• Non ci sono risultati.

Equilibrio Chimico

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Equilibrio Chimico"

Copied!
29
0
0

Testo completo

(1)

Equilibrio chimico

Capitolo 14

(2)

L’equilibrio è uno stato nel quale non si osservano variazioni osservabili nel tempo.

L’equilibrio chimico si raggiunge quando:

•  Le velocità delle reazioni diretta e inversa sono uguali e quando

•  Le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti rimangono costanti Equilibrio fisico H2O (l) Equilibrio chimico N2O4 (g) H2O (g) 2NO2 (g)

(3)

N2O4 (g) 2NO2 (g)

Partendo da NO2 Partendo da N2O4 Partendo da NO2 & N2O4

equilibrio

equilibrio

(4)
(5)

N2O4 (g) 2NO2 (g) = 4.63 x 10-3 K = [NO2] 2 [N2O4] aA + bB cC + dD K = [C] c[D]d

(6)

K >> 1 K << 1

È spostato a destra Favorisce i prodotti È spostato a sinistra Favorisce i reagenti

L’equilibrio

K = [C]

c[D]d

(7)

L’equilibrio omogeneo si istaura in reazioni nelle quali tutte

le specie reagenti sono nella stessa fase. N2O4 (g) 2NO2 (g) Kc = [NO2] 2 [N2O4] Kp = NO2

P

2 N2O4

P

aA (g) + bB (g) cC (g) + dD (g) Kp = Kc(RT)Δn

Δn = moli di prodotti gassosi – moli di reagenti gassosi = (c + d) – (a + b)

Nella maggior parte dei casi

(8)

Equilibrio omogeneo

CH3COOH (aq) + H2O (l) CH3COO- (aq) + H3O+ (aq)

Kc

= [CH3COO-][H3O+]

[CH3COOH][H2O] [H2O] = costante

Kc = [CH3COO-][H3O+]

[CH3COOH] = Kc

[H2O]

(9)

Le concentrazioni all’equilibrio nella reazione fra il

monossodo di carbonio ed il cloro molecolare per formare COCl2 (g) a 740C sono [CO] = 0.012 M, [Cl

2] = 0.054 M, e

[COCl2] = 0.14 M. Calcola le costanti di equilibrio Kc e Kp.

CO (g) + Cl2 (g) COCl2 (g) Kc = [COCl2] [CO][Cl2] = 0.14 0.012 x 0.054 = 220 Kp = Kc(RT)Δn Δn = 1 – 2 = -1 R = 0.0821 T = 273 + 74 = 347 K Kp = 220 x (0.0821 x 347)-1 = 7.7

(10)

La costante di equilibrio Kp per la reazione

è 158 a 1000K. Qual è la pressione all’equilibrio di O2 se

la PNO = 0.400 atm e P2 NO = 0.270 atm? 2NO2 (g) 2NO (g) + O2 (g) Kp = PNO PO2 2 PNO2 2 PO2 = Kp PNO 2 2 PNO2 PO2 = 158 x (0.400)2/(0.270)2 = 347 atm

(11)

Lequilibrio eterogeneo si instaura nelle reazioni nelle quali

i reagenti e i prodotti sono in fasi differenti.

CaCO3 (s) CaO (s) + CO2 (g) Kc

= [CaO][CO2] [CaCO3] [CaCO3] = costante [CaO] = costante Kc = [CO2] = Kc

x [CaCO3] [CaO] Kp = PCO2

La concentrazione di solidi e liquidi puri non viene inclusa nell’espressione della costante di equilibrio.

(12)

PCO2 = Kp

CaCO3 (s) CaO (s) + CO2 (g)

(13)

Considera il seguente equilibrio a 295 K:

La pressione parziale di ciascun gas è 0.265 atm. Calcola la Kp e la Kc per la reazione? NH4HS (s) NH3 (g) + H2S (g) Kp = P NH 3 HP 2S = 0.265 x 0.265 = 0.0702 Kp = Kc(RT)Δn Kc = Kp(RT)-Δn Δn = 2 – 0 = 2 T = 295 K Kc = 0.0702 x (0.0821 x 295)-2 = 1.20 x 10-4

(14)

A + B C + D C + D E + F A + B E + F Kc

= [C][D] [A][B] Kc

= [E][F] [C][D] [E][F] [A][B] Kc = Kc

Kc

Kc Kc = Kc

x Kc

Se una reazione può essere espressa come somma di due o più reazioni, la costante di equilibrio della reazione globale è data dal prodotto delle costanti di equilibro delle

(15)

N2O4 (g) 2NO2 (g) = 4.63 x 10-3 K = [NO2] 2 [N2O4] 2NO2 (g) N2O4 (g) K = [N2O4] [NO2]2

= 1 K = 216

Quando si scrive una reazione nella

direzione opposta, la costante di equilibrio diventa il reciproco della costante di

(16)

Le espressioni della costante di equilibrio

1.  Le concentrazioni delle specie reagenti nella fase

condensata sono espresse in M. In fase gassosa, le concentrazioni possono essere espresse in M o in atm. 2.  Le concentrazioni di solidi puri, liquidi puri e solventi non

appaiono nella costante di equilibrio.

3.  La costante di equilibrio è adimensionale.

4.  Citando il valore di una costante di equilibrio, bisogna specificare la equazione bilanciata a cui si riferisce e la temperatura.

5.  Se una reazione può essere espressa come somma di due o più reazioni, la costante di equilibrio per la reazione

globale è data dal prodotto delle costanti di equilibrio delle singole reazioni.

(17)

Cinetica chimica e equilibrio chimico

A + 2B ABkf 2 kr ratef = kf [A][B]2 rater = kr [AB2] Equilibrio velocitàf = velocitàr kf [A][B]2 = k r [AB2] kf kr [AB2] [A][B]2 = Kc =

(18)

Il quoziente di reazione (Qc) si calcola sostituendo le

concentrazioni iniziali dei reagenti e dei prodotti nella espressione della costante di equilibrio (Kc).

SE

•  Qc > Kc il sistema evolve da destra a sinistra per raggiungere l’equilibrio

•  Qc = Kc il sistema è all’equilibrio

(19)

Calcolo delle concentrazioni all’equilibrio

1.  Esprimere le concentrazioni all’equilibrio di tutte le specie con le concentrazioni iniziali ed una singola incognita x, che rappresenta la variazione di concentrazione.

2.  Scrivere l’espressione della costante di equilibrio con le concentrazioni all’equilibrio. Se è noto il valore della

costante ricavare la x.

3.  Ricavata la x, calcolare le concentrazioni all’equilibrio di tutte le specie.

(20)

A 12800C la costante di equilibrio (K

c) della reazione

è 1.1 x 10-3. Se le concentrazioni iniziali sono [Br

2] = 0.063

M e [Br] = 0.012 M, calcola le concentrazioni di queste specie all’equilibrio.

Br2 (g) 2Br (g)

Br2 (g) 2Br (g) Sia x la variazione di concentrazioni di Br2

Iniziale (M) Cambiamento (M) Equilibrio (M) 0.063 0.012 -x +2x 0.063 - x 0.012 + 2x [Br]2 [Br2] Kc = Kc = (0.012 + 2x)2 0.063 - x = 1.1 x 10-3 Ricavare x

(21)

Kc = (0.012 + 2x)2 0.063 - x = 1.1 x 10-3 4x2 + 0.048x + 0.000144 = 0.0000693 – 0.0011x 4x2 + 0.0491x + 0.0000747 = 0 ax2 + bx + c =0 -b ± b

2 – 4ac 2a x = Br2 (g) 2Br (g) Iniziale (M) Cambiamento (M) Equilibrio (M) 0.063 0.012 -x +2x 0.063 - x 0.012 + 2x x = -0.00178 x = -0.0105 All’equilibrio, [Br] = 0.012 + 2x = -0.009 M or 0.00844 M All’equilibrio, [Br2] = 0.062 – x = 0.0648 M

(22)

Se una perturbazione esterna agisce su di un sistema

all’equilibrio, il sistema si assesta in modo da rimuovere la perturbazione e raggiungere un nuovo stato di equilibrio.

Principio di Le Châtelier

•  Variazioni di concentrazione

N2 (g) + 3H2 (g) 2NH3 (g) Add NH3 L’equilibrio si sposta a sinistra per ridurre la perturbazione .

(23)

Principio di Le Châtelier

•  Variazioni di concentrazione - continua

Variazione L’equilibrio si sposta a

Aumenta la concentrazione dei prodotti sinistra Diminuisce la concentrazione dei prodotti destra Diminuisce la concentrazione dei reagenti

Aumenta la concentrazione dei reagenti destra sinistra

aA + bB cC + dD Aggiungi Aggiungi

(24)

Principio di Le Châtelier

•  Variazioni di Volume e Pressione

A (g) + B (g) C (g)

Variazione L’equilibrio si sposta verso

Aumento di pressione dove ci sono meno moli di gas Diminuzione di pressione dove ci sono più moli di gas Diminuzione di volume

Aumento di volume dove ci sono più moli di gas dove ci sono meno moli di gas

(25)

Principio di Le Châtelier

•  Variazioni di Temperatura

Cambiamento Reaz esotermica

Aumento della temperatura K diminuisce Diminuzione della temperatura K aumenta

Reaz endotermica K aumenta

K diminuisce

(26)

Non catalizzata catalizzata

Il catalizzatore abbassa Ea sia per la reazione diretta che inversa. Il catalizzatore non sposta l’equilibrio e non cambia la costante.

•  Aggiungendo un catalizzatore

•  non cambia K

•  non cambia la posizione del sistema all’equilibrio

•  il sistema raggiunge prima l’equilibrio

(27)

La chimica all’opera

La vita ad alta quota e la produzione di emoglobina

Kc = [HbO2] [Hb][O2]

(28)

La chimica all’opera: il processo Haber

(29)

Il principio di Le Châtelier

Cambiamento Spostamento dell’equilibrio

La costante d’equilibrio varia? Concentrazione sì no Pressione sì no Volume sì no Temperatura sì sì Catalizzatore no no

Riferimenti

Documenti correlati

Tuttavia le variazioni nel tempo delle concentrazioni di Radon nel suolo sono fortemente influenzate da fattori meteorologici (precipitazioni, variazioni di

b) Il Processo è esotermico quindi un aumento della temperatura si oppone alla reazione, che si sposta verso sinistra (reagenti ).. (Principio di

In pratica più che la dipendenza della velocità di reazione dalle concentrazioni spesso interessa la dipendenza delle concentrazioni di reagenti e.. prodotti in funzione

I problemi di equilibrio più frequenti sono però quelli in cui sono date le quantità iniziali di composti che si introducono in un recipiente di reazione, è nota la K C (o la K P )

Il problema (della valutazione) delle partecipazioni di minoranza nel diritto antitrust, infatti, non può certo dirsi nuovo, essendo stato affrontato dalla

La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere danneggiata.. Riavviare il computer e aprire di nuovo

• quanti grammi della prima soluzione si devono aggiungere a 100g della seconda per ottenere una concentrazione del 15%. • che concentrazione si ottiene mescolando 4 parti della prima

We also compared the chromospheric activity level of this young star with a model of chromospheric activity evolution established by combining relationships between the R  HK index