• Non ci sono risultati.

Ogni pagina ha i seguenti oggetti: 

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Ogni pagina ha i seguenti oggetti: "

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

Oggetto Navigator

Quando viene caricata una pagina nel Browser viene creato un certo numero di oggetti.

La gerarchia di questi oggetti, che rispecchia la struttura di una pagina HTML, è la seguente:

Ogni pagina ha i seguenti oggetti:

 navigator: le sue proprietà vengono utilizzate per acquisire informazioni sul navigatore utilizzato da parte dell'utente, per utilizzare i plug-in installati sul client, e per i MIME supportati dal client.

 window: Le sue proprietà sono destinate completamente alle finestre.

 document:contiene le proprietà basate sul contenuto del docuumento come il titolo,i links, le form.

 location: le proprietà basate sull'URl corrente.

 history: contiene le proprietà rappresentanti le url che il client ha richiesto precedentemente.

In questa gerarchia, un oggetto discendente è una proprietà dell'oggetto da cui discende.

Ad esempio:

Un form chiamato theForm è un oggetto così come una proprietà di document, ed è referenziata in questo modo:

document.theForm

Per riferirsi ad una specifica proprietà bisogna specificare il nome dell'oggetto e tutti i suoi

"antenati".

Ad esempio

document.theForm.text1.value="Ciao"

Nella precedente stringa si referenzia la proprietà value di un campo testo, text1, contenuto in un form chiamato theForm nel documento corrente.

Riferimenti

Documenti correlati

La soluzione di telemonitoraggio è stata implementata mediante una piattaforma web per la visualizzazione delle informazioni di terapia e compliance e un modulo di connessione,

Ecco allora la necessità di sviluppare nell'allievo una grande forza morale che coincide in pratica con l'am- pliamento del suo mondo psichico. Quanto tempo può durare

 la composizione dei componenti – ovvero, la specifica delle loro interazioni – è basata sulla connessione delle loro interfacce Nel seguito di questa dispensa, faremo

To determine the effect of immune mediators secreted by PBMCs on JCV gene expression, we decided to use again T98G cells, a human GBM cell line, and transfect them with pcDNA3.1

Weinberg, “Estimation of false alarm probabilities in Cell Averaging CFAR Detectors via Monte Carlo Methods”, DSTO Systems Sciences Laboratory, Edinburgh, SA, Australia,

Consiste nel costringere il materiale a passare attraverso un'apertura detta "matrice" della forma

Quello che penso di essere riuscita a fare, sulla base di tali presupposti, è ciò che oggi sento di riconoscere a me stessa anche grazie al riscontro di quelle persone che mi hanno

Razzismo, sessismo e, addirittura, pedofilia, sono stati presentati come “normali in Africa” dallo stesso Montanelli (Montanelli 1972) e “normali a quel tempo”, da