• Non ci sono risultati.

LA PLACENTAPeso: circa 500 grammi

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "LA PLACENTAPeso: circa 500 grammi"

Copied!
22
0
0

Testo completo

(1)

LA PLACENTA

Peso: circa 500 grammi

Diametro: circa 20 cm

Spessore: circa 3 cm

(2)

Villi primari (2° settimana)

(3)

Villi secondari (2° settimana)

Cavità corionica

(4)

Villi terziari (3° settimana)

(5)

VILLO

TERZIARIO

VILLO A

TERMINE (6°mese)

(6)

LA PLACENTA

4 settimane

10 settimane

20 settimane

(7)

LA PLACENTA

Faccia fetale Faccia materna

cotiledoni

(8)

Il sangue materno viene ricambiato 3-4 volte al minuto

LA PLACENTA

(9)

FUNZIONI DELLA PLACENTA

(10)
(11)

LA DECIDUA

5 sett

20 sett

12 sett

(12)

4 settimane

10 settimane

20 settimane

L’Amnios

(13)

IL LIQUIDO AMNIOTICO 1 litro (a termine)

Produzione:

Cellule amniotiche, diffusione dal sangue materno, urina fetale

Ricambio:

È ingerito dal feto e assorbito dalle vie respiratorie e digerenti, e passa nel sangue

OLIGOIDRAMNIOS: mancata formazione dei reni

POLIDRAMNIOS: anomalie del sistema nervoso o intestinali

(14)

IL LIQUIDO AMNIOTICO

COMPOSIZIONE:

90% acqua, elettroliti, proteine, grassi

secreti e cellule fetali

(15)

IL LIQUIDO AMNIOTICO: funzioni

(16)

4 sett

10 sett

20 sett

IL CORDONE OMBELICALE

(17)

IL CORDONE OMBELICALE

(18)

I GEMELLI

(19)

I GEMELLI DIZIGOTICI

(20)

I GEMELLI MONOZIGOTICI

(21)
(22)

I GEMELLI

Riferimenti

Documenti correlati

● Se sintomi persistenti da più giorni o mancata risposta a terapia o presenza di condizioni di rischio → vedi FASE 2 (“VISITA DEL PAZIENTE FEBBRILE E/O CON SINTOMI RESPIRATORI IN

I difetti di tenuta tra il bordo del facciale ed il viso dell’utilizzatore sono ritenuti i maggiori responsabili della presenza all’interno del facciale stesso di aria ambiente

Dose: generica misura della radiazione assorbita in un periodo di tempo Dose rate: dose per unita’ di tempo. La radiazione nella materia si

[r]

Ed inoltre, come evidenziato dal medesimo Dicastero, l’uso di DPI per le vie respiratorie conformi alla norma europea armonizzata UNI EN 149:2009 è da ritenersi idoneo anche

In realtà l’ analisi dei dati rivela che nella maggior parte dei casi i medici non conside- rano le aspettative dei genitori per l’ uso di antibiotici, ma, cor- rettamente,

CARTAGINE (AFRICA) PALERMO,CAGLIARI (ITALIA)

I primi sono i veri e propri batteri amici della flora intestinale, i secondi, come l’Inulina e i GOS, rappresentano il “cibo” dei batteri, che così possono moltiplicarsi più