• Non ci sono risultati.

Invito a manifestare il proprio interesse

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "Invito a manifestare il proprio interesse"

Copied!
7
0
0

Testo completo

(1)

Invito a manifestare il proprio interesse 2012–2015 2012/S 21-033026

direzioni generali dell’Ambiente e per l’Azione per il clima

1.

Ente appaltante:

Commissione europea, direzioni generali dell’Ambiente e per l’Azione per il clima, unità SRD.2

«Finanze», 1049Bruxelles, BELGIO. Tel. +32 22993421. E-mail: env-clima-ami@ec.europa.eu Indirizzo Internet della DG Ambiente: http://ec.europa.eu/environment/funding/cei_en.htm

Indirizzo Internet della DG Azione per il clima: http://ec.europa.eu/clima/tenders/interest_en.htm 2.

Tipo di bando:

Invito a manifestare il proprio interesse.

I candidati sono invitati a presentare una candidatura conformemente alle norme stabilite nel presente avviso, per l'obiettivo specificato.

L'ente appaltante stilerà un elenco dei candidati le cui domande soddisfano i criteri illustrati al successivo punto 8. Tale elenco comprende sottoelenchi, corrispondenti a ciascuno dei settori descritti al punto 4.

Ogni volta che sarà necessario concludere un contratto specifico riguardante il settore descritto al punto 4, l'ente appaltante inviterà a presentare un'offerta alcuni o tutti i candidati inclusi nell'elenco (nei sottoelenchi pertinenti), selezionati in base a criteri obiettivi e non discriminatori.

Qualora l'ente appaltante dovesse fissare un numero massimo di candidati che saranno invitati a presentare un'offerta per un determinato contratto, il numero di candidati non potrà essere inferiore a 5, a condizione che un numero sufficiente di candidati soddisfi i criteri di selezione, e potrà essere limitato ad un massimo di 20 candidati. L'ente appaltante invierà, ai candidati invitati a presentare un'offerta, il bando di gara relativo al contratto in questione.

L'inclusione nell'elenco non impegna la Commissione ad aggiudicare il contratto né, con riguardo al precedente paragrafo, ad indire un bando di gara.

Qualora il trattamento della candidatura preveda la registrazione e il trattamento di dati personali (quali nome, indirizzo e CV), tali dati saranno trattati in conformità al regolamento (CE) n. 45/2001 concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati. A meno che non venga indicato diversamente, le risposte alle domande ed ogni dato personale richiesto

dovranno valutare la manifestazione d'interesse e saranno elaborati solamente a tal fine dal responsabile del trattamento dei dati, il direttore dell'unità SRD (env-data-protection-

coordinator@ec.europa.eu). I dettagli riguardanti l'elaborazione dei dati personali sono disponibili sulla dichiarazione di riservatezza alla pagina:

http://ec.europa.eu/dataprotectionofficer/privacystatement_publicprocurement_en.pdf

I dati personali (denominazione, nome nel caso di persona fisica, indirizzo, forma giuridica, numero di registrazione e nome delle persone con poteri di rappresentanza, decisionali o di controllo, se persone giuridiche) potranno essere registrati solo nel sistema di allarme rapido (SAR) o sia nel SAR che nella base centrale di dati sull'esclusione (CED) da parte del contabile della Commissione, qualora il candidato si trovi in una delle situazioni citate nella:

— decisione 2008/969 della Commissione, del 16.12.2008, sul sistema di allarme rapido (per maggiori informazioni cfr. dichiarazione di riservatezza alla pagina:

http://ec.europa.eu/budget/info_contract/legal_entities_en.htm), o

(2)

— regolamento (CE, Euratom) n. 1302/2008 della Commissione, del 17.12.2008, riguardante la base centrale di dati sull'esclusione (per maggiori informazioni cfr. dichiarazione di riservatezza alla pagina: http://ec.europa.eu/budget/library/sound_fin_mgt/privacy_statement_ced_en.pdf). 3.

L'elenco risultante dal presente avviso sarà utilizzato esclusivamente per gli appalti pubblici di questo tipo di contratti:

Appalti di servizi in virtù dell'allegato IIA alla direttiva 2004/18/CE, ad eccezione dei contratti di ricerca e sviluppo appartenenti alla categoria 8 di tale allegato, per un importo stimato inferiore a 130 000 EUR. 4.

Descrizione completa dei settori di competenza contemplati del presente invito a manifestare interesse:

1. Politica di coesione & valutazioni dell'impatto ambientale:

1.1. valutazione dei risultati ambientali dei programmi e dei progetti cofinanziati attraverso la politica di coesione (Fondi strutturali e Fondo di coesione) e le reti transeuropee (incluse spesa, valutazioni a priori, di medio termine, a posteriori);

1.2. valutazioni ambientali dei piani, dei programmi e dei progetti in conformità alle direttive 2001/42/CE e 85/337/CEE, come modificate.

2. Natura & biodiversità:

2.1. attuazione e sviluppo delle politiche sulla biodiversità;

2.2. cambiamento climatico e biodiversità;

2.3. monitoraggio, indicatori e rendicontazione sulla biodiversità;

2.4. biodiversità ed economia, finanza e attività economiche;

2.5. attuazione delle direttive dell’UE «Uccelli selvatici» e «Habitat», conservazione di habitat e specie e ripristino interno ed esterno della rete Natura 2000, compresa l'infrastruttura verde.

3. Produzione e consumo sostenibili:

3.1. politica per la produzione sostenibile;

3.2. appalti pubblici verdi;

3.3. utilizzo sostenibile delle risorse;

3.4. piccole e medie imprese, PMI;

3.5. sistema di gestione ambientale;

3.6. valutazione del ciclo di vita di prodotti e organizzazioni;

3.7. parametri di riferimento ambientale per prodotti e organizzazioni;

3.8. consumo sostenibile.

4. Gestione sostenibile dei rifiuti:

4.1. politica sui rifiuti — impatti sociali, economici e ambientali quantificati;

4.2. prevenzione dei rifiuti compresa l'eliminazione delle sostanze pericolose;

4.3. riciclaggio dei rifiuti e altre operazioni di gestione dei rifiuti;

4.4. analisi delle pratiche di gestione dei rifiuti attuali e future.

5. Emissioni industriali, qualità dell'aria e rumore:

5.1. emissioni industriali (controllo e prevenzione integrata dell'inquinamento);

5.2. inventari delle emissioni, monitoraggio e relazioni relative alle emissioni industriali;

5.3. attività relative all'emissione di solventi;

5.4. incenerimento di rifiuti;

5.5. grandi impianti di combustione.

6. Cambiamento climatico e risorse idriche:

6.1. cambiamento climatico, risorse idriche, comprese quelle marine.

7. Protezione delle acque & dell'ambiente marino:

7.1. politica delle risorse idriche e attuazione della legislazione in Europa;

7.2. gestione dei rischi di alluvioni;

7.3. protezione dell'ambiente marino.

(3)

8. Biocidi, regolamenti PIC:

8.1. biocidi: effetti sull'ambiente e sulla salute umana;

8.2. biocidi: conformità e applicazione;

8.3. biocidi: impatti socio-economici della legislazione dell'UE;

8.4. previo assenso informato (PIC): supporto tecnico all'attuazione.

9. Prodotti chimici:

9.1. prodotti chimici e ambiente;

9.2. classificazione & etichettatura;

9.3. sostanze organiche inquinanti persistenti;

9.4. interferenti endocrini;

9.5. nanomateriali;

9.6. effetti delle combinazioni di prodotti chimici;

9.7. prodotti farmaceutici e ambiente.

10. Allargamento e relazioni ambientali internazionali:

10.1. allargamento e Spazio economico europeo;

10.2. vicinato europeo;

10.3. dimensione settentrionale;

10.4. cooperazione per lo sviluppo;

10.5. cooperazione ambientale con il G20 e i principali partner commerciali;

10.6. lotta alla desertificazione.

11. Accordi ambientali e commercio:

11.1. CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie in via di estinzione) — commercio delle specie in via di estinzione;

11.2. commercio e ambiente (questioni giuridiche e politiche relative agli accordi di libero scambio multilaterali nonché regionali/bilaterali e accordi connessi);

11.3. questioni giuridiche e politiche relative all'accesso alle risorse genetiche e alla suddivisione equa e corretta dei benefici derivanti dal loro utilizzo (ABS);

11.4. legislazione dell'UE in materia di ambiente, agricoltura e foreste;

11.5. piano d'azione FLEGT dell'UE («applicazione delle normative, il governo e il commercio nel settore forestale»).

12. Ricerca, scienza & innovazione:

12.1. ecoinnovazione: identificazione delle ecoinnovazioni nuove o emergenti, potenziale di mercato e penetrazione sul mercato, impatto e approccio sistematico;

12.2. ecoinnovazione: indicatori, investimenti nell'ecoinnovazione e strumenti finanziari connessi;

12.3. interfaccia politica e scientifica per l'ambiente: diffusione e utilizzo di prove scientifiche per l'attuazione e lo sviluppo della politica ambientale, esigenze di ricerca per la politica ambientale;

12.4. sistema condiviso di informazioni ambientali: sviluppo di un sistema condiviso di informazioni ambientali, relazioni e monitoraggio ambientale.

13. Comunicazioni:

13.1. azioni relative a Internet (redazione, grafica, sviluppo);

13.2. rapporti con la stampa e i media;

13.3. organizzazione di conferenze, eventi e mostre;

13.4. relazioni pubbliche, promozione e conduzione di campagne (compresi piani relativi alla comunicazione e strategie);

13.5. materiali per conferenze e promozionali.

14. Analisi economica:

14.1. analisi socio-economica comprese la modellazione e l'analisi costi-benefici;

14.2. strumenti basati sul mercato;

14.3. indicatori statistici ed economici;

14.4. valutazioni (a posteriori, a priori, di medio termine ecc.).

15. Tecnologia dell'informazione:

(4)

15.1. studi e consulenza;

15.2. sviluppo, manutenzione e supporto di sistemi informatici.

16. Strategia & analisi economica:

16.1. analisi economica & modellazione — cambiamento climatico in relazione a (uno o più):

energia, inquinamento atmosferico, mitigazione, impatti & adattamento, economia delle risorse, utilizzo del suolo, edifici, trasporti, crescita verde.

17. Strategia climatica, regolamentazione internazionale e monitoraggio dell'azione dell'UE:

17.1. sostenere l'UE nelle negoziazioni internazionali nell'ambito della UNFCCC in merito a

misurazioni, rendicontazione e verifica (IAR e ICA) e assicurare l'adempimento degli obblighi e dei requisiti di rendicontazione e monitoraggio connessi, compresa la preparazione degli inventari dei gas serra a livello nazionale/dell'UE, le comunicazioni nazionali, le relazioni biennali e le relazioni relative ai progressi;

17.2. adattamento e mitigazione climatica in Russia, Ucraina ed Europa orientale.

18. Strumenti basati sul mercato, compreso lo scambio delle emissioni di gas serra:

18.1. monitoraggio & scambio di emissioni, rendicontazione, verifica, conformità e applicazione (monitoraggio a livello delle installazioni e relazioni relative ai gas serra, verifica del monitoraggio a livello delle installazioni e rendicontazione dei gas serra, conformità e applicazione);

18.2. questioni in materia di sicurezza, registri & scambio di emissioni;

18.3. mercato del carbonio & mercati finanziari (analisi, funzionamento, aste, supervisione, infrastruttura post-negoziazione);

18.4. scambio di emissioni in questioni fiscali, contabili, giuridiche nazionali e internazionali;

18.5. emissioni di gas serra e potenziali di abbattimento nel settore industriale e dell'energia;

18.6. competitività e impatti della rilocalizzazione delle emissioni di carbonio sull'industria in relazione alle politiche sul clima;

18.7. meccanismi flessibili (meccanismi di sviluppo pulito, attuazione congiunta).

19. Tecnologie a bassa emissione di carbonio:

19.1. valutazione ambientale, economica e tecnica delle tecnologie a bassa emissione di carbonio (tecnologie di efficienza energetica, fonti di energia rinnovabili, cattura e stoccaggio del carbonio, nucleare);

19.2. sviluppo delle capacità e sensibilizzazione al fine di promuovere la mitigazione delle emissioni di gas serra nei settori al di fuori del sistema di scambio delle quote di emissioni (trasporti, agricoltura, rifiuti, edifici ecc.).

20. Protezione dello strato di ozono e gas fluorurati ad effetto serra:

20.1. protezione dello strato di ozono;

20.2. gas fluorurati ad effetto serra.

21. Trasporti & ambiente:

21.1. dati relativi ai trasporti (raccolta, sintesi, riconciliazione);

21.2. modellizzazione dei trasporti (sviluppo di scenari, previsioni, simulazioni a ritroso).

22. Clima, energia & ambiente:

22.1. cambiamento climatico & trasporti;

22.2. valutazione, riduzione e controllo delle emissioni di gas serra da parte dei veicoli (inclusi i potenziali di riduzione e i costi delle tecnologie relative ai veicoli, monitoraggio e rendicontazione dei gas serra).

23. Adattamento al cambiamento climatico:

23.1. integrazione dell'adattamento nelle politiche locali, regionali, nazionali e dell'UE;

23.2. gestione dei rischi di calamità naturali comprese le misure preventive, la mappatura e la valutazione dei rischi;

23.3. strumenti di sostegno all'adattamento: sistemi informatici, banche dati, portali, risorse di formazione e conoscenze;

23.4. economia del cambiamento climatico, valutazioni dei costi dell'impatto, costi e benefici dell'adattamento.

(5)

24. Strategie per il finanziamento in materia di clima e per l'utilizzo del terreno, i cambiamenti nella destinazione d’uso del terreno e le attività silvicole (LULUCF):

24.1. cambiamento climatico, LULUCF, agricoltura e suolo;

24.2. finanziamento della lotta al cambiamento climatico, compresi gli aspetti internazionali e la tracciabilità delle spese in materia di clima;

24.3. negoziazioni internazionali e strategia relativa al clima. 5.

Luogo della prestazione:

Cfr. capitolato d'oneri. 6.

Scadenza dell'elenco risultante dal presente invito a manifestare interesse:

L'elenco dei potenziali candidati è valido fino a 3 anni dalla data di spedizione del presente avviso.

Gli interessati possono presentare una candidatura in qualsiasi momento durante il periodo di validità dell'elenco, eccezion fatta per gli ultimi 3 mesi. 7.

Forma giuridica del raggruppamento aggiudicatario dell'appalto:

Non è richiesta alcuna forma giuridica particolare. Possono candidarsi anche le persone fisiche. 8.

Criteri per essere ammessi nei (uno o più) sottoelenchi di potenziali candidati:

8.1. Criteri di esclusione:

i candidati saranno esclusi dalla gara nel caso in cui:

1) siano in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo, cessazione d'attività o in ogni altra situazione analoga risultante da una procedura della stessa natura prevista da leggi e regolamenti nazionali, ovvero a carico dei quali sia in corso un procedimento di tal genere;

2) nei loro confronti sia stata pronunciata una condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che incida sulla loro etica professionale;

3) che abbiano commesso un errore professionale grave comprovato con qualunque elemento documentabile dall'ente appaltante;

4) che non siano in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali o con gli obblighi relativi al pagamento d'imposte e tasse secondo la legislazione del paese in cui sono stabiliti o del paese dell'amministrazione aggiudicatrice o del paese in cui dev'essere eseguito l'appalto;

5) siano stati oggetto di una sentenza passata in giudicato per frode, corruzione, concorso in associazione a delinquere o qualsiasi altra attività illecita che leda gli interessi finanziari dell'UE;

6) che siano attualmente soggetti a una sanzione amministrativa di cui all'articolo 96, paragrafo 1, del regolamento finanziario.

I candidati dovranno fornire una dichiarazione sull'onore (cfr. atto standard di candidatura nella parte B) con cui dichiarano se rientrano o meno in una delle situazioni descritte sopra. Tale dichiarazione sull'onore dovrà essere firmata dalla persona o dalle persone autorizzate a rappresentare il candidato e a firmare i contratti successivi.

Ai candidati presenti negli elenchi di potenziali offerenti che hanno ricevuto un invito a presentare offerte potrà essere richiesto di dichiarare che si trovano ancora nella stessa situazione

relativamente ai criteri di esclusione secondo quanto indicato nella loro candidatura e, prima dell'aggiudicazione, potrà essere richiesto loro di fornire le prove indicate in tale dichiarazione sull'onore.

Qualora la candidatura coinvolga più di 1 entità giuridica (inclusi i membri), ciascuna entità dovrà presentare il formulario.

8.2. Criteri di selezione:

i criteri di selezione sono indicati di seguito.

1. Capacità economica e finanziaria:

(6)

i candidati dovranno compilare un bilancio e un conto profitti e perdite semplificati degli ultimi 2 anni (cfr. parte D1 dell'atto di candidatura standard). I dati finanziari saranno utilizzati al fine di valutare la liquidità, la solvibilità, la redditività finanziaria, e la capacità di adempiere gli obblighi e gestire il volume complementare dell'attività del candidato. La valutazione della capacità finanziaria dovrà garantire una selezione di candidati con risorse finanziarie solide e sufficienti che permettano loro di svolgere le attività per il periodo di realizzazione del contratto.

Qualora il candidato non possa completare il formulario (ad es. persone fisiche o università) saranno ritenute accettabili le seguenti alternative:

a) rendiconti finanziari per gli ultimi 2 esercizi finanziari; oppure

b) dichiarazione relativa al fatturato di vendita nel settore del presente bando di gara per gli ultimi 3 esercizi finanziari; oppure

c) altri documenti probatori qualora il candidato o l'offerente non fossero in grado, per motivi validi, di fornire quelli richiesti in precedenza.

2. Capacità professionale e tecnica per ciascun settore di competenza selezionato:

i candidati dovranno presentare prove dei titoli di studio e delle qualifiche professionali dell'équipe del personale dirigente dell'impresa e della persona/delle persone responsabile/i della realizzazione del lavoro, per ciascun settore di competenza selezionato. Dovrà essere presentato il curriculum vitae. I candidati dovranno fornire un elenco di progetti connessi eseguiti nel corso degli ultimi 3 anni. 9.

Informazioni generali:

1. Elenco degli Stati membri dell'Unione europea e/o paesi terzi dove i candidati sono competenti per la realizzazione del lavoro.

2. Prova dell'iscrizione ad un albo professionale o registro delle imprese.

(Tutti i candidati dovranno dimostrare di essere autorizzati ad eseguire il contratto conformemente al diritto nazionale, secondo quanto attestato dall'iscrizione in un registro commerciale o

professionale, o da una dichiarazione giurata o certificato, dall'iscrizione ad un'organizzazione specifica, da un'autorizzazione esplicita o da un codice d'iscrizione nel registro IVA. Qualora il candidato sia una persona fisica, gli sarà richiesto di provare il proprio status di lavoratore autonomo. Dovrà fornire informazioni riguardo la propria situazione e copertura previdenziale in relazione alle norme relative all'IVA. Qualora il candidato sia una consorzio, si prega di fornire una prova della registrazione per ciascun membro del raggruppamento). 10.

Modalità procedurali della domanda:

I candidati dovranno candidarsi utilizzando l'atto di candidatura standard (formato PDF). Il formulario da compilare è disponibile ai seguenti indirizzi web:

— DG ENV: http://ec.europa.eu/environment/funding/cei_en.htm

— DG CLIMA: http://ec.europa.eu/clima/tenders/interest_en.htm

Al fine di compilare e presentare l'atto di candidatura standard, i candidati dovranno avere almeno la versione Adobe Reader 8.1.3 o superiore. Nel caso in cui non si riuscisse a scaricare il formulario (a causa di incompatibilità del software ecc.), si prega di inviare un'e-mail a questo indirizzo: env- clima-ami@ec.europa.eu

Tale formulario dovrà essere salvato sul disco rigido, compilato e presentato utilizzando il pulsante di presentazione. Il formulario compilato dovrà essere poi stampato, firmato dal candidato e inviato per posta raccomandata al seguente indirizzo postale:

— le candidature inviate per posta raccomandata o servizi di corriere privato dovranno essere indirizzate a: Commissione europea, direzioni generali dell’Ambiente e per l’Azione per il clima,

«Call for expressions of interest (C.E.I./A.M.I)», unità Finanze — SRD.2 (BU9 01/189), 1049 Bruxelles, BELGIO,

(7)

— le candidature consegnate a mano dovranno essere indirizzate a: Commissione europea, direzioni generali dell’Ambiente e per l’Azione per il clima, «Call for expressions of interest (C.E.I./A.M.I)», unità Finanze — SRD.2 (BU9 01/189), avenue du Bourget 1, 1140 Bruxelles, BELGIO.

Sulle buste dovrà essere riportato: «Call for expressions of interest (C.E.I./A.M.I)».

I candidati potranno candidarsi per 1 o più settori di competenza.

I formulari incompleti saranno respinti.

I candidati sospettati di essere in una situazione di conflitto di interessi o colpevoli di falsa dichiarazione saranno esclusi dall'elenco.

Tutti i candidati saranno informati in merito alla loro iscrizione o mancata iscrizione nell'elenco.

Tutte le richieste di ulteriori informazioni potranno essere inviate al seguente indirizzo: env-clima- ami@ec.europa.eu.

Riferimenti

Documenti correlati

La Manifestazione d’Interesse (Allegato 1) rivolta al CSV dovrà recare il nominativo e i recapiti di un referente del progetto per ogni Associazione nonché i

Il SSPVeSA sulla base delle indicazioni presenti nello specifico piano di controllo regionale e/o sulla base di ulteriori indicazioni fornite annualmente dal Ministero della

L'Amministrazione, previa verifica della regolarità delle istanze pervenute, provvederà, mediante comunicazione formale e trasmissione dei documenti di gara, ad

Analizzando a questo punto dell’analisi, esclusivamente l’indicatore per il settore residenziale, (come da tabella 13), mostra a livello nazionale una riduzione, tra il 1990 ed

Nonostante attualmente gli enti locali non siano formalmente investiti di alcun ob- bligo di rendicontazione delle proprie emissioni, essi negli anni, e con finalità ben più

L’impianto del nuovo sistema proposto dalla Commissione si fonda su una distri- buzione del target europeo (riduzione del 20% delle emissioni entro il 2020 rispetto a

Realizzazione di interventi sulle strutture di allevamento finalizzati a migliorare le condizioni di aereazione e il microclima e a migliorare la gestione delle deiezioni

Farm CO2Sink ha l’obiettivo generale di individuare, in sistemi produttivi agro-forestali della Provincia di Piacenza, i sistemi conservativi più efficienti in termini di