COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

Testo completo

(1)

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 16

O G G E T T O

CONFERMA VALORI AREE FABBRICABILI AI FINI DEI CONTROLLI IN MATERIA DI I.C.I..

ANNO 2010.

L’anno 2010 addì QUATTRO del mese di MARZO alle ore 18,45 nella sala delle adunanze del Comune suddetto, convocata con appositi avvisi, si è riunita la Giunta Comunale con la presenza dei signori:

1) PASSARIN VINCENZINO SINDACO 2) GUGLIELMO MARCO ASSESSORE 3) TECCHIO GUSTAVO ASSESSORE

Partecipa all’adunanza il sig. PRA DR. GIUSEPPE in qualità di Segretario Comunale.

Il sig. PASSARIN VINCENZINO nella sua qualità di Sindaco assume la presidenza e, riconosciuta legale l’adunanza, dichiara aperta la seduta ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopra indicato.

_______________________________________________________________________________

Deliberazione meramente esecutiva

Trasmessa in elenco ai Capigruppo Consiliari

Pres. Ass.

giust.

Ass.

ingiust.

X X X

COMUNE DI BOSCHI SANT’ANNA

PROVINCIA DI VERONA

____________________

(2)

OGGETTO: Conferma valori aree fabbricabili ai fini dei controlli in materia di I.C.I..

Anno 2010.

VISTO l’art. 5 del D. Lgs. 30/12/1992, n. 504, che testualmente recita:

“5. Per le aree fabbricabili, il valore è costituito da quello venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di imposizione, avendo riguardo alla zona territoriale di ubicazione, all’indice di edificabilità, alla destinazione d’uso consentita, agli oneri per eventuali lavori di adattamento del terreno necessari per la costruzione, ai prezzi medi rilevati sul mercato dalla vendita di aree aventi analoghe caratteristiche.”;

VISTO poi l’art. 6, comma 9, del Regolamento per l’applicazione dell’imposta comunale sugli immobili (I.C.I.), che testualmente recita:

“9. Al fine di ridurre al massimo l’insorgenza di contenzioso con i propri contribuenti la Giunta Comunale determina periodicamente e per zone omogenee i valori venali in comune commercio delle aree fabbricabili. Non sono sottoposti a rettifica i valori venali delle aree fabbricabili quando la base imponibile assunta dal soggetto passivo non risulti inferiore a quella determinata secondo i valori fissati dalla Giunta con il provvedimento su indicato, ai sensi dell’art. 59, comma 1, lett. g) del D. Lgs. n.

446/97.

I valori venali così determinati restano in vigore anche per gli anni successivi, qualora entro la data stabilita per l’approvazione del bilancio, non intervenga un nuovo atto deliberativo,”;

DATO ATTO che l’Istruttore Tecnico dell’U.T.C. ha prodotto la relazione di stima del valore delle aree edificabili ai fini di cui trattasi, valevole per l’anno 2010, allegata alla presente per farne parte integrante, formale e sostanziale;

RILEVATO che gli stessi valori sono uguali a quelli approvati relativamente all’anno 2009 con DGC n. 5 del 12/02/2009;

SI PROPONE

1. DI CONFERMARE per l’anno 2010 il valore delle aree edificabili ai fini dei controlli I.C.I., suddivise per zone omogenee, come da allegata relazione di stima prodotta dall’Istruttore Tecnico dell’U.T.C., che si approva;

2. DI DARE ATTO che in ordine a tale tipologia di beni è conseguentemente precluso al Comune il potere di accertamento qualora da parte dei contribuenti sia stata tempestivamente versata l’imposta sulla base di valori non inferiori a quelli suddetti, con riferimento all’anno d’imposta per il quale gli stessi versamenti sono stati effettuati;

3. DI PRECISARE che viene lasciata all’ufficio accertatore, nella determinazione dei valori delle aree, la possibilità di scostamenti nel limite massimo del 20% rispetto agli importi di cui alla stima approvata;

4. DI PRECISARE altresì che nel caso di definizione del valore dell’area da parte dell’Ufficio del Registro, successivamente all’instaurazione di contenzioso con il medesimo da parte del contribuente, potrà essere considerato quale riferimento il valore calcolato sulla media tra la somma definita e quella risultante dalla stima in discorso;

5. DI PRECISARE infine che i valori approvati con il presente provvedimento hanno rilevanza esclusivamente ai fini interni di questo Comune relativamente ai controlli ICI;

(3)

6. DI STABILIRE che la responsabilità del procedimento è posta in capo al Responsabile dell’Ufficio Ragioneria/Tributi, Dr.ssa Patrizia Sartori.

Il Presidente pone in trattazione la proposta di delibera sopra riportata.

LA GIUNTA COMUNALE Udita la relazione del Presidente;

Vista la proposta di deliberazione sopra riportata;

Preso atto che:

 è stato espresso ai sensi dell’art. 49, comma 1, del D. Lgs. n. 267/2000 il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica da parte del responsabile del settore competente;

 è stato espresso parere favorevole di regolarità contabile da parte del responsabile del settore ragioneria, ai sensi dell’art. 49, comma 1, del D. Lgs. n. 267/2000;

Considerata la proposta meritevole di approvazione per le motivazioni in essa indicate, che si recepiscono nel presente provvedimento;

Con voti unanimi favorevoli resi nelle forme di legge;

DELIBERA

DI APPROVARE integralmente la proposta di cui in premessa che viene inserita nel presente atto come parte costitutiva del medesimo.

Rilevata l’urgenza, il Presidente pone in trattazione la proposta di immediata eseguibilità della delibera in argomento, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D. Lgs. n. 267/2000.

La proposta viene approvata con voti unanimi favorevoli resi nelle forme di legge.

(4)

COMUNE DI BOSCHI SANT’ANNA

Provincia di Verona

Telefono 0442 99133 P.I. 00686570235

Telefax 0442 99268

Protocollo n° 1210 Boschi Sant’Anna, lì 04/03/2010

Riscontro n° _____________

All’Ufficio Ragioneria Sede

Al Signor

Segretario Comunale Sede

Al Signor Sindaco Sede

Oggetto: Stima del valore delle aree edificabili ai fini I.C.I. per l’anno 2010.

Come consuetudine si trasmette l’elenco dei valori delle aree edificabili individuate nel territorio comunale di Boschi Sant’Anna.

I sotto indicati valori sono stati calcolati sulla base delle compravendite di aree simili, ovvero dedotti attraverso l’analisi del costo della loro realizzazione:

Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “A” dest. uso residenziale: € 67,14 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “A” dest. uso non residenziale: € 25,82 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “B” e “Bs”: € 61,97 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “C1”: € 56,81 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “C2/1”: € 23,41 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “C2/2”: € 28,41 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “C2/3”: € 33,41 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “C2 con strumento att. app.”: € 56,81 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “D1”: € 25,82 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “D2”: € 10,33 Aree edificabili ricadenti in Z.T.O. di tipo “D2 con strumento att. app.”: € 25,82

Per le aree ricadenti in Z.T.O. di tipo “F” si assumerà il valore indicato dalla reddito dominicale.

Il Responsabile Area Tecnica

F.to geom. Luca Magri

(5)

SETTORE: UFFICIO RAGIONERIA

OGGETTO DELLA PROPOSTA: Conferma valori aree fabbricabili ai fini dei controlli in materia di I.C.I.. Anno 2010.

Ai sensi dell’art. 49, comma 1, del D. Lgs. 18/08/2000, n. 267, si esprime parere:

In ordine alla regolarità tecnica:

favorevole

sfavorevole Il Responsabile del Servizio ... f.to SARTORI Dr.ssa Patrizia data parere: 04/03/2010

In ordine alla regolarità contabile:

favorevole

sfavorevole Il Responsabile del Servizio ... f.to SARTORI Dr.ssa Patrizia

data parere: 04/03/2010

Per l’assunzione dell’impegno di spesa (art. 151, comma 4, D. Lgs. 18/08/2000, n. 267):

favorevole

sfavorevole Il Responsabile del Servizio ...

data parere:

 Per motivazioni su eventuali pareri sfavorevoli o altro, vedi allegati.

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :