• Non ci sono risultati.

Si possono quindi ricavare le moli di FeCr2O4 (MM mol MM m n

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Si possono quindi ricavare le moli di FeCr2O4 (MM mol MM m n"

Copied!
2
0
0

Testo completo

(1)

www.pianetachimica.it

43 IChO - Soluzioni preliminari dei Problemi Preparatori Problema 6 Ferrochrome

a) Sapendo che la massa totale del minerale è di 2,1 tonnellate e sapendo che la percentuale di

4 2O

FeCr è 72% si può ricavare la massa totale di FeCr2O4: tons

tons

m=2.1 ⋅0.72=1.512 (ovvero 1512000 g).

Si possono quindi ricavare le moli di FeCr2O4 (MM = 223,85):

mol MM

m

n= / =6754.5

Dal trattamento subìto dal minerale si deduce che per ogni mole di FeCr2O4 che si tratta si ottengono un numero di moli di Cr esattamente doppio (sono riportate solo le specie contenenti cromo):

Cr O

Cr O

Cr Na CrO

Na O

FeCr 8 4 4 8

4 2 42 42 2 72 3

Per cui trattando 6754.5 mol di FeCr2O4 si ottengono 13509 mol di Cr metallico, equivalenti a una massa m (MM = 52):

g MM

n

m= ⋅ =702470 (ovvero 0.702 tons)

b) e c) Analizziamo la prima porzione da 50 mL: il bicromato in opportune condizioni di pH è convertito in cromato il quale, in eccesso di BaCl , viene fatto precipitare quantitativamente: 2

42

2 7

2O 2CrO

Cr

+ BaClBaCrO + Cl

CrO 2 2 4

2 42 2 4

Sapendo che la massa del precipitato è pari a 5.82 g e che la MM diBaCrO è 253.33 g/mol si 4 possono ricavare le moli del precipitato:

mol MM

m

n= / =0.02297

Come mostrato nelle equazioni chimiche, per ogni mole di Cr2O72 reagita son state prodotte 2 mol di BaCrO , per cui le moli di 4 Cr2O72 sono la metà di quelle di BaCrO : 4

mol mol

n=0.5⋅0.02297 =0.01149

Analizziamo la seconda porzione da 50 mL: essa richiede per la titolazione di 43.5 mL di una soluzione 1.60 M di ioni ferrosi, ovvero di un numero di moli di ioni ferrosi

mol V

M

n= ⋅ =0.0696 Le equazioni redox bilanciate risultano essere:

O H Fe

Mn H

Fe

MnO4 +5 2+ +8 +2+ +5 3+ +4 2 O H Fe

Cr H

Fe O

Cr2 72 +6 2+ +14 + →2 3+ +6 3+ +7 2

Si nota come per ogni mole di MnO hanno reagito 5 moli di 4 Fe2+, mentre per ogni mole di

2 7 2O

Cr hanno reagito 6 moli di Fe2+. Per cui sia:

x = moli di Cr2O72 y = moli di MnO z = moli di 4 Fe2+ allora vale l’equazione:

x y z=5 +6

Dalla prima analisi risulta che x = 0.01149 mol, mentre z = 0.0696 mol; è possibile ricavare y:

y = 0.000132 mol

Se x e y sono riferite a 50 mL di soluzione allora x’ e y’ sono riferite a 100 mL di soluzione (ovvero in 5 g del campione iniziale):

x’ = 2 x y’ = 2 y

Si può ricavare le moli di Cr metallico e Mn metallico presenti nel campione sapendo che ogni mole di Cr2O72 contiene 2 moli di Cr, mentre ogni mole di MnO contiene una mole di Mn: 4

n (Cr) = 2 x’ = 2 ∙ 2 ∙ 0.01149 mol = 0.04596 mol

(2)

www.pianetachimica.it

43 IChO - Soluzioni preliminari dei Problemi Preparatori

n (Mn) = y’ = 2 ∙ 0.000132 mol = 0.000264 mol Le masse corrispondenti sono :

m (Cr) = nMM =2.39g, con MM = 52 g/mol m (Mn) = nMM =0.0145g, con MM = 54.94 g/mol

A questo punto dividendo le masse per la massa complessiva del campione (5g) si ottengono le rispettive percentuali in peso:

% (Cr) 100 47.8%

5 39 .

2 ⋅ =

= g g

% (Mn) 100 0.29%

5 0145 .

0 ⋅ =

= g

g

Soluzione proposta da Valerio Fasano

ex allievo dell' ITIS "Luigi Dell' Erba" di Castellana Grotte

Riferimenti

Documenti correlati

La base può variare anche con passo 50

Grazie al suo concetto flessibile di comando - possibilità di programmazione orientata all'officina utilizzando il dialogo con testo in chiaro HEIDENHAIN o la programmazione esterna

Ciò nonostante, le specifiche possono variare senza preavviso e non possiamo garantire che le informazioni corren disponibilità di ogni prodotto mostrato siano aggiornate, complete

Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Corso di Algebra Lineare e Geometria.. Paladino Foglio di

Per rendere nucleofilo lo ione fluoruro e per poterlo avere in soluzione con il reattivo A, si deve usare il reattivo X, questo è un etere corona che sequestra lo ione potassio

Se l’ambiente circostante è alla temperatura di 300 K, ed assumendo che tutte le superfici siano nere, qual è la potenza termica dissipata per radiazione dalla

Costante essendo il genio del Cotugno nel ripu- tar più degne di se quelle ricerche ove, o più diffi- coltà ofirivansi a dileguare , o pur nuove indagini a fare , eccolo a rendere

La scheda di controllo GRGB è fissata dietro il pannello grafico sul primo modulo LED della serie ed è collegata ad esso tramite il cavo pia�o per il segnale digitale