• Non ci sono risultati.

COSIMOmondo sospeso

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "COSIMOmondo sospeso"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. S e d e t t e p er l’ultima volta in mezzo a noi. Se de tt e pe r l’u lti ma v olt a m in ez zo a n oi. Se de tt e pe r l’u lti ma v olt a in m ez zo a n oi. Se de tt e pe r l’u lti ma v olt a in m ez zo a n oi. Se de tt e pe r l’u lti ma v olt a m in ez zo a n oi.

± 0 cm

+ 15 cm

+ 605 cm

± 0 cm

COSIMO

mondo sospeso

Fu il 15 di giugno del 1767 che Cosimo Piovasco di

Rondò, mio fratello, sedette per l’ultima volta in mezzo a

noi. Ricordo come fosse oggi. Eravamo nella sala da pranzo

della nostra villa d’Ombrosa, le finestre inquadravano i

folti rami del grande elce del parco. Era mezzogiorno, e

la nostra famiglia per vecchia tradizione sedeva a tavola

a quell’ora, nonostante fosse già invalsa tra i nobili la

moda, venuta dalla poco mattiniera Corte di Francia,

d’andare a desinare a metà del pomeriggio. Tirava vento

dal mare, ricordo, e si muovevano le foglie. Cosimo disse: -

Ho detto che non voglio e non voglio! – e respinse il piatto

di lumache.

Mai s’era vista disubbidienza

più grave.

[...]

Stando a tavola con la famiglia, prendevano corpo i rancori

famigliari, cosa di cui mi resi conto solo in seguito: allora

avevo otto anni, tutto mi pareva un gioco,

la guerra

di noi ragazzi contro i grandi

era la solita di

tutti i ragazzi, non capivo che l’ostinazione che ci metteva

mio fratello celava qualcosa di più fondo, al punto da farlo

decidere a

separare per sempre la sua sorte

dalla nostra.

Bar. p.1

Il personaggio di Cosimo incarna un

duplice spirito: da una parte ribelle ai dettami della famiglia e dall’altra parte curioso ed esploratore. L’azione che dà inizio a tutta la vicenda è il suo rifiuto delle regole impostegli dal padre, che si risolve nella sua decisione di vivere sugli alberi. Guardando le cose da una certa distanza Cosimo le riesce ad osservare

e cemprendere meglio.

Lo spazio al disotto della tangenziale est milanese è un luogo al confine tra due

zone urbane di diversa intensità. Come la scelta di Cosimo lo porta a vivere scostato, ma comunque nei pressi della società da cui si vuole scostare, così questo luogo si colloca come un’area altra rispetto al tessuto urbano classico. Il progetto definisce uno spazio che

possa, anche solo temporaneamente, abitare un luogo altrimenti inutilizzato attraverso una serie di dispositivi e funzioni pensate in base alle vicende del personaggio Cosimo, che possano sia avere un risvolto funzionale che uno narrativo. Viene inoltre ripresa dal personaggio la

suggestione del vivere staccati da terra, tramite la soluzione di appendere la

maggior parte di dispositivi possibile.

CAVALCAVIA TANGENZIALE EST 45° 28’ 16.033’’ N 009° 15’ 06.106’’ E

PIANTA 1:200

\\ BOTTINI_RIVA/ARALDI_METROPOLITANI/COSIMO/TAV.1

A

Riferimenti

Documenti correlati

Rappresenta un elemento di forza trasversale la creazione di un gruppo di lavoro stabile, che chiameremo Commissione PDM, che vede la partecipazione di docenti

Essa riguarda, in particolare, le cose mobili che non siano proprietà di nessuno o per non esserlo mai state (res nullius) o per essere state abbandonate dal

Particolare attenzione va posta quando la legge o il contratto prevedono che il recesso vada fatto entro un dato termine, come quando si impone di dare un certo preavviso

Ci sono però ancora ampie zone di trattazione da sviluppare sulla questione delle opportunità e modalità di impiego naturale della masse d’aria in architettura, quelle

12.00 - 13.00 Analisi del caso e approfondimenti (Tavola rotonda) Vincenzo Crupi, Fabrizio Elia, Pier Riccardo Rossi, Franco Floris, Vittoriano Petracchini, Franco Lupano.

In tale ipotesi, comunque, il nuovo creditore (cessionario) non può chiedere risarcimenti al cedente: la legge infatti stabilisce che tutte le volte in cui

CREAM project: Coordinating REsearch in support to Application of ecosystem approach to fisheries and management advice in the Mediterranean and Black seas.. EU

Selezione pubblica per titoli ed esame colloquio per l’affidamento di una borsa di studio per attività di ricerca da svolgersi presso EMI.. Borsa di