisferi  

• Le  proiezioni   cartografiche    (  

• grafici,  tabelle,  

istogrammi,  areogrammi  

• Coordinate  geografiche  

• Metodo  di  studio  

• Nord  e  Sud  del  mondo:  

paesi  ricchi  e  poveri;  

aspetto  demografico,   economia  e  

globalizzazione,   prospettive  

(20)

azioni  dell’uomo  sui  sistemi   territoriali  alle  diverse  scale   geografiche.  

tempo.  

! Conoscere  temi  e  problemi  di  tutela   del  paesaggio  come  patrimonio   naturale  e  culturale  e  progettare   azioni  di  valorizzazione.  

 

-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐  

Regione  e  sistema  territoriale  

! Consolidare  il  concetto  di  regione   geografica  (fisica,  climatica,  storica,   economica)  applicandolo  all’Italia,   all’Europa  e  agli  altri  continenti.  

! Analizzare  in  termini  di  spazio  le   interrelazioni  tra  fatti  e  fenomeni   demografici,  sociali  ed  economici  di   portata  nazionale,  europea  e   mondiale.    

! Utilizzare  modelli  interpretativi  di   assetti  territoriali  dei  principali   Paesi  europei  e  degli  altri  

continenti,  anche  in  relazione  alla   loro  evoluzione  storico-­‐politico-­‐

economica.  

   

-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐  

 

• Conoscere  i  principali  fenomeni   relativi  alla  geografia  fisica  dei   paesaggi  extraeuropei  

• analizzare  un  ambiente  nelle  sue   componenti  fisiche  e  in  quelle   umane  

MINIMI:  

• individuare  gli  elementi   caratteristici  dei  paesaggi   extraeuropei,  li  colloca  nello   spazio  geografico  e  li  sa  riferire  in   modo  semplice.  

-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐-­‐  

 

• comprendere  che  l’uomo   organizza  e  modifica  il  territorio   in  base  a  criteri  relazionali,  ideali,   economici  e  sociali  

• cogliere  le  modificazioni   dell’ambiente  determinate   dall’uomo  

MINIMI:  

• riconoscere  le  relazioni  tra   fenomeni  geografici  utilizzando   schemi  di  interpretazione    

 

(21)

METODI  E  STRUMENTI:  

 

  Cercheremo  di  stimolare  il  senso  critico  e  lo  spirito    d’osservazione  e  di  riflessione  degli  alunni  attraverso  le  spiegazioni,  con  agganci   continui  alla  Storia  e  riferimenti  interdisciplinari,  con  l’analisi  delle  immagini  e  rapportandoci  alla  concreta  esperienza  e  all’attualità.  Il  concetto  di   spazio  sarà  approfondito  attraverso  il  confronto  di  distanze    e  aree  geografiche.    

Saranno  effettuate  letture  ed  interpretazioni  di  carte  tematiche  e  grafici  .  Saranno  usati  quadernone,  eserciziario,  atlante,  dati  statistici,  Lim,  video   e  filmati…  Si  faranno  questionari  scritti  di  ripasso  o  sintesi  e  si  effettueranno  interrogazioni  orali  per  stimolare  l’uso  di  un  linguaggio  sempre  più   appropriato.    

Si  valuteranno  anche  le  esposizioni,  gli  interventi  personali,  la  curiosità  e  la  buona  volontà  dimostrate,  la  cura  del  quadernone  e  ogni  spunto  che   denoti  riflessione  e  un  certo  grado  di  attenzione  matura  e  critica  verso  i  fatti  trattati.  Verrà  utilizzata  più  spesso  possibile  la  multimedialità  per  le   ricerche  e  gli  approfondimenti  sui  vari  paesi  del  mondo  via  internet.  

 

Verifica  e  valutazione    

¡   Prove  di  ingresso  e  accertamento  

¡   Verifiche  orali  e  scritte:  questionari,  compiti,  interrogazioni,  prove  oggettive…  

¡   Osservazioni  sistematiche  sul  livello  di  apprendimento  dell’alunno,  dei  suoi  progressi  cognitivi  ed  educativi  riferiti  alla  situazione  di   partenza  

¡   Controllo  dei  compiti  a  casa    

Elementi  di  osservazione  saranno:  

la  capacità  di  esprimersi  con  i  linguaggi  verbali  e  non  verbali;  la  conoscenza  degli  argomenti;  le  capacità  logiche,  di  analisi  e  sintesi;  le  capacità   organizzative,  pratiche  e  manuali;  il  metodo  di  lavoro,  la  diligenza,  l’ordine,  l’impegno,  l’attenzione,  la  partecipazione;  i  progressi  sul  piano  della   maturazione  della  persona.  

(22)

     

Figure

Updating...

References

Related subjects :