• Non ci sono risultati.

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. NOSTRO - L. REPACI VILLA SAN GIOVANNI RC Via Garibaldi, Villa San Giovanni (RC) - Cod. Mecc.

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. NOSTRO - L. REPACI VILLA SAN GIOVANNI RC Via Garibaldi, Villa San Giovanni (RC) - Cod. Mecc."

Copied!
65
0
0

Testo completo

(1)

ISTITUTO D’ISTRUZIONE SUPERIORE “L. NOSTRO - L. REPACI”

VILLA SAN GIOVANNI

RC

Via Garibaldi,75 – 89018 – Villa San Giovanni (RC) - Cod. Mecc. RCIS03600Q

Tel. /Fax 0965/499481 www.nostrorepaci.edu.it

e-mail rcis03600q@istruzione.it - pec rcis03600q@pec.istruzione.it

Anno Scolastico 2021/2022 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO CLASSE V SEZ. H LICEO SCIENTIFICO

Il DIRIGENTE SCOLASTICO Prof.ssa Maristella Spezzano Prot. n. 4531 del 14/05/2022

“L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre di nuovo capovolta e noi con essa.”

- F.Nietzsche

(2)

INDICE Pag.

Presentazione dell’Istituto - Una Scuola tra modernità e tradizione

 linee programmatiche.

 ambiti d’intervento

 finalità generali

3

Composizione del consiglio di classe 5

Variazione del consiglio di classe nel corso del triennio 5

Profilo della classe 6

Piano di studio e quadro orario 9

Profilo culturale, educativo e professionale

 Area metodologica

 Area logico-argomentativa

 Area linguistica e comunicativa

 Area storica umanistica

 Area scientifica, matematica e tecnologica Risultati di apprendimento specifici del liceo scientifico

10

Percorsi interdisciplinari 12

Schede informative disciplinari 13

Competenze chiave di cittadinanza ed europee 43

Percorso per le competenze trasversali e l’orientamento 51

Modulo CLIL 53

Ampliamento dell’offerta formativa 55

Interventi di recupero e di approfondimento 56

Criteri e strumenti di valutazione disciplinare 56

Criteri e strumenti di valutazione del comportamento 58

Attribuzione credito (credito scolastico e attività esterne) 59

Simulazioni d’esame 62

Griglia di valutazione della prima prova scritta 63

Griglia di valutazione della seconda prova scritta 67

Griglia di valutazione della prova orale 71

Allegati: simulazione prove di italiano e di matematica A

(3)

PRESENTAZIONE DELL’ISTITUTO

Le sedi associate dell’Istituto sono ubicate a Villa San Giovanni, città dotata di notevoli risorse naturali e paesaggistiche, importante snodo per la comunicazione con la Sicilia, sullo Stretto di Messina. L’Istituto d’Istruzione Superiore “Nostro-Repaci” di Villa San Giovanni è stato istituito nell’a.s. 2012/13 a seguito della razionalizzazione della rete scolastica provinciale, con associati l’Istituto Magistrale “Luigi Nostro” e l’I.T.C. “Leonida Repaci”, entrambi di Villa San Giovanni. Le due scuole hanno una lunga storia, sono presenti sul territorio villese dagli anni ’60 e hanno formato intere generazioni di giovani, costituendo dei centri di formazione importanti per lo sviluppo culturale e sociale dell’intero comprensorio. L’Istituto d’Istruzione Superiore “Nostro- Repaci”

svolge la propria funzione educativa e formativa nel territorio di Villa San Giovanni cercando di interpretare i bisogni e le esigenze sempre in evoluzione di questo comprensorio. L’Istituto infatti, ponendosi all’avanguardia per le metodologie didattiche innovative e per le nuove tecnologie utilizzate, svolge la sua funzione educativa al passo con una realtà in costante e globale evoluzione fornendo allo studente una solida formazione culturale, professionale e umana. In sinergia con le famiglie e con le altre agenzie formative presenti sul territorio, offre il proprio contributo per risanare il tessuto socio- culturale, per promuovere valori e supportare i giovani nella loro crescita. La scuola offre una formazione di base ampia e articolata, utile a leggere e interpretare la realtà con atteggiamento critico, razionale, ma anche creativo e progettuale. Persegue, pur nel rispetto dei diversi piani di studio, in sintonia con la moderna cultura europea, l’idea di un’educazione non come meccanica trasmissione di contenuti preconfezionati, ma come conquista dell’autonomia intellettuale, come acquisizione critica di strumenti culturali al servizio della formazione integrale della persona e del cittadino. Dà una risposta alla richiesta di professionalità sempre più formate e specializzate proveniente dalle Università e dal mondo del lavoro.

Una scuola tra modernità e tradizione

L’Istituto d’Istruzione Superiore “Nostro-Repaci” di Villa San Giovanni, svolge la propria funzione educativa cercando di interpretare i bisogni e le esigenze, sempre in evoluzione, del cittadino di questo comprensorio. La scuola persegue, pur nel rispetto dei diversi piani di studio, in sintonia con la moderna cultura europea, l’idea di un’educazione non come meccanica trasmissione di contenuti preconfezionati, ma come conquista dell’autonomia intellettuale, come acquisizione critica di strumenti culturali al servizio della formazione integrale della persona e del cittadino. Sia nella didattica ordinaria che negli ambiti extra-curricolari tende a valorizzare e sostenere l’impegno individuale e il percorso di crescita di ciascuno studente, anche attraverso interventi specifici di accoglienza, di recupero e sostegno, e di orientamento scolastico, universitario e nel mondo del lavoro. La scuola è stata SNODO FORMATIVO TERRITORIALE per la formazione del personale scolastico sugli approcci metodologici innovativi nell'a.s. 2016/2017 e ha gestito percorsi formativi per i docenti del territorio, in presenza e on line, sulle tecnologie digitali nell'educazione, in attuazione dell'Azione # 25 PNSD. L’Istituto è Centro di preparazione Esami Cambridge English ed è accreditato come sede di esami AICA per il rilascio della certificazione ECDL.

Linee programmatiche

L’istituto d’istruzione superiore “Nostro-Repaci” offre una formazione di base ampia e articolata, utile a leggere e interpretare la realtà con atteggiamento critico, razionale, ma anche creativo e progettuale. L’impostazione educativa si basa sui seguenti criteri:

- aprire la scuola e la cultura all’innovazione, alle scienze moderne, alle tecnologie multimediali, quale risposta ad esigenze dettate dalle trasformazioni sociali e culturali;

- promuovere la cultura della legalità e la capacità dello studente a partecipare al

dibattito pubblico sulle grandi questioni civili ed etiche, per contribuire alla sua formazione integrale

quale discente

(4)

e cittadino.

Il percorso del liceo scientifico:

 È indirizzato allo studio del nesso tra cultura scientifica e tradizione umanistica.

 Favorisce l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica, della fisica e delle scienze naturali.

 Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità, a maturare le competenze necessarie per seguire lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica e per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere

 Assicura la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle relative metodologie, anche attraverso la pratica laboratoriale.

Ambiti d’intervento privilegiati

 Diffusione e potenziamento delle tecnologie informatiche;

 Potenziamento dello studio delle lingue (lingua italiana- lingue straniere- lingue classiche) e dell’area scientifica;

 Diffusione della cultura della legalità e della partecipazione;

 Rivalutazione della cultura delle proprie radici non come culto sterile del passato, ma come conoscenza di un mondo dal quale attingere valori e metodi, per permettere di vivere con una maggiore consapevolezza il proprio presente;

 Educazione alla interculturalità come apertura alle problematiche del lontano e del diverso, consapevolezza della pari dignità di tutte le civiltà, disponibilità al dialogo;

 Promozione di un’educazione inclusiva, che armonizzi le differenze e ottimizzi le potenzialità ed i risultati di tutti, degli alunni eccellenti e di quelli in difficoltà.

Finalità generali

 Promuovere la formazione armonica ed integrale degli alunni come cittadini europei, consapevoli del loro tempo storico, ma pronti ad inserirsi in modo creativo e responsabile nella vita sociale e civile;

 Rispondere alle esigenze della società e del mondo del lavoro;

 Promuovere il rispetto democratico delle diversità, e la comprensione delle differenze culturali nella considerazione della comune umanità che ci caratterizza;

 Fornire formazione, professionalità e percorsi didattici individualizzati;

 Aumentare gli standard dei risultati scolastici;

 Innalzare il tasso di successo scolastico.

(5)

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Docente Disciplina

Zagarella Teresa Lingua e letteratura italiana e Latino Destefano Antonella Lingua e cultura inglese

Nucera Monica Filosofia e Storia

Ceravolo Marina Matematica

Ceravolo Marina Fisica

Milardi Alessandro Scienze naturali

Luppino Francesca Disegno e Storia dell’arte

Delfino Santo Scienze motorie sportive

Lubrano Antonella Religione

Monica Nucera Coordinatore Di Educazione Civica

VARIAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE NEL CORSO DEL TRIENNIO

Disciplina Docente 3^ anno Docente 4^ anno Docente 5^ anno Lingua e letteratura italiana Versaci Valeria Zagarella Teresa Zagarella Teresa Lingua e cultura latina Versaci Valeria Zagarella Teresa Zagarella Teresa Lingua e cultura inglese Destefano Antonella Destefano Antonella Destefano Antonella

Storia Nucera Monica Nucera Monica Nucera Monica

Filosofia Nucera Monica Nucera Monica Nucera Monica

Matematica Latorre Marta Ceravolo Marina Ceravolo Marina

Fisica Ceravolo Marina Ceravolo Marina Ceravolo Marina

Scienze naturali Guerrera Caterina Barillà Simona Milardi Alessandro Disegno e Storia dell’arte Luppino Francesca Luppino Francesca Luppino Francesca Scienze motorie sportive Lofaro Giovanna Delfino Santo Delfino Santo Religione Cassone Maria Antonia Cassone Maria Antonia Cassone Maria

Antonia ( sostituita da Antonella

Lubrano)

(6)

PROFILO DELLA CLASSE

Analisi della situazione di partenza

La classe , composta da 22 alunni, undici ragazze e nove ragazzi, di Villa san Giovanni e paesi confinanti, si presenta corretta da un punto di vista disciplinare e didattico suscitando sin da subito un' impressione ampiamente positiva per la correttezza e per l'interesse dimostrato nella costruzione del dialogo educativo.

I nuovi docenti della classe, concordano con il giudizio positivo condiviso dai componenti veterani del consiglio e dopo la rilevazione dei test di ingresso o quesiti di varia natura finalizzati a verificare sia le conoscenze sia la presenza di capacità logico linguistiche, emerge che la classe, dal punto di vista strettamente didattico, è eterogenea così come risulta dalle valutazioni che vanno dall’essenziale al buono.

Per quanto riguarda le discipline scienze naturali si riscontra un livello omogeneamente essenziale, mentre nelle altre discipline alcuni alunni evidenziano un’acquisizione soddisfacente dei contenuti disciplinari, sia in ambito letterario che scientifico, altri si distinguono per motivazione, metodo di studio organizzato e sicurezza nel possesso delle competenze richieste, sino ad arrivare ad un livello buono e in alcuni casi, e in specifiche discipline ,eccellente. Il comportamento è corretto e responsabile e le attività si svolgono in un clima sereno e dialogico.

La classe, pur se a diversi livelli, ha realizzato, nel corso degli anni, una profonda crescita culturale nei vari ambiti disciplinari e disponibilità ad accogliere i nuovi saperi. I più capaci e volenterosi hanno svolto un ruolo trainante nei confronti del resto della classe, per cui anche gli allievi che, all’inizio del triennio, avevano un approccio superficiale e/o un impegno saltuario, hanno maturato progressivamente comportamenti più responsabili. Nel corso dell’ultimo anno il lavoro nell’ambito delle scienze naturali, svolto in classe, ha colmato in maniera ottimale le lacune pregresse e i livelli rilevati all’inizio.

Nel corso del triennio, l’aspetto più stimolante del percorso didattico nella classe V H è stata la

disponibilità degli studenti al confronto e alla sperimentazione nei vari contesti della vita scolastica con la

partecipazione alle Olimpiadi nelle diverse discipline, ai premi letterari ,ai corsi per le Certificazioni in

lingua inglese e alle varie attività formative che l’istituzione scolastica proponeva loro, consentendogli di

maturare, un percorso ermeneutico di indiscusso valore logico-concettuale ; dai dialoghi in classe è spesso

emersa una loro attitudine a problematizzare prospettive tematiche trasversali di notevole rilievo che

abbracciano tutte le discipline. L’approccio degli alunni ai contenuti prevalentemente critico-rielaborativo

piuttosto che descrittivo, manifesta delle potenzialità sul piano delle capacità intuitive, del riconoscimento

della profondità dei concetti e delle loro interconnessioni. In particolare si sono distinti a livello nazionale

le competizioni di Debate dove alcuni studenti della classe hanno riportano , in quanto componenti delle

squadre partecipanti, vittorie nazionali anche in lingua inglese.

(7)

Livelli generali raggiunti

Le strategie adottate hanno prodotto buoni risultati anche se, ovviamente, diversificati sul piano del profitto.

A conclusione dell’itinerario formativo, gli obiettivi prefissati per definire i livelli di maturazione e di sviluppo cognitivo sono stati conseguiti in relazione a: situazione di partenza, impegno, efficacia del metodo di studio, qualità della partecipazione, stile e ritmo di apprendimento. Dal punto di vista culturale, un gruppo di allievi ha dimostrato, sin dal primo biennio, vivacità intellettuale, spiccato interesse nei confronti di tutte le discipline, profusione nello studio e nell’approfondimento degli argomenti da un punto di vista logico-critico. Pertanto, nel corso del secondo biennio e dell’ultimo anno, adeguatamente guidati e stimolati a maturare un’interpretazione concettuale e a rielaborare in modo personale, alcuni studenti hanno raggiunto competenze di livello avanzato in tutti gli aspetti del percorso formativo, ottenendo brillanti risultati non solo in ambito scolastico, ma anche in contesti più ampi.

Quasi tutti gli allievi si sono impegnati a frequentare le lezioni con costanza. Soltanto una studentessa, per motivi personali, ha fatto registrare un elevato numero di assenze fino al ritiro dalla scuola nell’ultimo anno.

A sostenere la prova d’esame è un gruppo classe progressivamente cresciuto in maturità e consapevolezza, in senso di responsabilità e partecipazione attiva al lavoro didattico che ha affinato qualità relazionali ed intelligenza emotiva tanto nell’interazione tra pari quanto in quella con i propri docenti.

L’auspicio è che sappiano affrontarla con le stesse competenze, volontà e determinazione con cui hanno percorso l’iter scolastico, e sappiano guadagnarsi la giusta e adeguata conclusione in maniera proporzionale al lavoro svolto.

Azione didattica ed educativa svolta dagli insegnanti

Una relativa stabilità ha conosciuto il consiglio di classe, rimasto pressoché invariato nel corso degli ultimi tre anni. Nel complesso, dunque, i docenti cui è stata affidata la classe hanno potuto farne lunga esperienza e la consegnano all’esame conclusivo del corso di studi consapevoli del privilegio che possa rappresentare, nella relazione educativa, la continuità didattica.

Tutti gli insegnanti si sono impegnati, in un’ottica di corresponsabilità, ad assicurare costantemente ai

discenti un clima di serena operosità. Massima considerazione è stata rivolta alle dinamiche affettivo-

motivazionali ed alla sensibilità di adolescenti con personalità in divenire, nonché alla promozione, per

ciascuno, di abilità critiche e acquisizione di linguaggi specifici utili ad una pluralità di modelli

interpretativi della realtà. A tal fine hanno concorso tutte le discipline, nell’ambito della loro autonomia

(8)

e nell’ottica della multidisciplinarietà. Si è cercato, quindi, di lavorare con impegno e dedizione che sono stati quotidianamente al centro delle attenzioni di ogni docente, nell’obiettivo, spesso faticoso, di coniugare la didattica rivolta all’intero gruppo classe con interventi individuali, mirati a risolvere particolari problemi di apprendimento e di qualità della partecipazione al dialogo educativo, che si sono talvolta presentati per un esiguo gruppo di allievi.

Rapporti con le famiglie

I rapporti tra scuola e famiglia costituiscono un aspetto rilevante del processo formativo, in quanto tali istituzioni concorrono corresponsabilmente all’impegno educativo.

La nostra scuola, pertanto, ha attivato varie modalità di contatto e informazione, ha offerto occasioni di coinvolgimento, garantito ascolto e attenzione a problemi, istanze e proposte.

Si precisano di seguito i mezzi e le modalità di gestione dei rapporti scuola-famiglia:

 registro elettronico

 colloqui individuali settimanali a distanza

 comunicazioni scritte sugli esiti quadrimestrali non sufficienti

 illustrazione iniziale del patto formativo

 pubblicazione delle circolari sul sito web

(9)

LICEO SCIENTIFICO

Discipline Ore Settimanali

I II III IV V

Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4

Lingua e cultura latina 3 3 3 3 3

Lingua e cultura straniera (inglese) 3 3 3 3 3

Storia e Geografia 3 3 - - -

Storia - - 2 2 2

Filosofia - - 3 3 3

Matematica* 5 5 4 4 4

Fisica 2 2 3 3 3

Scienze naturali** 2 2 3 3 3

Disegno e storiadell’arte 2 2 2 2 2

Scienzemotorie e sportive 2 2 2 2 2

Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1

Totale ore settimanali 27 27 30 30 30

N° discipline per anno 10 10 11 11 11

Totale ore annuali 891 891 990 990 990

* Con Informatica al primo biennio

** Biologia, Chimica, Scienze della Terra

PIANO DI STUDIO E QUADRO

ORARIO

(10)

RISULTATI DI APPRENDIMENTO COMUNI A TUTTI I LICEI 1. Area Metodologica

 Avere acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile, che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali e di continuare in modo efficace i successivi studi superiori, naturale prosecuzione dei percorsi liceali, e di potersi aggiornare lungo l’intero arco della propria vita.

 Essere consapevoli della diversità dei metodi utilizzati dai vari ambiti disciplinari ed essere in grado di valutare i criteri di affidabilità dei risultati in essi raggiunti.

 Saper compiere le necessarie interconnessioni tra i metodi e i contenuti delle singole discipline.

2. Area logico-argomentativa

 Saper sostenere una propria tesi e saper ascoltare e valutare criticamente le argomentazioni altrui.

 Acquisire l’abitudine a ragionare con rigore logico, a identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni.

 Essere in grado di leggere e interpretare criticamente i contenuti delle diverse forme di comunicazione.

3. Area linguistica e comunicativa

 Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare:

 dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, da quelli elementari (ortografia e morfologia) a q uelli più avanzati (sintassi complessa, precisione e ricchezza del lessico, anche letterario e specialistico), modulando tali competenze a seconda dei diversi contesti e scopi comunicativi.

 Saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le implicazioni e le sfumature di significato proprie di ciascuno di essi, in rapporto con la tipologia e il relativo contesto storico e culturale.

 Curare l’esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti.

 Avere acquisito, in una lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.

 Saper riconoscere i molteplici rapporti e stabilire raffronti tra la lingua italiana e altre lingue moderne e antiche.

 Saper utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per studiare, fare ricerca,

 Comunicare.

4. Area storico-umanistica

 Conoscere i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Italia e all’Europa, e comprendere i diritti e i doveri che caratterizzano l’essere cittadini.

 Conoscere, con riferimento agli avvenimenti, ai contesti geografici e ai personaggi più importanti, la storia d’Italia inserita nel contesto europeo e internazionale, dall’antichità sino ai giorni nostri.

 Utilizzare metodi (prospettiva spaziale, relazioni uomo-ambiente, sintesi regionale), concetti (territorio, regione, localizzazione, scala, diffusione spaziale, mobilità, relazione, senso del luogo...) e strumenti (carte geografiche, sistemi informativi geografici, immagini, dati statistici, fonti soggettive) della geografia per la lettura dei processi storici e per l’analisi della società contemporanea.

 Conoscere gli aspetti fondamentali della cultura e della tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa italiana ed europea attraverso lo studio delle opere, degli Autori e delle correnti di pensiero più significativi e acquisire gli strumenti necessari per confrontarli con altre tradizioni e culture.

 Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio archeologico, architettonico e artistico italiano, della sua importanza come fondamentale risorsa economica, della necessità di preservarlo attraverso gli strumenti della tutela e della conservazione.

 Collocare il pensiero scientifico, la storia delle sue scoperte e lo sviluppo delle invenzioni

tecnologiche nell’ambito più vasto della storia delle idee.

(11)

 Saper fruire delle espressioni creative delle arti e dei mezzi espressivi, compresi lo spettacolo, la musica, le arti visive.

 Conoscere gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà dei Paesi di cui si studiano le lingue.

5. Area scientifica, matematica e tecnologica

 Comprendere il linguaggio formale specifico della matematica, saper utilizzare le procedure tipiche del pensiero matematico, conoscere i contenuti fondamentali delle teorie che sono alla base della descrizione matematica della realtà.

 Possedere i contenuti fondamentali delle scienze fisiche e delle scienze naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia), padroneggiandone le procedure e i metodi di indagine propri, anche

 per potersi orientare nel campo delle scienze applicate.

 Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici nelle attività di studio e di approfondimento; comprendere la valenza metodologica dell’informatica nella formalizzazione e modellizzazione dei processi complessi e nell’individuazione di procedimenti risolutivi.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO LICEO SCIENTIFICO

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

 Aver acquisito una formazione culturale equilibrata nei due versanti linguistico-storico- filosofico e scientifico; comprendere i nodi fondamentali dello sviluppo del pensiero, anche in dimensione storica, e i nessi tra i metodi di conoscenza propri della matematica e delle scienze sperimentali e quelli propri dell’indagine di tipo umanistico;

 Saper cogliere i rapporti tra il pensiero scientifico e la riflessione filosofica;

 Comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, anche attraverso la padronanza del linguaggio logico-formale; usarle in particolare nell’individuare e risolvere problemi di varia natura;

 Saper utilizzare strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellizzazione e la risoluzione di problemi;

 Aver raggiunto una conoscenza sicura dei contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia) e, anche attraverso l’uso sistematico del laboratorio, una padronanza dei linguaggi specifici e dei metodi di indagine propri delle scienze sperimentali;

 Essere consapevoli delle ragioni che hanno prodotto lo sviluppo scientifico e tecnologico nel tempo, in relazione ai bisogni e alle domande di conoscenza dei diversi contesti, con attenzione critica alle dimensioni tecnico applicative ed etiche delle conquiste scientifiche, in particolare quelle più recenti;

 Saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana.

(12)

PERCORSI INTERDISCIPLINARI

Sono stati progettati percorsi interdisciplinari che hanno previsto un lavoro in team da parte del consiglio di classe per coinvolgere la maggior parte delle discipline nel contesto di una visione unitaria e armonica delle conoscenze. Gli studenti sono stati motivati ad apprendere e a diventare protagonisti e costruttori del loro sapere nella ricerca dei nessi e degli snodi concettuali al fine di effettuare collegamenti tra le diverse discipline, di stabilire relazioni, confronti, analisi valutative ed esercitare la loro capacità critica in modo autonomo e personale.

ESPERIENZE/TEMI SVILUPPATI NEL

CORSO DELL’ANNO DISCIPLINE COINVOLTE

NATURA- CULTURA Italiano, Latino, Inglese, Storia, Filosofia, Scienze Naturali, Scienze Motorie, Arte, Religione, Matematica e Fisica

RAGIONE E FOLLIA Italiano, Latino, Inglese, Storia, Filosofia, Scienze Naturali, Scienze Motorie, Arte, Matematica e Fisica

L’INFINITO: SPAZIO-TEMPO-SOGNO

Italiano, Latino, Inglese, Storia, Filosofia, Scienze Naturali, Scienze Motorie, Arte, Matematica e Fisica

L’ETICA DELLA RESPONSABILITA’ Italiano, Latino, Inglese, Storia, Filosofia, Scienze Naturali, Scienze Motorie, Arte, Matematica e Fisica

CASO, NECESSITA,’ FORTUNA, CREATIVITA’ Italiano, Latino, Inglese, Storia, Filosofia,

Scienze Motorie, Arte, Matematica e Fisica

(13)

SCHEDA INFORMATIVA DI ITALIANO Docente Teresa Zagarella

Ore effettive

di lezione fino al 15 maggio 2022

n°116

Libri di testo Baldi – Giusso – Razetti - Zaccaria – “Classici nostri contemporanei” – Paravia

Alighieri Dante – “La Divina Commedia” - SEI

Obiettivi raggiunti

Conoscenze  Conoscono la letteratura italiana e le poetiche degli autori più significativi del periodo letterario che va dall’Ottocento al Novecento

 Conoscono i nuclei concettuali fondanti della poesia dantesca attraverso la lettura di canti del Paradiso dantesco.

Abilità  Conoscono la letteratura italiana e le poetiche degli autori più significativi del periodo letterario che va dall’Ottocento al Novecento

 Conoscono i nuclei concettuali fondanti della poesia dantesca attraverso la lettura di Canti del Paradiso dantesco.

Competenze  Hanno acquisito solide competenze nella produzione scritta riuscendo ad operare all'interno dei diversi modelli di scrittura previsti per il nuovo esame di Stato.

 Sanno interpretare un testo letterario cogliendone non solo gli elementi tematici ma anche gli aspetti linguistici e stilistici.

 Sanno operare collegamenti critici all'interno di testi letterari e non letterari, contestualizzandoli e fornendone un’interpretazione personale che affini gradualmente le capacità valutative, critiche ed estetiche.

Contenuti

Il Secondo Ottocento

 G. Leopardi: biografia, pensiero e opere Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

dalle Lettere: “Sono così stordito dal niente che mi circonda”;

dallo Zibaldone: “La teoria del piacere”, “Il vero è brutto”;

dai Canti:”Canto notturno di un pastore errante dell’Asia”, “L’infinito”; “A Silvia”; “Il sabato del villaggio”;

dalle Operette morali: “Dialogo della Natura e di un Islandese”

 L’età postunitaria: aspetti socio-culturali; intellettuali e società, la lingua

Il Positivismo e il ruolo dell’intellettuale. La poetica del Naturalismo francese

SCHEDE INFORMATIVE DISCIPLINARI

(14)

14

 Il Positivismo e il ruolo dell’intellettuale. La poetica del Naturalismo francese

 “Il romanzo sperimentale” di Zola.

 Il Verismo italiano: aspetti e temi.

 G. Verga: l’ideologia verghiana e la tecnica narrativa. Vita e opere.

da Vita dei campi: “Rosso Malpelo”;

da I Malavoglia, Prefazione: “I vinti e la fiumana del progresso”; cap. XV, “I Malavoglia e la dimensione economica”;

da Mastro-don Gesualdo: “La morte di Mastro-don Gesualdo Il Novecento:

Il Decadentismo: sensibilità, inquietudine, stato di crisi nella letteratura tra

‘800 e ‘900. Estetismo. Simbolismo. Panismo. “Perdita d’aureola” Charles Baudelaire

 Il Futurismo

 Marinetti: “Manifesto del Futurismo”, “Manifesto tecnico della letteratura futurista”

 G. Pascoli: biografia, pensiero e opere Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

da Il fanciullino: “Una poetica decadente”

da Myricae: “X agosto”, “L’assiuolo”

 G. D’Annunzio: biografia, pensiero e opere Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

da Il piacere, libro VIII: “Un ritratto allo specchio: Sperelli ed Elena Muti”

da Le vergini delle rocce, libro I: “Il programma politico del superuomo”

da Forse che sì forse che no: “L’aereo e la statua antica”;

da Alcyone: “La sera fiesolana”

 I. Svevo: biografia, pensiero e opere Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

da Senilità, cap.I: “Il ritratto dell’inetto”

da La coscienza di Zeno: “Il fumo”, cap. III

 L. Pirandello: biografia, pensiero e opere Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

da L’umorismo: “Un’arte che scompone il reale”;

dalle Novelle per un anno: “Il treno ha fischiato”; “Ciaula scopre la luna”

 L’Ermetismo: caratteri generali.

 G. Ungaretti: biografia, pensiero e opere.

Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

da L’allegria: “Veglia”, “Sono una creatura”, “Soldati”; “San Martino del Carso”, “Mattina”

 E. Montale: biografia, pensiero e opere

(15)

Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

da Ossi di seppia: “ Non chiederci la parola”, “Meriggiare pallido e assorto”,

“Spesso il male di vivere ho incontrato”

 S. Quasimodo. Lettura, analisi e commento dei seguenti testi:

da Acque e terre: “Ed è subito sera”; da Giorno dopo giorno: “Alle fronde dei salici”

Pier Paolo Pasolini, “Le ceneri di Gramsci”

Alda Merini, “Sono nata il 21 a primavera”

Divina Commedia, Paradiso: canti I, III, VI, VIII, XI, XII, XXXIII, (vv.1-45).

Educazione civica

Tematiche L’ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA:

 Il Parlamento;

 Il Governo;

 Il Presidente della Repubblica.

Competenze

 -Conoscono l’organizzazione costituzionale e amministrativa del nostro Paese per rispondere ai propri doveri di cittadino ed esercitano con consapevolezza i propri diritti politici a livello territoriale e nazionale;

 -Conoscono i valori che ispirano gli ordinamenti comunitari e internazionali, nonché i loro compiti e funzioni essenziali;

 -Esercitano correttamente le modalità di rappresentanza, di delega, di rispetto degli impegni assunti e fatti propri all’interno di diversi ambiti istituzionali e sociali;

 -Sono consapevoli del valore e delle regole della vita democratica anche attraverso l’approfondimento degli elementi fondamentali del diritto che la regolano;

 -Sanno cogliere la complessità dei problemi esistenziali, morali, politici, sociali, economici e scientifici e formulare risposte personali argomentate;

-Partecipano al dibattito culturale.

Conoscenze/Abilità

-Interagiscono, confrontano e valutano anche criticamente -Ricercano opportunità di crescita personale attraverso il riconoscimento della diversità e della imprescindibilità del diritto

-Conoscono la Costituzione nelle sue parti fondamentali Metodologie Lezione frontale, Classroom, Flipped classroom, lavoro di gruppo, didattica

laboratoriale

(16)

Mezzi, strumenti e materiali didattici

Libri di testo; dispense; mappe

SPAGGIARI RE; GSUITE EDU applicazioni del pacchetto Google per la scuola:

prevalentemente utilizzate le app MEET, CLASSROOM (gestione lavoro con studenti e condivisione materiali), DRIVE (condivisione materiali), GMAIL(posta elettronica); Sito WEB; APP case editrici;Whatsapp; You tube, Rai scuola, Rai educational, Rai Play, Treccani.

Tipologie delle prove di verifica

Interrogazione orale; verifica scritta; analisi del testo; testo argomentativo;

riflessioni critiche; prove strutturate e/o semistrutturate; brevi interventi;

questionari; moduli Google.

Criteri di valutazione

Prove scritte

 Conoscenze linguistiche

 Aderenza e pertinenza alla consegna

 Efficacia argomentativa

 Originalità e creatività Prove orali

 Padronanza del linguaggio

 Conoscenza dei contenuti

 Capacità di utilizzare e collegare le conoscenze

Elementi di giudizio nella valutazione finale del percorso scolastico di ciascuno studente:

 partecipazione alle lezioni e assiduità nella frequenza

 interazione costruttiva

 disponibilità alla collaborazione con docenti e compagni

 costanza nello svolgimento delle attività

 senso di responsabilità

 autonomia nello studio

 puntualità nelle consegne

 completezza dei contenuti dei lavori presentati

 impegno nella produzione del lavoro proposto

 progressi rilevabili nell’acquisizione di conoscenze, abilità, competenze.

(17)

SCHEDA INFORMATIVA DI LATINO Docente Teresa Zagarella

Ore effettive di lezione fino al 15 maggio 2022

n° 72

Libro di testo Garbarino - Pasquariello, “Dulce ridentem” 3° vol. - Paravia

Obiettivi raggiunti Conoscenze  Conoscenza della letteratura italiana e delle poetiche degli autori più significativi del periodo letterario che va dall’Ottocento al

Novecento

 Conoscenza dei nuclei concettuali fondanti della poesia dantesca attraverso la lettura di Canti del Paradiso dantesco.

Abilità  Capacità di produrre testi scritti e orali in maniera originale sia sul piano concettuale sia sul piano espressivo.

 Potenziare le abilità argomentative.

 Rielaborare criticamente i contenuti appresi.

Competenze  Acquisire solide competenze nella produzione scritta riuscendo ad operare all'interno dei

diversi modelli di scrittura previsti per il nuovo esame di Stato.

 Saper interpretare un testo letterario cogliendone non solo gli elementi tematici ma anche gli aspetti linguistici e stilistici.

 Saper operare collegamenti critici all'interno di testi letterari e non letterari, contestualizzandoli e fornendone un’interpretazione personale che affini gradualmente le capacità valutative, critiche ed estetiche.

Contenuti  L’Età Giulio-Claudia. Quadro storico e orientamenti della cultura.

Tendenze filosofiche

 Seneca

Lettura dei seguenti testi:

De brevitate vitae, 1,1-4: “La vita è davvero breve?” ” De ira, I,1,1-4: L’ira De tranquillitate animi, 2,6-15: “L’angoscia esistenziale” Epistulae ad Lucilium, 47,1-4; 10-11: “Come trattare gli schiavi”- “Libertà e schiavitù sono frutto del caso”

Epistulae ad Lucilium, 95, 51-53: “Il dovere della solidarietà”

Epistulae ad Lucilium, 1: “Riappropriarsi di sè e del proprio tempo”

De vita beata, 16: “La felicità consiste nella virtu”

Naturales quaestiones, VII, 25, 1-5: “Il progresso della scienza”

 La satira di Persio

(18)

Satira I, vv.13-40; 98-125: La satira, un genere controcorrente”

Petronio: varietas e parodia nel Satyricon Lettura dei seguenti testi:

Satyricon, 32-33: “Trimalchione entra in scena” Satyricon, 110, 6-12: “La matrona di Efeso”

 L’età dei Flavi. Quadro storico, orientamenti della cultura. Tra retorica e pedagogia.

 Quintiliano Lettura dei seguenti testi:

Institutio oratoria, proemium, 9-12: “Retorica e filosofia nella formazione del perfetto oratore”

Institutio oratoria, I, 2,1-2; 4-8: “Vantaggi e svantaggi dell’istruzione individuale”

Institutio oratoria, I, 2; 18-22: “Vantaggi dell’insegnamento collettivo”

Institutio oratoria, I, 3, 8-12: “L’importanza della ricreazione”

 Marziale

Lettura dei seguenti testi:

Epigrammata, X, 4: “Una poesia che sa di uomo” Epigrammata, I, 4:

“Distinzione tra letteratura e vita” Epigrammata, XII, 18: “La bellezza di Bilbili”

Epigrammata, V, 34: “Erotion”

 La satira di Giovenale Lettura dei seguenti testi:

Satira VI, vv.82-113; 114-124: “Contro le donne”

 Plinio il Giovane

 Epistulae,VI, 16, 4-20: “L’eruzione del Vesuvio e la morte di Plinio il Vecchio”

 L’età di Traiano

 Tacito

Lettura dei seguenti testi:

Agricola,3: La prefazione

Germania, 4: “Purezza razziale e aspetto fisico dei Germani”

Annales, I, 1: Il proemio

Annales, XIII, 15-16: “L’uccisione di Britannico” Annales, XIV, 8: “La tragedia di Agrippina” Annales, XV, 38-39: “Nerone e l’incendio di Roma”

Anales,XV, 44, 2-5: “La persecuzione dei cristiani”

 L’età di Adriano e degli Antonini

 Apuleio

Metamorfosi, III, 24-25: “Lucio diventa asino”

Metamorfosi, XI, 13-15: “Il significato della storia di Lucio”

Metamorfosi, V, 22-23: “La trasgressione di Psiche”

 La letteratura tra paganesimo e cristianità

 Agostino

Confessiones, VIII, 12, 28-29: “La conversione”

Confessiones, XI, 16, 21-18, 23: “Il tempo è inafferrabile”

Metodologie Lezione frontale; lavoro di gruppo; didattica laboratoriale Classroom, Flipped Classroom

Mezzi, strumenti e Libro di testo; vocabolario; dispense; mappe

(19)

materiali didattici SPAGGIARI RE; GSUITE EDU applicazioni del pacchetto Google per la scuola: prevalentemente utilizzate le app MEET, CLASSROOM (gestione lavoro con studenti e condivisione materiali), DRIVE (condivisione materiali), GMAIL(posta elettronica); Sito WEB; APP case editrici;

Whatsapp; You tube, Rai scuola, Rai educational, Rai Play, Treccani.

Tipologie delle prove di verifica

Interrogazione orale; verifica scritta; traduzioni; analisi del testo; prove strutturate e/o semistrutturate; brevi interventi; questionari; esercizi.

Criteri di valutazione Prove scritte

 Conoscenze linguistiche

 Comprensione del significato globale e puntuale del testo

 Ricodificazione e resa nella lingua d’arrivo

 Originalità e creatività Prove orali

 Padronanza del linguaggio

 Conoscenza dei contenuti

 Capacità di utilizzare e collegare le conoscenze

Elementi di giudizio nella valutazione finale del percorso scolastico di ciascuno studente:

 partecipazione alle lezioni e assiduità nella frequenza

 interazione costruttiva

 disponibilità alla collaborazione con docenti e compagni

 costanza nello svolgimento delle attività

 senso di responsabilità

 autonomia nello studio

 puntualità nelle consegne

 completezza dei contenuti dei lavori presentati

 impegno nella produzione del lavoro proposto

progressi rilevabili nell’acquisizione di conoscenze, abilità, competenze.

(20)

SCHEDA INFORMATIVA DI FILOSOFIA

Docente NUCERA MONICA

Ore effettive di lezione fino al 15 maggio 2022

80

Libri di testo Nicola Abbagnano / Giovanni Fornero “I nodi del pensiero 3 edizione con clil / da Schopenhauer Agli sviluppi più recenti” Paravia.

Obiettivi raggiunti

Conoscenze

Conoscenza e comprensione dei contenuti concettuali trattati;

Acquisizione ed uso corretto ed appropriato della terminologia della disciplina;

Applicazione delle capacità logico-intuitive ed espressive; Educazione alla lettura, alla comprensione e all’analisi dei documenti presi in esame;

Rielaborazione critica dei contenuti appresi;

Acquisizione e consolidamento della dimensione dialogica della filosofia (educazione all’ascolto e alla partecipazione alla discussione).

Abilità

Essere in grado di leggere ed interpretare criticamente i contenuti delle diverse forme di comunicazione;

Utilizzare metodi concetti e strumenti per la lettura dei processi storico-filosofici

Competenze

Saper compiere le necessarie interconnessioni tra i metodi e i contenuti delle discipline.

Saper sostenere una tesi ascoltando criticamente le argomentazioni Altrui.

Saper ragionare con rigore logico, identificare problemi, individuare possibili soluzioni

Acquisire gli strumenti necessari per confrontare gli aspetti

fondamentali della tradizione filosofica e religiosa italiana con altre tradizioni e culture

Contenuti La filosofia dell’Idealismo:Fichte e l’autodeterminazione dell’IO, i Discorsi alla Nazione Tedesca Hegel:La fenomenologia dello Spirito; L’Enciclopedia delle Scienze filosofiche:la logica, la filosofia della natura, la filosofia dello spirito; la filosofia come astuzia della ragione ; La Nottola di Minerva al crepuscolo.La critica all’hegelismo: Schopenhauer e Kierkegaard

Dallo Spirito all’uomo concreto: Feuerbach Filosofia, scienza e progresso, il positivismo: Comte La reazione al positivismo: Bergson

La filosofia del sospetto: Marx,Nietzsche e Freud Filosofia e politica:H.Arendt

Essere, linguaggio e interpretazione: Heiddeger e Sartre La scuola di Francoforte:Horkeimer, Adorno

Educazione civica Tematiche Costituzione Diritto Legalità Solidarietà

Competenze Conoscere l’organizzazione costituzionale ed amministrativa del nostro Paese per rispondere ai propri doveri di cittadino ed esercitare con consapevolezza i propri diritti politici a livello territoriale e nazionale; Conoscere i valori che ispirano gli ordinamenti comunitari e internazionali, nonché i loro compiti e funzioni essenziali;

Esercitare correttamente le modalità di rappresentanza, di delega, di rispetto degli impegni assunti e fatti propri all’interno di diversi ambiti istituzionali e sociali;

Essere consapevoli del valore e delle regole della vita democratica anche attraverso l’approfondimento degli elementi fondamentali del diritto che la regolano, con particolare riferimento al diritto del lavoro;

Cogliere la complessità dei problemi esistenziali, morali, politici, sociali, economici e scientifici e formulare risposte personali

(21)

argomentate; PARTECIPARE AL DIBATTITO CULTURALE.

Perseguire con ogni mezzo e in ogni contesto il principio di legalità e di solidarietà dell’azione individuale e sociale, promuovendo principi, valori e abiti di contrasto alla criminalità organizzata e alle mafie;

Prendere coscienza delle situazioni e delle forme del disagio giovanile ed adulto nella società contemporanea e comportarsi in modo da promuovere il benessere fisico, psicologico, morale e sociale;

Conoscenze/Abilità L’ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA: Gli Enti territoriali L’UE Fonti e Istituzioni comunitarie

LEGALITÀ: la legalità Metodologie Libro di testo; dispense; mappe; attività integrative

Classroom, FlippedClassroom,Digital storytelling, Combinazione MEET CLASSROOM;

WebQuest; Aule aperte con l’utilizzo di materiale condiviso (Video, Testi, Mappe Concettuali…)

Mezzi, strumenti e materiali didattici

Lezione frontale; lavoro di gruppo; didattica laboratoriale

Classeviva RE; GSUITE EDU applicazioni del pacchetto Google per la scuola: prevalentemente utilizzate le app MEET (per videolezione in diretta), CLASSROOM (gestione lavoro con studenti e condivisione materiali), DRIVE (condivisione materiali), GMAIL(posta elettronica);

Sito WEB; LIBRO DI TESTO ONLINE e altri strumenti digitali connessi; APP case editrici;Whatsapp; You tube, Rai scuola, Rai educational, Rai Play, Treccani.

Tipologie delle prove di Verifica

Interrogazione orale; verifica scritta; prove strutturate e/o semistrutturate; brevi interventi;

questionari. Produzione di testi, Quesiti a risposta aperta, Test strutturati e/o semistrutturati, esercizi, presentazioni, mappe concettuali.

Criteri di valutazione

Conoscenze linguistiche Aderenza e pertinenza alla consegna Efficacia argomentativa Padronanza dei linguaggi Conoscenza dei contenuti Capacità di utilizzare e collegare autonomamente le conoscenze interazione costruttiva disponibilità alla collaborazione con docenti e compagni costanza nello svolgimento delle attività senso di responsabilità autonomia nello studio puntualità nelle consegne completezza dei contenuti dei la vori presentati impegno nella produzione del lavoro proposto progressi rilevabili nell’acquisizione di conoscenze, abilità, competenze.

(22)

SCHEDA INFORMATIVA DI STORIA

Docente NUCERA MONICA

Ore effettive di lezione fino al 15 maggio 2022

55

Libri di testo Gianni Gentile, Luigi Ronga, Anna Rossi, “Millennium focus: Il novecento e l'inizio del XXI secolo”, La Scuola

Obiettivi raggiunti

Conoscenze

Conoscenza e comprensione dei contenuti concettuali trattati;

Acquisizione ed uso corretto ed appropriato della terminologia della disciplina;

Applicazione delle capacità logico-intuitive ed espressive; Educazione alla lettura, alla comprensione e all’analisi dei documenti presi in esame;

Rielaborazione critica dei contenuti appresi;

Acquisizione e consolidamento della dimensione dialogica della filosofia (educazione all’ascolto e alla partecipazione alla discussione).

Abilità

Essere in grado di leggere ed interpretare criticamente i contenuti delle diverse forme di comunicazione;

Utilizzare metodi concetti e strumenti per la lettura dei processi storico-filosofici

Competenze

Saper compiere le necessarie interconnessioni tra i metodi e i contenuti delle discipline.

Saper sostenere una tesi ascoltando criticamente le argomentazioni altrui

Saper ragionare con rigore logico, identificare problemi, individuare possibili soluzioni

Acquisire gli strumenti necessari per confrontare gli aspetti

fondamentali della tradizione filosofica e religiosa italiana con altre tradizioni e culture

Contenuti La belle Époque. Il Nazionalismo La crisi russa del 1905; L’età giolittiana Le cause della prima guerra mondiale. La prima guerra mondiale. Il genocidio degli Armeni. La rivoluzione Russa.

Il periodo tra le due guerre L'Italia negli anni 20. Le condizioni economiche dell'Europa nel dopoguerra. Il Fascismo. Il Nazismo. Eugenetica e legislazione razziale nazista. Il Comunismo in Russia II guerra mondiale. La guerra fredda. L'Italia della DC L'Italia dal 1948 al 1958.

L’Italia repubblicana

Educazione civica Tematiche Costituzione Diritto Legalità Solidarietà

Competenze Conoscere l’organizzazione costituzionale ed amministrativa del nostro Paese per rispondere ai propri doveri di cittadino ed esercitare con consapevolezza i propri diritti politici a livello territoriale e nazionale; Conoscere i valori che ispirano gli ordinamenti comunitari e internazionali, nonché i loro compiti e funzioni essenziali;

Esercitare correttamente le modalità di rappresentanza, di delega, di rispetto degli impegni assunti e fatti propri all’interno di diversi ambiti istituzionali e sociali;

Essere consapevoli del valore e delle regole della vita democratica anche attraverso l’approfondimento degli elementi fondamentali del diritto che la regolano, con particolare riferimento al diritto del lavoro;

Cogliere la complessità dei problemi esistenziali, morali, politici, sociali, economici e scientifici e formulare risposte personali argomentate; PARTECIPARE AL DIBATTITO CULTURALE.

Perseguire con ogni mezzo e in ogni contesto il principio di legalità e di solidarietà dell’azione individuale e sociale, promuovendo

(23)

principi, valori e abiti di contrasto alla criminalità organizzata e alle mafie;

Prendere coscienza delle situazioni e delle forme del disagio giovanile ed adulto nella società contemporanea e comportarsi in modo da promuovere il benessere fisico, psicologico, morale e sociale;

Conoscenze/Abilità L’ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA: La Magistratura; le garanzie costituzionali

L’UE: Il processo di integrazione europea LEGALITÀ: le mafie e la cultura mafiosa Metodologie Libro di testo; dispense; mappe; attività integrative

Classroom, FlippedClassroom,Digital storytelling, Combinazione MEET CLASSROOM;

WebQuest; Aule aperte con l’utilizzo di materiale condiviso (Video, Testi, Mappe Concettuali…)

Mezzi, strumenti e materiali didattici

Lezione frontale; lavoro di gruppo; didattica laboratoriale

Classeviva RE; GSUITE EDU applicazioni del pacchetto Google per la scuola:

prevalentemente utilizzate le app MEET (per videolezione in diretta), CLASSROOM (gestione lavoro con studenti e condivisione materiali), DRIVE (condivisione materiali), GMAIL(posta elettronica); Sito WEB; LIBRO DI TESTO ONLINE e altri strumenti digitali connessi; APP case editrici;Whatsapp; You tube, Rai scuola, Rai educational, Rai Play, Treccani.

Tipologie delle prove di Verifica

Interrogazione orale; verifica scritta; prove strutturate e/o semistrutturate; brevi interventi;

questionari. Produzione di testi, Quesiti a risposta aperta, Test strutturati e/o semistrutturati, esercizi, presentazioni, mappe concettuali.

Criteri di valutazione

Conoscenze linguistiche Aderenza e pertinenza alla consegna Efficacia argomentativa Padronanza dei linguaggi Conoscenza dei contenuti Capacità di utilizzare e collegare autonomamente le conoscenze interazione costruttiva disponibilità alla collaborazione con docenti e compagni costanza nello svolgimento delle attività senso di responsabilità autonomia nello studio puntualità nelle consegne completezza dei contenuti dei lavori presentati impegno nella produzione del lavoro proposto progressi rilevabili nell’acquisizione di conoscenze, abilità, competenze.

(24)

SCHEDA INFORMATIVA DI MATEMATICA

Docente CERAVOLO MARINA

Ore effettive di lezione fino al 15 maggio 2022

108

Libri di testo MATEMATICA: Bergamini.Trifone, Barozzi - Matematica.blu 2.0 Vol. 4 e Vol. 5, Ed. Zanichelli Obiettivi

raggiunti Conoscenze

Le funzioni e le loro proprietà

Il calcolo dei limiti e le forme indeterminate

Gli asintoti di una funzione

La derivata di una funzione e i teoremi sulle funzioni derivabili

Lo studio delle funzioni, massimi, minimi e flessi

L’integrale indefinito e l’integrale definito Abilità

Individuare le principali proprietà di una funzione

Studiare il comportamento di una funzione reale di variabile reale

Saper studiare una funzione razionale e tracciarne il grafico

Affrontare lo studio di una funzione o la risoluzione di un problema secondo uno schema prefissato

Saper calcolare le derivate e gli integrali delle più semplici funzioni Saper individuare, sintetizzare e collegare i concetti chiave di ciascun argomento

Competenze

Saper applicare i concetti e i metodi dell’analisi delle funzioni reali di variabile reale

Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative

Risolvere semplici problemi

Analizzare dati e interpretarli, sviluppando ragionamenti logici sugli stessi che prevedano l’utilizzo di rappresentazioni grafiche

Valutare mezzi e metodi adottati nella scienza e nella tecnologia

Utilizzare strategie logico-deduttive, corredate da aspetti comunicativi verbali e scritti, corretti formalmente e concettualmente, per affrontare situazioni problematiche ed elaborare le opportune soluzioni

Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle Attività di approfondimento disciplinare

Contenuti Funzioni reali di variabile reale. Dominio e codominio di una funzione. Classificazione delle funzioni e insieme di esistenza di una funzione. Proprietà delle funzioni. Funzione inversa. Funzione composta.

Grafici di funzioni e trasformazioni geometriche.

Limite di una funzione. Approccio intuitivo al concetto di limite. Definizioni di limite: limite finito , limite infinito, limite destro e sinistro di una funzione. Proprietà dei limiti e teoremi fondamentali.

Limiti fondamentali. Teorema dell’unicità del limite. Teorema della permanenza del segno. Teorema del confronto. Operazioni sui limiti. Somma, prodotto, quoziente e potenza a esponente razionale. I limiti infiniti e le forme di indecisione. Il calcolo delle forme indeterminate.. Limiti deducibili dai limiti notevoli. Infinitesimi e infiniti. Confronto tra infiniti e confronto tra infinitesimi. Gerarchia degli infiniti e loro confronto.

Funzioni continua. Definizione. Continuità di funzioni elementari. Funzioni razionali intere e fratte, funzioni goniometriche, funzioni esponenziali, funzioni logaritmiche. Teoremi sulle funzioni continue. I punti di discontinuità per una funzione. Discontinuità di prima specie. Discontinuità di seconda specie.

Discontinuità eliminabile o di terza specie.

Asintoti di una funzione. Asintoti verticali, asintoti orizzontali e asintoti obliqui. Il grafico probabile di una funzione.

Derivata e differenziale di una funzione. Rapporto incrementale e concetto di derivata. Definizione di derivata, significato geometrico della derivata. La derivata e la retta tangente. Teorema su continuità e derivabilità. La derivata delle funzioni elementari e le regole di derivazione. Derivate fondamentali.

(25)

Derivata di una somma, di un prodotto e di un quoziente. Derivata di una funzione composta. Derivata della funzione logaritmica e della funzione esponenziale. Derivata di [f(x)]g(x). Derivata della funzione inversa. Equazione della retta tangente a una curva in un suo punto. Funzioni non derivabili. Punti angolosi e cuspidi. Applicazioni delle derivate alla fisica. Differenziale di una funzione.

Teoremi sulle funzioni derivabili. Teorema di Rolle e sua interpretazione geometrica. Teorema di Lagrange e sua interpretazione geometrica. Conseguenze del teorema di Lagrange. Funzioni crescenti e funzioni decrescenti. Teorema di Cauchy. Teorema di De L’Hospital. Regola di De L’Hospital.

Punti estremanti e punti di flesso. Massimi e minimi relativi di una funzione. Concavità. Flessi.

Massimi, minimi, flessi a tangente orizzontale e derivata prima. Flessi e derivata seconda. Massimi, minimi, flessi e derivate successive. Problemi di massimo e di minimo. Massimo assoluto e minimo assoluto di una funzione in un intervallo chiuso e limitato.

Studio di funzione. Funzioni razionali intere e fratte. Funzioni irrazionali. Funzioni esponenziali.

Funzioni logaritmiche. Funzioni goniometriche. Funzioni inverse delle funzioni goniometriche. Funzioni con i valori assoluti. Ricerca delle soluzioni approssimate di un’equazione. Metodo della bisezione.

Metodo delle secanti. Metodo delle tangenti.

Integrali indefiniti. Concetto di integrale. Primitive di una funzione integranda. Calcolo delle primitive.

Proprietà degli integrali indefiniti.

Integrali indefiniti. Integrali indefiniti immediati. Integrali di funzioni riconducibili a derivate di funzioni composte.Integrazione per composizione. Integrazione per sostituzione. Integrazione per parti.

Integrale definito e problema delle aree. Introduzione al problema, aree di superficie piane e altri problemi, definizione dell’integrale definito, proprietà dell’integrale definito, calcolo dell’integrale definito.

Calcolo delle aree. Calcolo dei volumi. Applicazioni degli integrali alla fisica.

Educazione civica Tematiche Costituzione Diritto Legalità Solidarietà

Competenze  Esercitare i principi della costituzione, con competenza e coerenza rispetto al sistema integrato di valori che regolano la vita democratica;

Partecipare al dibattito culturale.

Conoscenze/

Abilità

Informazione e Partecipazione a temi di dibattito pubblico, attraverso servizi digitale

Metodologie In considerazione della situazione generale della classe e al fine di facilitarne l’apprendimento, la partecipazione e l’interesse, si è ritenuto opportuno trattare gli argomenti attraverso numerose esemplificazioni per raggiungere gradualmente livelli di definizione più rigorosi, per estrapolare i concetti fondamentali e sintetizzare i contenuti.

Si è sempre cercato di stimolare la capacità di riflessione e di sfruttare gli aspetti di metodicità nella ricerca. L’insegnamento è stato metodico, adeguatamente lento, di estrema chiarezza espositiva. Ogni singola proposizione è stata analizzata con ordine per affermare la rigorosità del metodo e la consequenzialità espositiva.

Si è sempre organizzata la lezione cercando di accrescere la partecipazione e la massima consapevolezza di tutti e consentendo sempre la riesamina degli argomenti e degli esercizi per gli alunni assenti alle lezioni.

Si è proceduto alla verifica in itinere degli obiettivi preposti, Si è valutato il lavoro svolto a casa utilizzando non solo interrogazioni orali, ma anche analisi di problemi.

La classe è stata più volte introdotta e guidata alla preparazione per le prove INVALSI.

Tutti gli alunni sono stati progressivamente guidati a:

usare un linguaggio matematico e scientifico pertinente e rigoroso;

migliorare il loro personale metodo di studio;

trarre semplici deduzioni teoriche e confrontarle con i risultati delle procedure;

acquisire contenuti e metodi idonei ad un’adeguata interpretazione delle situazioni reali applicando modelli di risoluzione.

Mezzi, strumenti e materiali didattici

Testo in adozione per lo studio, lo svolgimento degli esercizi e l’approfondimento, lezioni multimediali.

CLASSROOM (gestione lavoro con studenti e condivisione materiali). GMAIL(posta elettronica);

(26)

Tipologie delle prove di Verifica

Le verifiche orali hanno assunto la forma di colloquio (dialogo con ruoli definiti), di conversazione (informale e spontanea) e di interventi estemporanei. Le verifiche scritte sono state sempre svolte per comprendere il grado di apprendimento raggiunto dagli allievi.

Criteri di valutazione

Per quanto concerne criteri e strumenti della valutazione (indicatori e descrittori adottati per l'attribuzione dei voti) ci si è attenuti alle griglie di valutazione adottate nel PTOF.

Elementi di giudizio del percorso scolastico di ciascuno studente:

interazione costruttiva

disponibilità alla collaborazione con docenti e compagni

costanza nello svolgimento delle attività

senso di responsabilità

autonomia nello studio

puntualità nelle consegne

completezza dei contenuti dei lavori presentati

impegno nella produzione del lavoro proposto

progressi rilevabili nell’acquisizione di conoscenze, abilità, competenze.

(27)

SCHEDA INFORMATIVA DI FISICA

Docente CERAVOLO MARINA

Ore effettive di lezione fino al 15 maggio 2022

80

Libri di testo La Fisica di Cutnell e Jhonson Volumi 2 e 3, Ed. Zanichelli Obiettivi

raggiunti Conoscenze

Il campo elettrico e il potenziale elettrico La corrente elettrica e i circuiti elettrici Il campo magnetico

Campo magnetico e fenomeni elettrici, l’induzione elettromagnetica.

Le equazioni di Maxwell e le onde

elettromagnetiche

La relatività speciale e la relatività generale La fisica nucleare.

Abilità

Confrontare le caratteristiche del campo gravitazionale, del campo elettrico e di quello magnetico, individuando analogie e differenze.

Saper descrivere, riconoscere e spiegare secondo le relative leggi fisiche i principali elementi che costituiscono i circuiti elettrici, valutando l’importanza dei dispositivi utilizzati nella vita reale, sociale ed economica Descrivere l’utilizzo dell’induzione elettromagnetica e delle correnti indotte

Riconoscere i principali legami tra campo elettrico e campo magnetico, pervenendo al campo elettromagnetico e alle onde elettromagnetiche con le relative caratteristiche di frequenza e di lunghezza d’onda

Saper individuare, sintetizzare e collegare i concetti chiave di ciascun argomento

Competenze Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della fisica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative Risolvere semplici problemi

Analizzare dati e interpretarli, sviluppando ragionamenti logici sugli stessi che prevedano l’utilizzo di rappresentazioni grafiche

Valutare mezzi e metodi adottati nella scienza e nella tecnologia Utilizzare strategie logico-deduttive, corredate da aspetti comunicativi verbali e scritti, corretti formalmente e concettualmente, per affrontare situazioni

Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare

Contenuti Il potenziale elettrico. L’energia potenziale elettrica. Il potenziale elettrico. Le superfici equipotenziali. La deduzione del campo elettrico dal potenziale. La circuitazione del campo elettrico.

Fenomeni di elettrostatica. La distribuzione della carica nei conduttori in equilibrio elettrostatico. Il campo elettrico e il potenziale di un conduttore in equilibrio. Il problema generale dell’elettrostatica.

La capacità di un conduttore. Il condensatore. Capacità di un condensatore piano. Collegamento in seri e in parallelo dei condensatori. La capacità equivalente. Verso le equazioni di Maxwell.

La corrente elettrica continua. L’intensità della corrente elettrica. I generatori di tensione e i circuiti elettrici. La prima legge di Ohm. I resistori in serie e in parallelo. La resistenza equivalente. Le leggi di

Kirchhoff. La trasformazione dell’energia elettrica. L’effetto Joule e la potenza dissipata. La forza elettromotrice.

La corrente elettrica nei metalli. I conduttori metallici. La seconda legge di Ohm. La dipendenza della resistività dalla temperatura. Circuiti RC. Estrazione degli elettroni da un metallo. Effetto

Riferimenti

Documenti correlati

9. di impegnarsi, ai sensi dell’art. 62/2013, quale eventuale fornitore di beni e servizi a rispettare e a divulgare all’interno della propria organizzazione il

soggetti in possesso di un indice della situazione economica equivalente non superiore a 35.000,00 euro, che presentino una autocertificazione nella quale dichiarino

Il progetto prevede la realizzazione di programmi di mobilità, della durata di 17 giorni (inclusi 2 di viaggio), destinati a 20 partecipanti dell’Istituto: 10 partecipanti ad un

Richiamato l’articolo 10 del D.Lgs. 267/2000, la regolarità tecnica del presente provvedimento in ordine alla regolarità, legittimità e correttezza all’azione

Gli alunni, muniti di mascherina e rispettando la distanza di sicurezza, devono essere accompagnati dai genitori o da accompagnatori maggiorenni, i quali dovranno aspettare

Diploma di scuola secondaria superiore conseguito nel Paese straniero la cui lingua è oggetto del percorso formativo (solo per l’esperto madrelingua in assenza di

che nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non ha reso false dichiarazioni in merito ai requisiti e alle condizioni rilevanti per la partecipazione

f) coloro che sono sottoposti a una delle misure di prevenzione di cui alla legge 27 dicembre 1956, n. Non possono esercitare l'attività di somministrazione