• Non ci sono risultati.

persone con disabilità intellettiva grave e disturbo

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "persone con disabilità intellettiva grave e disturbo"

Copied!
20
0
0

Testo completo

(1)

Valutare la soddisfazione in persone con disabilità

intellettiva grave e disturbo dello spettro autistico.

Il protocollo PAMAPI

Dott. Mauro Vitali Dott.ssa Irene Pallini

(2)

Chi siamo

Nel nostro centro ospitiamo 21 utenti (età media = 35) non verbali o con linguaggio prevalentemente non funzionale :

- 19 affetti da disabilità intellettiva grave e disturbo dello spettro autistico - 2 con diagnosi di disabilità grave

PAMAPI

Centro di abilitazione per disturbi di spettro

autistico

(3)

ORGANIGRAMMA PAMAPI

- EQUIPE MULTIPROFESSIONALE QUALIFICATA-

(4)

1 = falso, 2= abbastanza falso, 3= né vero né falso, 4 = abbastanza vero, 5 = vero

Le persone sono collaborative

Le persone si

capiscono a vicenda senza problemi

Le persone si aiutano tra loro

Ognuno pensa a se stesso (rev)

Le ambizioni personali sono più considerate dello spirito di gruppo (rev)

C’è un forte spirito di collaborazione

Le persone

interferiscono con il lavoro degli altri (rev)

Il clima tra le persone è freddo e impersonale (rev)

Le persone cercano di mettere a proprio agio i nuovi arrivati

Davanti ai responsabili per me è difficile esprimere ciò che realmente penso (rev)

(5)

PAMAPI ha come obiettivo quelli di migliorare la Qualità di Vita dei nostri utenti, ossia mantenere e incrementare:

le abilità quotidiane necessarie,

la partecipazione nelle Interazioni sociali, l‘esecuzione delle routine quotidiane,

la gestione dello stress psicologico e dei comportamenti problema, le attività ricreative di tempo libero.

(6)

Progetto Riabilitativo Individualizzato

Per ogni utente è previsto un Piano Riabilitativo Individualizzato (PRI), condiviso

con i familiari, comprensivo di obiettivi precisi negli ambiti del comportamento, della comunicazione e delle autonomie.

(7)
(8)

La Soddisfazione

Nella quotidianità monitoriamo gli sviluppi degli utenti attraverso uno strumento che registra

• la Soddisfazione che l’utente manifesta nel portare avanti il compito,

• il Tempo impiegato per svolgere l’attività,

• l’Autonomia

• il Completamento del compito stesso.

Legenda:

Soddisfazione

0= attività non svolta 1= No 2= Poco 3= Non si sa 4= Si 5= Molto

Tempo impiegato (in minuti)

0= attività non svolta 1= < 2min 2= da 2 a 5min 3= da 5 a 10min 4= da 10 a 30min 5= > 30min

Autonomia

0= attività non svolta 1= prompt fisico totale 2= prompt fisico parziale 3= prompt verbale o pointing 4= richiamo dell’attenzione 5= autonomo

Completamento

0= attività non svolta 1= No 3= In parte 5= Totale

(9)

Score annuale riassuntivo

(10)

OBIETTIVI

Ottenere una valutazione il più oggettiva possibile della Soddisfazione dell’utente per le attività svolte, così da riuscire ad individuare le attività più e meno gradite;

Individuare una possibile relazione tra il gradimento che l’utente prova durante lo svolgimento dell’attività e le altre tre variabili (Completamento, Tempo e Autonomia) considerate;

Utilizzare i dati raccolti per la stesura di Progetti Riabilitativi Individuali (PRI) sempre più centrati sulla persona e

relativa riorganizzazione delle attività nei limiti delle possibilità del servizio.

(11)

Risultati 2014

(12)

Il nostro utente S. alla fine dell’anno 2014 ha presentato i seguenti risultati:

0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5

media soddisfazione

Media 2.09 Media

2.76

Legenda:

Soddisfazione

0= attività non svolta 1= No 2= Poco 3= Non si sa 4= Si 5= Molto

(13)

0 1 2 3 4 5 6

Completamento

0 1 2 3 4 5 6

Tempo Media

3.44 Media

2.30

Media

2.32 Media

1.89

Legenda:

Tempo impiegato (in minuti)

1= < 2min 2= da 2 a 5min 3= da 5 a 10min 4= da 10 a 30min 5= > 30min

Completamento 1= No 3= In parte 5= Totale

(14)
(15)

0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5

media soddisfazione Media

4.71

Legenda:

Soddisfazione

0= attività non svolta 1= No 2= Poco 3= Non si sa 4= Si 5= Molto

(16)

0 1 2 3 4 5 6

Completamento

0 1 2 3 4 5 6

Tempo Media

4.88 Media

5.00

Legenda:

Tempo impiegato (in minuti)

0= attività non svolta 1= < 2min 2= da 2 a 5min 3= da 5 a 10min 4= da 10 a 30min 5= > 30min

Completamento

0= attività non svolta 1= No 3= In parte 5= Totale

(17)

0 1 2 3 4 5 6

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre

Autonomia - Ippoterapia

Autonomia

0= attività non svolta 1= prompt fisico totale 2= prompt fisico parziale 3= prompt verbale o pointing 4= richiamo dell’attenzione 5= autonomo

(18)

Conclusioni

• Ottenere una valutazione il più oggettiva possibile della Soddisfazione dell’utente per le attività svolte, così da

riuscire ad individuare le attività più e meno gradite;

• Individuare una possibile relazione tra il gradimento che l’utente prova durante lo svolgimento dell’attività e

le altre tre variabili (Completamento, Tempo e Autonomia) considerate;

• Utilizzare i dati raccolti per la stesura di Progetti Riabilitativi Individuali (PRI) sempre più centrati sulla

persona e relativa riorganizzazione delle attività nei limiti delle possibilità del servizio.

• I risultati ottenuti ci fanno pensare di essere riusciti ad individuare, tra le molte attività proposte, quelle più

gradite a ciascun utente;

• Dai risultati precedentemente presentati si evince che una possibile relazione tra la

Soddisfazione e l’Autonomia, il Tempo e il Completamento è possibile;

• Grazie a tali risultati gli educatori hanno potuto lavorare ai PRI 2015 prendendo in considerazione le

preferenze dell’utente e, come struttura, poter investire nei progetti preferiti agli utenti.

(19)

Gli operatori hanno dichiarato:

«Grazie a questo lavoro ho potuto considerare quali attività sono realmente più apprezzate dai ragazzi, e di conseguenza mi sono interrogato sulla mia personale motivazione e impegno che nel futuro avrò nel portare avanti

un’attività piuttosto che un’altra»

«Grazie a questo lavoro un operatore è in grado di formulare un PRI più mirato e funzionale»

«A seguito di questo importante lavoro mi sono maggiormente reso conto dell’importanza di un accordo tra noi educatori rispetto alla valutazione della soddisfazione dell’utente»

(20)

GRAZIE PER

L’ATTENZIONE

Riferimenti

Documenti correlati

- Persone di qualsiasi età, al domicilio, che evidenziano gravi limitazioni della capacità funzionale che compromettono significativamente la loro autosufficienza e autonomia

Non in tutte le normative regionali è prevista la possibilità per i minorenni di indirizzare segnalazioni direttamente al Garante, in considerazione del fatto che i genitori

Allegati 81.. Relazione delle attività svolte - anno 2012.. La Convenzione delle N.U. 176, proclama e sancisce il principio secondo cui le persone di minore età sono titolari

2018/11/27 CONFERENZA STAMPA TRASPORTO PUBBLICO METROPOLITANO2. LA

a) vigila, affinché l’esecuzione della custodia dei detenuti, degli internati, dei soggetti sottoposti a custodia cautelare in carcere o ad altre forme di limitazione della

“contenuta”. E’ quella che ha riscontrato il Garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive o limitative della libertà personale, Desi Bruno, visitando la

 Statistica Economica I per i corsi di laurea di I livello in Scienze Statistiche ed Economiche, Scienze Economiche, Economia dei mercati Finanziari, mutuato dal corso di

Paul Cézanne: cenni biografici, sviluppo della sua poetica e suddivisione in periodi della sua produzione pittorica; opere: I giocatori di carte; cenni ai dipinti dedicati