Guida agli studi 2010/2011. Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

Testo completo

(1)

Guida agli studi 2010/2011

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

(2)

Guida agli studi

2010/2011

(3)
(4)

Corsi di laurea – Bachelor 9 Architettura

10 Architettura d’interni 13 Comunicazione visiva 15 Conservazione 16 Cure infermieristiche 18 Economia aziendale 20 Ergoterapia 22 Fisioterapia

24 Physiotherapie (Landquart) 27 Formazione dei docenti di scuola

elementare e di scuola dell’infanzia 28 Ingegneria civile

29 Ingegneria elettronica 31 Ingegneria geomatica 32 Ingegneria gestionale 33 Ingegneria informatica 35 Ingegneria meccanica 36 Lavoro sociale 38 Musica

39 Musica e movimento 40 Teatro

Corsi di laurea – Master 43 Business Administration 45 Conservation - Restoration 46 Engineering

47 Formazione pedagogica per docenti del Secondario I

48 Formazione pedagogica per docenti delle scuole di maturità (SMS) 49 Informatics

51 Music Composition and Theory 52 Music Pedagogy

53 Music Performance 54 Precision Manufacturing 56 Music Performance 57 Theatre

60 Servizi agli studenti 64 Informazioni generali 66 Indirizzi utili

68 Le sedi SUPSI

Anno accademico

2010/2011

(5)

Introduzione

Offrire formazioni con il preciso obiettivo di fornire alle proprie studentesse e ai pro- pri studenti le conoscenze e le competenze necessarie per un rapido ed efficace inseri- mento nel mondo del lavoro.

Assicurare un bagaglio di natura specialisti- ca, metodologica, sociale e personale che permetta loro di sviluppare successivamen- te un percorso professionale corrisponden- te al proprio potenziale e alle proprie aspet- tative.

Permettere la continuazione degli studi per coloro che desiderano formarsi ulterior- mente in Svizzera o all’estero.

Sono tre fra i principi fondamentali su cui si fonda l’insegnamento offerto presso la Scuo- la universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), i cui contenuti di dettaglio sono descritti in questa Guida con cui vo- gliamo supportarvi nelle importanti scelte che vi apprestate a fare.

Ispirandoci ai nostri valori guida di con- cretezza, originalità, multidisciplinarità, partnership, innovazione, territorialità e internazionalità i nostri bachelor e master sono progettati per unire all’impronta teo- rico-scientifica classica un orientamento professionale.

Vengono così affrontati situazioni e proble- mi in contesti e con modalità simili a quel- li con cui ci si trova poi confrontati nel mondo del lavoro, in diretto contatto con il corpo docente, costituito da docenti-ricer- catori e da professionisti che svolgono una riconosciuta attività all’esterno della scuola.

Per rispondere alla crescente esigenza di conciliare la formazione con l’attività lavo- rativa, quando possibile, le formazioni sono offerte anche in regime parallelo all’attività professionale.

Lieti di accogliervi se sceglierete la nostra Istituzione, auguro a tutti i lettori di questa Guida una accurata e lungimirante scelta e un futuro ricco di soddisfazioni.

Prof. Ing. Franco Gervasoni Direttore SUPSI

(6)

La SUPSI

La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) è una delle nove SUP - Scuole universitarie professionali - Fachhochschulen, Hautes écoles specialisé- es, Universities of Applied Sciences - rico- nosciute dalla Confederazione Svizzera.

Fondata sul diritto federale, è un ente auto- nomo di diritto pubblico, istituito dal Can- tone Ticino con legge dell’11 marzo 1997, che ha integrato numerose scuole di spe- cializzazione e istituti di ricerca pubblici e privati preesistenti. Le origini risalgono ai corsi nel settore delle costruzioni avviati nel 1852 a Lugano per iniziativa di Carlo Cattaneo.

Svolge i propri mandati istituzionali con l’obiettivo di valorizzare l’offerta universi- taria professionale quale fattore di crescita economica, sociale e culturale del proprio territorio di riferimento, costituito priori- tariamente dalla Svizzera di lingua italiana e dalla regione insubrica.

Oltre ai corsi di laurea bachelor e master presentati in questa Guida, la SUPSI pro- pone formazione continua per l’aggiorna- mento, il perfezionamento e la specializza- zione di professionisti durante tutta la loro carriera, in forma differenziata: dai corsi brevi a quelli certificati con un CAS (Certi- ficate of Advanced Studies), un DAS (Di- ploma of Advanced Studies) o un MAS (Master of Advanced Studies).

Promuove attività di ricerca applicata e svi- luppo capaci di valorizzare la trasversalità delle competenze e di assicurare un inno- vativo sostegno ai partners del territorio.

Costituisce in tal senso un’antenna capace di trasferire localmente le conoscenze deri- vanti dall’attiva partecipazione alla comu- nità scientifica nazionale e internazionale.

Offre prestazioni di consulenza e servizio ad alto valore aggiunto, basate anche sui ri- sultati della ricerca applicata, all’ammini- strazione cantonale e a numerosi e diversi- ficati enti.

Con l’affilaizione del Conservatorio della Svizzera italiana e della Scuola Teatro Di- mitri, l’attivazione del Dipartimento sani- tà nel 2006 e l’integrazione del Diparti- mento Formazione e Apprendimento nel 2009 alla SUPSI è possibile oggi seguire quasi tutti i curricoli bachelor delle SUP, nei campi del sociale, della tecnica, delle costruzioni, della musica, del teatro, del- l’economia, del design, della sanità e della formazione dei docenti.

Con l’affiliazione nel 2004 della Fernfa- chhochschule Schweiz, con sede principale a Briga nel Canton Vallese, ha conseguito una dimensione intercantonale grazie ai corsi offerti in modalità e-learning nella Svizzera tedesca nei settori dell’economia e dell’informatica.

Dal 2007 si può inoltre frequentare il cor- so di laurea in fisioterapia anche presso la sede di Landquart, nel Canton Grigioni, grazie alla collaborazione con la Fondazio- ne Thim van der Laan.

(7)

Calendario accademico 2010/2011

Iscrizioni

Termine di preiscrizione 15.04.2010

Termine di iscrizione definitiva 31.07.2010

Semestre autunnale 2010 Inizio dei corsi

20.09.2010

Sospensione generale dei corsi

01.11.2010 Ognissanti

08.12.2010 Immacolata

24.12.2010*–09.01.2011 Natale *fine dei corsi alle 12.00 Fine dei corsi e certificazioni

Tra il 10 gennaio e il 18 febbraio 2011, secondo il calendario dei dipartimenti Semestre primaverile 2011

Inizio dei corsi 21.02.2011

Sospensione generale dei corsi 22.04.2011 – 01.05.2011 Pasqua

02.06.2011 Ascensione

13.06.2011 Lunedì di Pentecoste

23.06.2011 Corpus Domini

29.06.2011 SS. Pietro e Paolo Fine dei corsi e certificazioni

Tra il 6 giugno e l’8 luglio 2011, secondo calendario dei dipartimenti Sessione di certificazione estiva tra il 29 agosto e il 16 settembre 2011

Prove di certificazione, corsi a blocco, integrativi od opzionali, possono avere luogo anche al di fuori di queste date.

Si riservano modifiche al calendario accademico.

La SUPSI si riserva la facoltà di non attivare dei curricoli e/o modalità di studio nel caso in cui non venga raggiunto un adeguato numero di iscritti.

(8)

Bachelor

Corsi di laurea triennale

2010/2011

(9)

Architettura

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni) Curricolo parallelo all’attività

professionale (180 ECTS su quattro anni)

Titolo rilasciato

Bachelor of Arts SUPSI in Architettura

Obiettivi del corso

La formazione Bachelor in architettura è caratterizzata da attitudini e competenze orientate allo sviluppo di soluzioni proget- tuali e realizzative destinate a una qualifi- cante evoluzione dell’ambiente costruito.

L’orientamento generalista della formazio- ne è finalizzato all’apprendimento di no- zioni teoriche e pratiche e all’acquisizione di competenze professionali, metodologi- che, sociali e personali che permettono di formulare e sviluppare proposte ragionate, economicamente equilibrate, che tengano conto degli aspetti culturali, ambientali, sociali e di sviluppo sostenibile.

Già a partire dal primo semestre gli stu- denti d’architettura si esercitano nell’ela- borazione di progetti vicini alla realtà, che vengono sviluppati e approfonditi nei loro aspetti costruttivi e realizzativi.

Determinanti sono il rapporto concreto con le esigenze della professione e l’ap- proccio interdisciplinare. Nell’ambito del- l’atelier, la reciproca collaborazione dei do- centi e lo sviluppo coordinato dei progetti permette di ottenere l’applicazione pratica ed efficace delle conoscenze acquisite du- rante i seminari e le ore di lezione di tipo più tradizionale.

Prospettive professionali

Chi ottiene il Bachelor in architettura pos- siede le competenze teoriche e pratiche in ambito costruttivo, strutturale, scientifico, tecnologico e gestionale, finalizzate all’ela- borazione e realizzazione professionale di un progetto. Le conoscenze culturali acqui- site gli permettono di sviluppare un’idea progettuale nel rispetto della qualità archi- tettonica. È in grado di collaborare con specialisti e operatori che partecipano allo

sviluppo di un progetto e di coordinare il loro apporto per assicurare un risultato fi- nale coerente ed equilibrato. La sua forma- zione permette un accesso diretto al mon- do del lavoro e l’assunzione di crescenti competenze e responsabilità nei diversi set- tori dell’attività svolta da studi di progetta- zione, servizi pubblici e imprenditori edili.

Insegnamenti

Progetto I-V, Progetto VI e Tesi di Bachelor con 3 opzioni: Architettura e costruzione, Architettura e sostenibilità, Architettura e realizzazione, Costruzione I-V, Analisi strutturale I-II, Basi di scienze applicate I- II, Storia dell’architettura I-III, Strutture leggere e massicce, Gestione del progetto e della costruzione I-IV, Materiali, Impianti, Approfondimenti strutturali I-II, Energia e ambiente I-II, Sistemazione esterna, Ma- nutenzione e rinnovi, Comunicazione, Strumenti metodologici, Lingue straniere:

tedesco o inglese, Seminari diversi.

Specifica dei singoli corsi: vedi Piano degli studi.

Requisiti d’ammissione

Gli studenti con attestato federale di capa- cità (AFC) e maturità professionale tecnica (MPT) o artistica (MPA) in una professio- ne affine all’indirizzo di studio, diploma di una Scuola specializzata superiore tecnica (SSST) affine all’indirizzo di studio scelto, diploma di geometra (Italia) e diploma di perito industriale edile di una Scuola Se- condaria Superiore (Italia) sono ammessi senza esame. Gli studenti con maturità li- ceale o maturità professionale commercia- le (MPC) sono ammessi senza esame se hanno assolto un anno di pratica profes- sionale, riconosciuta dalla SUPSI, in una

(10)

professione affine all’indirizzo di studio scelto. Il dipartimento può organizzare un tale anno di pratica.

È inoltre possibile l’ammissione su dossier per i candidati di età superiore ai 25 anni sprovvisti dei titoli indicati sopra, ma con una formazione ed esperienza significative.

SUPSI

Dipartimento ambiente, costruzioni e design Campus Trevano, CP 105 6952 Lugano-Canobbio Svizzera

t +41 (0)58 666 63 00 f +41 (0)58 666 63 09 info-ar@supsi.ch

www.supsi.ch

Architettura

(11)

Titolo rilasciato

Bachelor of Arts SUPSI in Architettura d’interni

Architettura d’interni

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Obiettivi del corso

Al termine del triennio di studi, chi ottiene il Bachelor in architettura d’interni è in gra- do di caratterizzare e modificare tramite l’attività progettuale spazi esistenti o di nuo- va costruzione, per spazi s’intendono luoghi dell’abitare, pubblici e privati, in senso lato.

In particolare, deve possedere solide compe- tenze specialistiche, metodologiche, sociali e personali che gli consentiranno di:

– essere in grado di realizzare progetti con una dimensione espressiva e comunicati- va efficace sviluppando i linguaggi propri della disciplina;

– avere le capacità di progettare utilizzando gli strumenti tecnici e tecnologici oggi a disposizione;

– saper costruire una visione d’insieme che lo renda capace di riunire elementi varie- gati a diversi livelli (tecnici, economici, storici e culturali) in modo razionale e coerente;

– saper interpretare e risolvere le esigenze dei committenti e della società;

– essere in grado di collaborare con altri operatori in un contesto interdisciplinare.

Il corso di laurea mira alla formazione di un professionista capace di affrontare i vari campi disciplinari specialistici e di orientar- si in un contesto in continuo mutamento.

La formazione si profila principalmente in questi ambiti:

– progetto d’interni di nuova costruzione o esistenti;

– arredo di spazi abitativi e urbani;

– allestimento di spazi espositivi e museali;

– design della luce.

Prospettive professionali

Il Bachelor in architettura d’interni per- mette di operare in studi professionali spe-

cializzati nel progetto d’interni; negli alle- stimenti di spazi museali, espositivi, ecc.;

nel design della luce e del mobile. Spesso sono anche apprezzati collaboratori in stu- di d’architettura dove portano la loro spe- cifica competenza o trovano spazio in aziende e società di allestimento che lavo- rano nell’area commerciale.

L’architetto d’interni opera prevalente- mente nella città, una città oggi sempre più consolidata e nel contempo in continuo mutamento dove la trasformazione interna del già costruito diventa una realtà sempre più diffusa e necessaria.

Realtà nella quale l’architetto d’interni tro- va un’area d’attività in forte espansione, di- versificata e complessa.

La laurea triennale SUP in architettura d’interni apre ovviamente anche l’accesso agli studi master e ai corsi di postformazio- ne.

Insegnamenti

Antropologia culturale, Colore, Conoscen- ze dei materiali, Disegno architettonico, Di- segno del colore, Disegno digitale, Disegno d’osservazione, Ecologia, Elementi di progettazione, Elementi costruttivi, Este- tica e comunicazione, Forme e numeri, Fo- tografia/proiezioni, Introduzione alla com- posizione architettonica, Linguaggio classico dell’architettura, Linguaggio del- l’architettura contemporanea, Lingue, Lu ce naturale, Modellistica, Progetto assistito, Seminario di illuminotecnica, Seminario di rappresentazione, Seminario di rilievo, Se- minario tematico, Spazio arredo, Storia del design, Strumenti di lavoro, Tecnologia del- la costruzione, Uomo e ambiente, Viaggi di studio.

(12)

Requisiti d’ammissione

Come nelle altre SUP svizzere nel settore delle arti e del design, l’ammissione al corso di laurea (Bachelor) è subordinata al supe- ramento di una prova attitudinale mirata a valutare le capacità artistiche e creative dei candidati. Gli studenti con maturità profes- sionale artistica (MPA) o tecnica (MPT) in una professione affine all’indirizzo di stu- dio, maturità del liceo artistico o di un liceo artistico di 5 anni (Italia), diploma di geo- metra (Italia) e diploma di perito industria- le edile di una Scuola Secondaria Superiore (Italia) possono accedere direttamente alla prova attitudinale, mentre gli studenti con maturità liceale o altre maturità professio- nali dovranno prima frequentare un anno di pratica professionale, riconosciuta dalla SUPSI, in un ambito affine all’indirizzo di studio scelto oppure un anno preparatorio presso una scuola d’arte. È possibile l’am- missione su dossier per candidati di età su- periore ai 25 anni sprovvisti dei titoli indica- ti sopra, ma con una formazione ed esperienza significative.

SUPSI

Dipartimento ambiente, costruzioni e design Campus Trevano, CP 105 6952 Lugano-Canobbio Svizzera

t +41 (0)58 666 63 00 f +41 (0)58 666 63 09 info-ai@supsi.ch

www.supsi.ch

Architettura d’interni

(13)

Obiettivi del corso

Il corso di laurea ha un impianto generali- sta che abbraccia competenze mutuate dal- l’area grafica tradizionale, dai nuovi media e dalle discipline audiovisive; integra in un processo di crescente complessità stru- menti come la tipografia, la fotografia, l’animazione, l’audiovideo e l’informatica per la comunicazione. Vengono offerte co- noscenze teorico-pratiche utili sia all’inse- rimento nel mondo del lavoro, sia al pro- sieguo degli studi specialistici.

Profilo professionale

Il comunicatore visivo SUPSI sa organizzare contenuti linguistici, elementi grafici, plasti- ci e sonori; sa intervenire nella creazione di immagini (fisse, animate, disegnate e in 3D), oltre che nella concezione e messa a punto in forma visiva di supporti cartacei, multi- mediali, siti internet e intranet, CD-rom e DVD; sa attingere alle conoscenze acquisite con l’obiettivo di progettare e giudicare i prodotti realizzati personalmente o da terzi.

Sa tradurre in forma visiva il senso del testo;

ha competenze nell’ambito della composi- zione e del montaggio; comunica attraverso immagini fisse e in movimento; si orienta nei diversi settori di produzione della comu- nicazione inserendosi puntualmente in uno di essi o operando in strutture “cross-plat- form”; sa riconoscere e coniugare i diversi si- stemi di segni con cui viene prodotta la co- municazione; sa acquisire linguaggi diversi per poterli applicare, approfondire, conte- stualizzare, gestire, collegare, valutare.

Sa lavorare sia da solo, sia in team; sa ricono- scere l’entità e la qualità del lavoro svolto in settori affini al proprio, sa dialogare con col- leghi e specialisti di settore cui vengono affi- dati processi specifici e complementari; sa

valutare la qualità di un prodotto; una volta inserito nel mondo del lavoro sa collocarsi con le sue competenze in modo equilibrato, competente e flessibile all’interno del pro- cesso produttivo.

Insegnamenti

Analisi e metodi del progetto; Atelier di pro- gettazione (basic design, fotografia, lette- ring, illustrazione, infografica, animazione, grafica in movimento, corporate, audio vi- deo, interazione 3D, editoria, documenta- rio, web design, campagna informativa);

Composizione dell’immagine e del progetto (tecniche di visualizzazione, teoria del colo- re, teoria della percezione visiva, testo e im- magine, teorie e tecniche del montaggio grafico); Elaborazione dell’immagine digi- tale; Laboratori di scrittura; Lingue (inglese, tedesco); Linguaggi dell’arte (dell’arte con- temporanea, della tipografia e della grafica);

Linguaggi della comunicazione (ergonomia cognitiva, schizzo progettuale, forma e sen- so, forme e numeri, psicologia della persua- sione, semiotica e semiotica del testo visivo, estetica e comunicazione, filosofia dell’im- magine); Linguaggi della comunicazione audiovisiva e multimodale (analisi del film, stili e tecniche del cinema, drammaturgia e narrazione, linguaggi sonori per l’audiovisi- vo, informatica per la comunicazione); Lin- guaggi del progetto (linguaggi dell’intera- zione, teorie e tecniche dell’animazione 3D, analisi del linguaggio multimediale e foto- grafico, teorie e metodi del montaggio nar- rativo, sonoro ed espositivo); Stili del pro- getto (fenomenologia degli stili, sociologia visuale, cultura dell’immagine, teorie e me- todi di presentazione); Gestione del proget- to (organizzazione e comunicazione degli eventi culturali, teorie e tecniche per la co-

Comunicazione visiva

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Titolo rilasciato

Bachelor of Arts SUPSI in Comunicazione visiva

(14)

SUPSI

Dipartimento ambiente, costruzioni e design Campus Trevano, CP 105 6952 Lugano-Canobbio Svizzera

t +41 (0)58 666 63 00 f +41 (0)58 666 63 09 info-cv@supsi.ch

www.supsi.ch

municazione pubblicitaria, gestione e criti- ca del progetto, funzione e gestione dei me- dia); Cultura del progetto (critica della co- municazione di massa, psicologia dei media, etica della comunicazione); Teorie e tecniche dell’editoria (storia della scrittura, tipografia espressiva e micro tipografia, teo- rie e metodi del progetto editoriale); Tesi di laurea e relativo itinerario metodologico;

Workshop.

Requisiti d’ammissione

Come nelle altre SUP svizzere nel settore delle arti e del design, l’ammissione agli studi è subordinata al superamento di una prova attitudinale mirata a valutare le ca- pacità artistiche e creative dei candidati.

Gli studenti con maturità professionale ar- tistica (MPA) o tecnica (MPT) in una pro- fessione affine all’indirizzo di studio, ma- turità del liceo artistico o di un liceo artistico di 5 anni (Italia), possono accede- re direttamente alla prova attitudinale, mentre gli studenti con maturità liceale o altre maturità professionali dovranno pri- ma frequentare un anno di pratica profes- sionale, riconosciuta dalla SUPSI, in un ambito affine all’indirizzo di studio scelto oppure un anno preparatorio presso una scuola d’arte. È possibile l’ammissione su dossier per candidati di età superiore ai 25 anni sprovvisti dei titoli indicati sopra, ma con una formazione ed esperienza signifi- cative.

Comunicazione visiva

(15)

Conservazione

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Obiettivi del corso

Il corso si propone di formare esperti nella conoscenza, nella documentazione e nella conservazione del patrimonio culturale.

Agli studenti viene proposta una formazio- ne articolata e interdisciplinare in grado di coniugare materie scientifiche e umanisti- che, aspetti teorici e capacità operativa, con attenzione per i materiali, le tecniche arti- stiche, lo stato di conservazione delle ope- re, i fenomeni di degrado presenti e la comprensione delle loro cause.

Prospettive professionali

Al termine del corso, i laureati potranno continuare la loro formazione con un Ma- ster in conservazione e restauro oppure potranno lavorare presso musei, collezioni, laboratori o imprese di restauro come col- laboratori conservatori. Gli interventi di restauro potranno essere eseguiti sotto la supervisione di un conservatore restaura- tore qualificato a livello master.

Insegnamenti

Analisi del degrado e tecniche di monitorag- gio, Biologia, Chimica, Conservazione pre- ventiva, Diagnostica, Diritto ed economia, Disegno e rilievo, Documentazione e catalo- gazione, Fisica, Fotografia, Gestione delle collezioni, Informatica, Laboratorio e can- tiere, Lingue, Rischi ambientali, Storia del- l’arte e della cultura, Storia dei materiali e delle tecniche artistiche, Storia e teoria del restauro, Tecniche storiche, artistiche e di in- tervento.

Requisiti d’ammissione

L’ammissione è subordinata al superamen- to di una prova attitudinale mirata a valu- tare le capacità artistiche e di osservazione dei candidati. Gli studenti con maturità professionale artistica o tecnica in una pro- fessione affine all’indirizzo di studio o con maturità del liceo artistico possono acce- dere direttamente alla prova attitudinale, mentre gli studenti con altre maturità do- vranno prima frequentare un anno prepa- ratorio. È possibile l’ammissione su dossier per candidati di età superiore ai 25 anni sprovvisti dei titoli indicati sopra, ma con una formazione ed esperienza significative.

SUPSI

Dipartimento ambiente, costruzioni e design Campus Trevano, CP 105 6952 Lugano-Canobbio Svizzera

t +41 (0)58 666 63 00 f +41 (0)58 666 63 09 info-cr@supsi.ch

www.supsi.ch Titolo rilasciato

Bachelor of Arts SUPSI in Conservazione

(16)

Obiettivi del corso

La formazione è strutturata a moduli ed abbina una preparazione scientifica e cul- turale di base a competenze professionali specifiche sviluppate anche nel corso degli stage formativi. Essa mira allo sviluppo di una professionalità in grado di fornire un valido contributo alla prevenzione e alla soluzione dei problemi di salute, preparan- do i futuri infermieri a:

– esercitare l’attività professionale conside- rando le più recenti conoscenze derivate dalle discipline scientifiche e dalla prati- ca professionale basata su comprovate prove di efficacia (Evidence-based prac- tice),

– sviluppare e applicare, autonomamente o in gruppo, dei metodi di risoluzione di problemi,

– assumere funzioni di gestione e di consu- lenza in ambito professionale, dando prova di responsabilità sul piano sociale e individuale,

– concettualizzare ed agire in maniera glo- bale in una prospettiva pluridisciplinare, – sviluppare modalità di comunicazione efficaci, mirate e adatte ai diversi interlo- cutori.

Prospettive professionali

Il ruolo dell’infermiere in seno alla società consiste nell’aiutare gli individui, le fami- glie e le collettività a determinare e a realiz- zare le loro potenzialità fisiche, mentali e sociali, e ciò nel contesto dell’ambiente in cui vivono e lavorano. Gli infermieri ga- rantiscono che l’individuo, la sua famiglia e i suoi amici, il gruppo sociale e la comu- nità siano debitamente coinvolti in tutti gli aspetti dell’assistenza sanitaria, e incorag- giano in tal modo l’autonomia e l’autosuf-

ficienza. Gli infermieri partecipano con al- tri professionisti della salute alla definizio- ne e alla realizzazione di progetti d’inter- vento (educativi, preventivi e terapeutici) per singoli individui o gruppi di persone.

Dato l’ampio spettro delle possibili situa- zioni di cura questi professionisti possono lavorare in vari ambiti. Essi esercitano la propria attività come lavoratori dipendenti o come liberi professionisti.

Insegnamenti

Coerentemente con le scelte pedagogiche e l’approccio didattico adottati al Dipartimen- to sanità (paradigma delle competenze, si- stema modulare, problem-based learning, professionista riflessivo) le discipline affron- tate nella formazione e gli insegnamenti re- lativi ai differenti campi disciplinari sono collocati trasversalmente nei diversi moduli.

I moduli previsti nel percorso triennale sono suddivisi in 4 ambiti formativi denominati:

“pratica clinica e tecniche professionali”, “al- terità, identità, ruolo professionale, società e salute”, “organizzazione, sistemi e strutture sanitarie”, "ricerca, metodologia e gestione dei progetti".

Tranne che per i contenuti specialistici ap- partenenti all’area "pratica clinica e tecniche professionali", gli studenti affrontano i mo- duli in comune con i corsi di Bachelor in er- goterapia e fisioterapia.

I moduli affrontati nel corso della formazio- ne sono i seguenti:

Primo anno – Conoscenza di sé e sviluppo personale, Sistemi e servizi socio-sanitari, Evidence-based practice e statistica 1 e 2, In- glese, Dimensioni comunicative e relaziona- li, Fasi della vita e caratteristiche dell’utenza, Modelli, teorie e strumenti dell’assistenza in- fermieristica, Cure di utenti con problemi

Cure infermieristiche

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Titolo rilasciato

Bachelor of Science SUPSI in Cure infermieristiche

(17)

cardiovascolari 1, Cure di utenti con proble- mi respiratori 1, Cure di utenti con disagio psicosociale 1, Cure di utenti con problemi al sistema nervoso 1, Cure di utenti con pro- blemi al sistema muscolo-scheletrico e tegu- mentario, Stage in diverse strutture sanitarie.

Secondo anno – Etica società e salute, Gestio- ne della qualità, Prospettive interculturali, Ricerca, metodologia e gestione dei progetti 1, Cure di utenti con problemi respiratori 2, Cure di utenti con problemi al sistema endo- crino, Cure di utenti con problemi del siste- ma digestivo, Cure di utenti con problemi al sistema urinario, Cure di utenti con disturbi psichici, Cure di utenti con problemi cardio- vascolari 2, Cure di utenti con problemi del sistema immunitario, Stage in diverse strut- ture sanitarie.

Terzo anno – Ricerca, metodologia e gestione di progetti 2, Collaborazioni multiprofessio- nali e sviluppo delle professioni, Sistemi for- mativi e dimensioni pedagogiche, Pratica clinica in situazioni complesse, Organizza- zione e leadership, Cure di utenti con disagio psicosociale 2, Cure di utenti con problemi del sistema nervoso 2, Cure di utenti con problemi al sistema riproduttivo, Stage in di- verse strutture sanitarie, Moduli opzionali, Lavoro finale di Bachelor.

Requisiti d’ammissione

Considerato il numero limitato di posti di- sponibili, tutti i candidati devono sostenere un esame di graduatoria (che di norma vie- ne proposto in maggio).

Al curricolo a tempo pieno sono ammessi i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

– maturità professionale federale socio-sa- nitaria

– maturità specializzata sanitaria o sociale

– maturità professionale tecnica, commer- ciale o artistica

– maturità liceale o equivalente

Per i candidati che non sono in possesso di una maturità specifica (socio-sanitaria), l’ammissione definitiva al ciclo di studi è subordinata alla frequenza dei moduli com- plementari. Per tutti i candidati l’ammissio- ne definitiva è inoltre subordinata alla certi- ficazione della pratica di pre-formazione.

Possono essere ammessi candidati di età su- periore ai 25 anni sprovvisti dei titoli di stu- dio richiesti, ma ritenuti, da parte della Di- rezione, in possesso di una formazione e di un’esperienza significative; in questo caso è previsto un esame di cultura generale.

SUPSI

Dipartimento sanità Galleria 2

6928 Manno Svizzera

t +41 (0)58 666 64 00 f +41 (0)58 666 64 01 dsan@supsi.ch

www.supsi.ch

Cure infermieristiche

(18)

Economia aziendale

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni) / Curricolo parallelo all’attività pro- fessionale (180 ECTS su quattro anni) / Curricolo Flexibility (180 ECTS su quattro anni)

Titolo rilasciato

Bachelor of Science SUPSI in Economia aziendale

Obiettivi del corso

Il Bachelor SUPSI in economia aziendale mira alla costruzione di un profilo polivalen- te e flessibile, in grado di far fronte alle nuo- ve forme organizzative aziendali e ai rapidi cambiamenti socioeconomici. Lo studio ab- bina l’acquisizione di conoscenze teoriche a competenze pratiche, avvalendosi di modelli formativi diversificati e d’avanguardia, con alternanza di periodi di studio in aula e atti- vità in azienda per favorire l’acquisizione di competenze facilmente spendibili nel merca- to del lavoro. Grande attenzione è altresì ri- volta allo sviluppo personale dello studente.

Oggi, studiare economia aziendale significa più che mai andare oltre le competenze tec- niche professionali e diventare persone con- sapevoli e responsabili del proprio operato.

La vita reale, la vita economica è più com- plessa di come appare sui manuali e la socie- tà ha bisogno sempre più di responsabili e dirigenti d’impresa etici ed illuminati.

Prospettive professionali

Lo studio in economia aziendale è un trampolino di lancio per diventare un gior- no protagonista nell’economia del territo- rio, assumendo gradualmente la funzione di quadro o dirigente in un’impresa pub- blica o privata o seguendo la via imprendi- toriale, creando e gestendo una propria impresa. L’economista aziendale SUPSI è molto apprezzato per la sua preparazione con alto contenuto scientifico, orientata al- l’esercizio della professione. Le sue cono- scenze multidisciplinari gli consentono una comprensione e un’analisi articolata della realtà aziendale e socioeconomica, con particolare sensibilità verso quella re- gionale e nazionale. Si inserisce facilmente nelle diverse funzioni chiavi aziendali, as-

sumendo ruoli specialistici o direttivi, gra- zie alla sua capacità di operare in modo re- sponsabile ed autonomo e di relazionarsi e dialogare con altre figure professionali in- terne ed esterne all’azienda. Con due anni di esperienza in ambito fiduciario, è possi- bile richiedere l’autorizzazione ad esercita- re la professione di fiduciario in Ticino.

Oltre ad intraprendere una carriera profes- sionale, i laureati possono accedere ai corsi Master o alla preparazione di esami federali (ad esempio esperto federale in finanza e controlling).

Insegnamenti

La prima parte dello studio si focalizza su- gli insegnamenti fondamentali nelle aree:

management & economia; diritto privato per l’impresa e diritto tributario; contabili- tà e finanza; metodi e strumenti; lavoro scientifico e ricerca applicata; competenze relazionali; cultura e società; lingue stra- niere.

In seguito lo studente sceglie un indirizzo di specializzazione per sviluppare ed ap- profondire tematiche professionali specifi- che, valorizzando le proprie qualità indivi- duali e caratterizzare il proprio curricolo.

Ad oggi il Dipartimento offre tre indirizzi:

Banking & Finance, Financial Reporting &

Controlling, Marketing & Sales.

Lo studio è inoltre fortemente caratterizza- to da applicazioni pratiche su casi reali in stretta collaborazione con le aziende del territorio all’interno delle “officine creative di imprenditorialità”, con lo svolgimento di progetti pratici presso l’azienda, business plan, studi di fattibilità, nonché testimo- nianze in aula, visite aziendali, giornate di lavoro a modalità workshop in azienda, ecc.

(19)

Requisiti d’ammissione

I titolari di una maturità professionale com- merciale o dell’attestato di maturità com- merciale cantonale di Bellinzona accedono direttamente al Bachelor SUPSI in economia aziendale. A coloro in possesso della maturi- tà professionale tecnica, artistica o sociosani- taria o della maturità liceale o equivalente, viene richiesto in aggiunta un anno di prati- ca professionale pregressa in ambito econo- mico-gestionale. I titolari di diplomi di scuo- le specializzate superiori affini al settore economico-gestionale sono valutati su dos- sier, in quanto vi è la possibilità di riconosci- mento di crediti. I candidati sprovvisti di uno dei titoli menzionati sono soggetti al- l’esame d’ammissione. Dettagli: vedi condi- zioni d’ammissione (sito internet).

SUPSI

Dipartimento scienze aziendali e sociali Palazzo E 6928 Manno Svizzera

t +41 (0)58 666 61 00 f +41 (0)58 666 61 01 dsas.economia@supsi.ch

www.supsi.ch

Economia aziendale

(20)

Ergoterapia

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Obiettivi del corso

La formazione è strutturata a moduli ed ab- bina una preparazione scientifica e cultura- le di base a competenze professionali speci- fiche sviluppate anche nel corso degli stage formativi. Essa mira allo sviluppo di una professionalità in grado di fornire un valido contributo alla prevenzione e alla soluzione dei problemi di salute preparando i futuri ergoterapisti a:

– esercitare l’attività professionale conside- rando le più recenti conoscenze derivate dalle discipline scientifiche e dalla pratica professionale basata su comprovate prove di efficacia (Evidence-based practice), – sviluppare e applicare, autonomamente o

in gruppo, dei metodi di risoluzione di problemi,

– assumere funzioni di gestione e di consu- lenza in ambito professionale, dando pro- va di responsabilità sul piano sociale e in- dividuale,

– concettualizzare e agire in maniera globa- le in una prospettiva pluridisciplinare, – sviluppare modalità di comunicazione ef-

ficaci, mirate e adatte ai diversi interlocu- tori.

Prospettive professionali

L’ergoterapia è una professione che pro- muove la salute e il benessere attraverso l’occupazione alfine di rendere le persone capaci di partecipare alle attività della vita quotidiana. I clienti vengono attivamente coinvolti nel processo terapeutico e i risul- tati dell’ergoterapia sono diversificati, gui- dati dal cliente e misurati in termini di par- tecipazione o di soddisfazione derivata dalla partecipazione. Gli ergoterapisti par- tecipano con altri professionisti della salute alla definizione e realizzazione di progetti

d’intervento educativi e terapeutici per sin- goli individui o gruppi di persone. L’ergote- rapia viene praticata in una vasta gamma di ambiti, compresi gli ospedali, i centri per la salute, il domicilio, i luoghi di lavoro, le scuole, le carceri e le case di riposo. Gli er- goterapisti esercitano la propria attività co- me lavoratori dipendenti o come liberi pro- fessionisti.

Insegnamenti

Coerentemente con le scelte pedagogiche e l’approccio didattico adottati al Diparti- mento sanità (paradigma delle competen- ze, sistema modulare, problem-based lear- ning, professionista riflessivo) le discipline affrontate nella formazione e gli insegna- menti relativi ai differenti campi disciplina- ri sono collocati trasversalmente nei diversi moduli. I moduli previsti nel percorso triennale sono suddivisi in 4 ambiti forma- tivi denominati: “pratica clinica e tecniche professionali”, “alterità, identità, ruolo pro- fessionale, società e salute”, “organizzazio- ne, sistemi e strutture sanitarie”, “ricerca, metodologia e gestione dei progetti”. Tran- ne che per i contenuti specialistici apparte- nenti all’area "pratica clinica e tecniche professionali", gli studenti affrontano i mo- duli in comune con i corsi di Bachelor in cure infermieristiche e fisioterapia.

I moduli affrontati nel corso della forma- zione sono i seguenti:

Primo anno – Conoscenza di sé e sviluppo personale, Sistemi e servizi socio-sanitari, Evidence-based practice e statistica 1 e 2, Inglese, Dimensioni comunicative e rela- zionali, Fasi della vita e caratteristiche del- l’utenza, Basi anatomo-funzionali del mo- vimento, Modelli, teorie e strumenti dell’ergoterapia 1 e 2, Intervento ergotera-

Titolo rilasciato

Bachelor of Science SUPSI in Ergoterapia

(21)

pico in fisiatria 1, 2 e 3, Stage in diverse strutture sanitarie.

Secondo anno – Etica società e salute, Ge- stione della qualità, Prospettive intercultu- rali, Ricerca, metodologia e gestione dei progetti 1, Situazioni frequenti di comorbi- dità, Intervento ergoterapico in fisiatria 4, Intervento ergoterapico in geriatria, Inter- vento ergoterapico in pediatria 1, Modelli, teorie e strumenti dell’ergoterapia 3, Inter- vento ergoterapico in psichiatria 1, Inter- vento ergoterapico con gruppi, Stage in di- verse strutture sanitarie.

Terzo anno – Ricerca, metodologia e gestio- ne di progetti 2, Collaborazioni multipro- fessionali e sviluppo delle professioni, Siste- mi formativi e dimensioni pedagogiche, Intervento ergoterapico in situazioni com- plesse, Organizzazione e leadership, Inter- vento ergoterapico in pediatria 2, Interven- to ergoterapico in psichiatria 2, Stage in diverse strutture sanitarie, Moduli opzio- nali, Lavoro finale di Bachelor.

Requisiti d’ammissione

Considerato il numero limitato di posti di- sponibili, tutti i candidati devono sostenere un esame di graduatoria (che di norma vie- ne proposto in maggio).

Al curricolo a tempo pieno sono ammessi i candidati in possesso di uno dei seguenti ti- toli di studio:

– maturità professionale federale socio-sa- nitaria

– maturità specializzata sanitaria o sociale – maturità professionale tecnica, commer-

ciale o artistica

– maturità liceale o equivalente

Per i candidati che non sono in possesso di una maturità specifica (socio-sanitaria), l’ammissione definitiva al ciclo di studi è

subordinata alla frequenza dei moduli complementari. Per tutti i candidati l’am- missione definitiva è inoltre subordinata alla certificazione della pratica di pre-for- mazione.

Possono essere ammessi candidati di età superiore ai 25 anni sprovvisti dei titoli di studio richiesti, ma ritenuti, da parte della Direzione, in possesso di una formazione e di un’esperienza significative; in questo ca- so è previsto un esame di cultura generale.

SUPSI

Dipartimento sanità Galleria 2

6928 Manno Svizzera

t +41 (0)58 666 64 00 f +41 (0)58 666 64 01 dsan@supsi.ch

www.supsi.ch

Ergoterapia

(22)

Fisioterapia

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Obiettivi del corso

La formazione è modulare ed abbina una preparazione scientifica e culturale di base a competenze professionali specifiche svilup- pate anche nel corso dei quattro stage for- mativi. Essa mira allo sviluppo di una pro- fessionalità in grado di fornire un valido contributo alla prevenzione e alla soluzione dei problemi di salute preparando i futuri fi- sioterapisti a:

– esercitare l’attività professionale conside- rando le più recenti conoscenze derivate dalle discipline scientifiche e dalla pratica professionale basata su comprovate prove di efficacia (Evidence-based practice), – sviluppare e applicare, autonomamente o

in gruppo, dei metodi di risoluzione di problemi,

– assumere funzioni di gestione e di consu- lenza in ambito professionale, dando pro- va di responsabilità sul piano sociale e in- dividuale,

– concettualizzare ed agire in maniera glo- bale in una prospettiva pluridisciplinare, – sviluppare modalità di comunicazione ef-

ficaci, mirate e adatte ai diversi interlocu- tori.

Prospettive professionali

La fisioterapia è una professione sanitaria orientata allo sviluppo, al mantenimento o al ripristino del movimento e delle abilità fun- zionali della persona, o di gruppi di persone, durante le varie fasi della vita. Essa compren- de interventi attuabili nel caso in cui le fun- zioni motorie, respiratorie o cardio-circola- torie siano compromesse da malattie, malformazioni congenite, incidenti o invec- chiamento. I fisioterapisti partecipano con al- tri professionisti della salute alla definizione e realizzazione di progetti d’intervento per sin-

goli individui o gruppi di persone. L’azione fisioterapica non è da intendersi soltanto in termini terapeutici ma anche preventivi. Il fi- sioterapista si avvale di diverse metodiche e tecniche di trattamento che spaziano da ap- procci terapeutici prettamente manuali al- l’utilizzo di diversi agenti fisici e all’applica- zione di metodiche neuroriabilitative. La valutazione dei risultati ottenuti è parte inte- grante del processo di presa a carico ed è fina- lizzata sia al recupero funzionale sia alla rein- tegrazione sociale e professionale dell’utenza.

I fisioterapisti definiscono e realizzano i pro- getti d’intervento in collaborazione con altri professionisti della salute possono lavorare quali dipendenti presso diverse strutture di cura e riabilitazione o svolgere la professione a livello ambulatoriale e/o domiciliare.

Insegnamenti

I moduli previsti nel percorso triennale sono suddivisi in 4 ambiti formativi denominati:

“pratica clinica e tecniche professionali”, “al- terità, identità, ruolo professionale, società e salute”, “organizzazione, sistemi e strutture sanitarie”, “ricerca, metodologia e gestione dei progetti”. Tranne che per i contenuti spe- cialistici appartenenti all’area “pratica clinica e tecniche professionali”, gli studenti affron- tano i moduli in comune con i corsi di Bache- lor in cure infermieristiche ed ergoterapia.

Coerentemente con le scelte pedagogiche e l’approccio didattico adottati al Dipartimen- to sanità (paradigma delle competenze, siste- ma modulare, Problem-based learning, pro- fessionista riflessivo) le discipline affrontate nella formazione e gli insegnamenti relativi ai differenti campi disciplinari sono collocati trasversalmente nei diversi moduli. I moduli affrontati nel corso della formazione sono i seguenti:

Titolo rilasciato

Bachelor of Science SUPSI in Fisioterapia

(23)

Primo anno – Conoscenza di sé e sviluppo personale, Sistemi e servizi socio-sanitari, Evidence-based practice e statistica 1 e 2, In- glese, Dimensioni comunicative e relazionali, Fasi della vita e caratteristiche dell’utenza, Basi anatomo funzionali del movimento, Basi dell’attività fisioterapica, Presa a carico di persone con problemi agli arti inferiori 1, Presa a carico di persone con problemi agli arti superiori 1, Presa a carico di persone con problemi al tronco e testa 1, Presa a carico di persone con problematiche neurologiche 1, Presa a carico di persone con problematiche internistiche 1, Stage in diverse strutture sani- tarie.

Secondo anno – Etica società e salute, Gestio- ne della qualità, Prospettive interculturali, Ricerca, metodologia e gestione dei progetti 1, Presa a carico di persone con problemi agli arti inferiori 2, Presa a carico di persone con problematiche neurologiche 2, Presa a carico di persone con problematiche internistiche 2, Dolore, Presa a carico di persone con pro- blemi agli arti superiori 2, Presa a carico di persone con problemi al tronco e testa 2, Sta- ge in diverse strutture sanitarie.

Terzo anno – Ricerca metodologia e gestione di progetti 2 , Collaborazioni multiprofes- sionali e sviluppo delle professioni, Sistemi formativi e dimensioni pedagogiche, Pratica clinica in situazioni complesse, Organizza- zione e leadership, Presa a carico di persone con problematiche neurologiche 3, Presa a carico di persone con problematiche inter- nistiche 3, Stage in diverse strutture sanita- rie, Moduli opzionali, Lavoro finale di Ba- chelor.

Requisiti d’ammissione

Considerato il numero limitato di posti dispo- nibili, tutti i candidati devono sostenere un

esame di graduatoria (che di norma viene proposto in maggio).

Al curricolo a tempo pieno sono ammessi i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

– maturità professionale federale socio-sani- taria

– maturità specializzata sanitaria o sociale – maturità professionale tecnica, commercia-

le o artistica

– maturità liceale o equivalente

Per i candidati che non sono in possesso di una maturità specifica (socio-sanitaria), l’am- missione definitiva al ciclo di studi è subordi- nata alla frequenza dei moduli complementa- ri. Per tutti i candidati l’ammissione definitiva è inoltre subordinata alla certificazione della pratica di pre-formazione.

Possono essere ammessi candidati di età supe- riore ai 25 anni sprovvisti dei titoli di studio richiesti, ma ritenuti, da parte della Direzione, in possesso di una formazione e di un’espe- rienza significative; in questo caso è previsto un esame di cultura generale.

Nota: Il percorso di studi per l’ottenimento del Bachelor of Science SUPSI in fisioterapia è of- ferto presso la sede di Manno in italiano e nel Canton Grigioni, a Landquart, in tedesco.

SUPSI

Dipartimento sanità Galleria 2

6928 Manno Svizzera

t +41 (0)58 666 64 00 f +41 (0)58 666 64 01 dsan@supsi.ch

www.supsi.ch

Fisioterapia

(24)

Physiotherapie (Landquart)

Vollzeit Studiengang (180 ECTS in drei Jahren) Ausbildungsziele

Der Studiengang ist nach Modulen aufge- baut und verbindet eine wissenschaftliche und kulturelle Basisausbildung mit der Ver- mittlung spezifischer Fachkompetenzen, wel- che im Rahmen der vier Ausbildungspraktika erweitert werden.

Ziel ist die Ausbildung von Professionisten, die fähig sind, einen kompetenten Beitrag zur Vorbeugung und zur Lösung von Gesun- dheitsproblemen zu leisten. Die zukünftigen Physiotherapeut/innen werden zu folgenden Tätigkeiten befähigt:

– Ausübung der beruflichen Tätigkeit unter Einbeziehung der neuesten Erkenntnisse der Wissenschaft und der evidenzbasierten Praxis

– Entwicklung und Anwendung von Pro- blemlösungsmethoden (eigenständig oder im Team)

– Management- und Beratungstätigkeiten im professionellen Bereich und verantwor- tungsbewusstes Handeln auf individueller wie auf sozialer Ebene

– Globales und fächerübergreifendes Den- ken und Handeln

- Entwicklung von effizienten Kommunika- tionsformen, die auf unterschiedliche Par- tner abgestimmt sind.

Berufsperspektiven

Die Physiotherapie ist ein Beruf im Gesun- dheitswesen, der darauf abzielt, die Bewegun- gsfähigkeit und die Funktionstüchtigkeit einer Person bzw. einer Gruppe von Personen aller Altersgruppen zu fördern, zu erhalten oder wiederherzustellen. Die Massnahmen betref- fen Menschen, deren Bewegungs- fähigkeit, Atemfunktion oder Herz-Kreislauf- Funktion beeinträchtigt ist, sei es infolge von Krankheit, angeborenen Missbildungen, Un- fällen oder Alterungsprozessen.

Physiotherapeut/innen arbeiten zusammen mit anderen Gesundheitsfachleuten an der Konzeption und Umsetzung von Intervention- sprojekten für einzelne Personen oder Perso- nengruppen. Dabei versteht sich die Physiothe- rapie nicht nur als therapeutische Massnahme, sondern auch als Prävention. Physiothera- peut/innen wenden verschiedene Behandlun- gsmethoden und Techniken an, von rein ma- nuellen Therapieansätzen bis hin zu verschiedenen Verfahren physikalischer Ein- wirkung und neurorehabilitativen Methoden.

Die Evaluation der Ergebnisse ist integraler Be- standteil des Behandlungsprozesses und zielt sowohl auf die Wiedererlangung der funktio- nellen Fähigkeiten als auch auf die soziale und berufliche Reintegration der behandelten Per- sonen ab.

Die Physiotherapeut/innen definieren und realisieren gemeinsam mit anderen Gesun- dheitsfachleuten geeignete Interventionspro- jekte. Sie können als Angestellte in verschie- denen Pflege- und Rehabilitationsein- richtungen oder als Selbstständige in einer Pra- xis und/oder bei den Patienten zu Hause ar- beiten

Studieninhalte

Die Module des dreijährigen Studiengangs sind in vier Ausbildungsbereiche gegliedert:

“Klinische Praxis und professionelle Techni- ken”, “Lebensentwicklung, Identität und pro- fessionelle Rolle, Gesellschaft und Gesundheit”, Organisation, Systeme und Strukturen des Gesundheitswesen”, "Forschung, Methodik und Leitung der Projekte”.

Gemäss dem Ausbildungskonzept und dem didaktischen Ansatz des Departements Ge- sundheit (Paradigma der Kompetenzen, mo- dulares System, Problem-based learning, Re- flektieren der professionellen Tätigkeit) sind

Studientitel

Bachelor of Science SUPSI in Physiotherapie

(25)

die Ausbildungsfächer und der entsprechende Unterricht transversal auf verschiedene Mo- dule verteilt.

Der Studiengang besteht aus folgenden Mo- dulen:

Erstes Studienjahr – Anatomische und fun- ktionelle Grundlagen der Bewegung, Grun- dlagen der physiotherapeutischen Aktivität, Befund und Behandlung von Personen mit Problemen an der unteren Extremität 1, Be- fund und Behandlung von Personen mit Pro- blemen an der oberen Extremität 1, Befund und Behandlung von Personen mit Proble- men am Rumpf und am Kopf 1, Befund und Behandlung von Personen mit neurologischen Problemen 1, Befund und Behandlung von Personen mit internistischen Problemen 1, Wählbare Module, Eigenkenntnis und per- sönliche Entwicklung, Kommunikative Di- mensionen und Beziehungen, Ethik, Gesel- lschaft und Gesundheit, Sozio-gesundheitliche Systeme und Dienstleistungen, Evidence Ba- sed Practice und Statistik 1 und 2, Sprachen.

Zweites Studienjahr – Befund und Behan- dlung von Personen mit Problemen an der un- teren Extremität 2, Befund und Behandlung von Personen mit Problemen an der oberen Extremität 2, Befund und Behandlung von Personen mit Problemen am Rumpf und am Kopf 2, Befund und Behandlung von Personen mit neurologischen Problemen 2, Befund und Behandlung von Personen mit neurologischen Problemen 3, Befund und Behandlung von Personen mit internistischen Problemen 2, Befund und Behandlung von Personen mit internistischen Problemen 3, Schmerz, Inter- kulturelle Perspektiven, Qualitätsmanage- ment, Organisation und Leadership, Klini- sche Praxis/Stage.

Drittes Studienjahr – Klinische Praxis in kom- plexen Situationen, Multiprofessionelle Zu- sammenarbeit und Entwicklung der Berufe, Systeme der Lehrbereiche und pädagogische Dimensionen, Organisation und Leadership, Forschung, Methodik und Leitung der Projek- te, Sprachen, Abschlussarbeit und Bachelor.

Zulassungsbedingungen

Da die Anzahl der Studienplätze beschränkt ist, müssen alle Bewerber/innen eine Ei- gnungsprüfung (mit Rangliste) ablegen. In der Regel findet diese Prüfung im Mai statt.

Zum Vollzeit-Studiengang werden Bewer- ber/innen mit einem der folgenden Ab- schlüsse zugelassen:

– Eidgenössische Berufsmatura Gesundheit und Soziales

– Fachmatura Gesundheit und Soziales – Berufsmatura technische, kaufmännische

oder gestalterische Richtung

– Gymnasiale Matura oder gleichwertiger Titel

Für Bewerber/innen, welche keine spezifi- sche Berufsmatura (Gesundheit und Sozia- les) besitzen, ist die definitive Zulassung an den Besuch der Zusatzmodule gebunden.

Für die definitive Zulassung aller Bewerber/innen ist ausserdem der Nachweis eines vor der Ausbildung absolvierten Prak- tikums zu erbringen. Bewerber/innen über 25 Jahre ohne die erforderlichen Studientitel, deren Ausbildung und Erfahrung von der Direktion als einschlägig beurteilt wird, kön- nen nach Bestehen einer Prüfung in Allge- meinbildung zugelassen werden.

Physiotherapie (Landquart)

(26)

SUPSI

Dipartimento Sanità Physiotherapie Graubünden Weststrasse 8

CH - 7302 Landquart t +41(0)813000170 f +41(0)813000171 info@physioschule.ch

www.supsi.ch

Physiotherapie (Landquart)

(27)

Formazione dei docenti di scuola dell’infanzia e di scuola elementare

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Obiettivi del corso

Il percorso di studio triennale prevede una formazione modulare con un primo anno di natura propedeutica, uguale per tutti gli studenti. In seguito viene operata una scel- ta tra la via formativa per docenti di scuola dell’infanzia e quella per docenti di scuola elementare. Il modello pedagogico-didatti- co stabilisce una stretta relazione tra la for- mazione di quadri teorici indispensabili per la preparazione di attività didattiche e la loro realizzazione pratica.

Prospettive professionali

Il diploma SE/SI abilita all’insegnamento nelle scuole elementari e dell’infanzia del Cantone Ticino, ed è riconosciuto come diploma abilitante all’insegnamento nei settori SE/SI degli altri cantoni svizzeri.

Insegnamenti

La formazione si articola in:

– corsi modulari di scienze dell’educazio- ne, di didattica disciplinare, di natura in- terdisciplinare e di introduzione alla ri- cerca;

– attività pratiche suddivise in 5 periodi di pratica professionale nel corso del trien- nio, stages in Romandia per l’apprendi- mento del francese e in strutture forma- tive diverse dagli istituti comunali SE/SI;

– settimane blocco inerenti a specifiche te- matiche;

– lavoro di diploma.

Requisiti d’ammissione

– Certificato di maturità liceale conseguito ai sensi della legislazione federale;

– maturità commerciale rilasciata dalla Scuola cantonale di commercio;

– certificato dell’esame complementare per

studenti titolari di un attestato di maturi- tà professionale di diritto federale;

– attestato degli esami destinati agli studen- ti con la maturità artistica di diritto can- tonale, o con la maturità professionale di diritto federale o cantonale, o in possesso di un certificato di capacità professionale, ottenuto dopo minimo 3 anni di forma- zione e con un’esperienza professionale di almeno 3 anni;

– i candidati in possesso di un titolo che certifichi una formazione liceale estera devono sostenere degli esami d’ammis- sione in storia e geografia della Svizzera;

– ai candidati al curriculum SE è richiesto per il francese il livello B2 della scala del Quadro europeo di riferimento per le lin- gue (QECRL);

– l’ammissione è in ogni caso subordinata al superamento di un esame scritto in ita- liano e matematica, e a un colloquio indi- viduale per valutare la motivazione alla professione.

SUPSI

Dipartimento formazione e apprendimento

Piazza San Francesco 19 6600 Locarno

Svizzera

t +41 (0)58 666 6800 infoasp@aspti.ch

www.supsi.ch Titolo rilasciato

Bachelor of Arts SUPSI in Primary Education

(28)

Ingegneria civile

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Curricolo parallelo all’attività professionale (180 ECTS su quattro anni)

Obiettivi del corso

Il corso si addice a chi ha doti di affidabilità e disciplina, desiderio d’individuare soluzio- ni costruttive, cercando la soluzione a pro- blemi molto concreti. Lo scopo è fornire det- tagliate nozioni sui materiali da costruzione e sullo sviluppo del procedimento costrutti- vo e, in generale, una solida formazione tec- nico-scientifica.

Prospettive professionali

La formazione è di tipo generalista e per- mette di inserirsi facilmente nel mondo del lavoro; l’ingegnere SUPSI può diventare collaboratore di studi di ingegneria civile o ambientale attivi nel campo dell’edilizia e del genio civile, di imprese di costruzione, di uffici della pubblica amministrazione. Le at- tività sono molto variegate: spaziano dalla progettazione alla direzione lavori in cantie- re, con percorsi di carriera interessanti, an- che orientati verso ambiti specialistici.

Insegnamenti

Dopo le materie di base, si toccano i settori principali dell’ingegneria civile: dal genio ci- vile (costruzioni stradali, acquedotti, opere di sostegno), alle strutture (in legno, acciaio o calcestruzzo). La formazione è completata da corsi su gestione di cantiere e costruzio- ne, poiché l’ingegnere ha spesso anche il ruolo di coordinare il progetto affidatogli.

Requisiti d’ammissione

È ammesso senza esame chi possiede: AFC e MPT o MPA in una professione affine, di- ploma di scuola specializzata superiore tec- nica, diploma di geometra o di perito indu- striale. Deve invece superare un esame integrativo chi ha un attestato federale di ca- pacità professionale. I titolari di maturità li-

ceale o professionale commerciale sono am- messi senza esame se hanno assolto un anno di pratica professionale.

È inoltre possibile l’ammissione su dossier per i candidati di età superiore ai 25 anni sprovvisti dei titoli indicati sopra, ma con una formazione ed esperienza significative.

SUPSI

Dipartimento ambiente, costruzioni e design Campus Trevano, CP 105 6952 Lugano-Canobbio Svizzera

t +41 (0)58 666 63 00 f +41 (0)58 666 63 09 info-gc@supsi.ch

www.supsi.ch Titolo rilasciato

Bachelor of Science SUPSI in Ingegneria civile

(29)

Ingegneria elettronica

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Titolo rilasciato

Bachelor of Science SUPSI in Ingegneria elettronica

Obiettivi del corso

Chi ottiene il Bachelor in ingegneria elet- tronica acquisisce conoscenze approfondi- te nelle metodologie della concezione e dello sviluppo di sistemi elettronici, basan- dosi su nozioni professionali allo stato del- l’arte, sull’abilità nel risolvere problemi concreti e sulla capacità nel comunicare professionalmente.

La formazione di Bachelor pone l’accento sulle discipline fondamentali dell’elettro- nica, quali l’elettronica analogica e digita- le, la microelettronica, la regolazione e il controllo, la sensorica e l’informatica tec- nica. Sono inoltre importanti le discipline di sostegno alla professione, quali la mate- matica e la fisica.

La formazione è fortemente orientata alla pratica, infatti il corso di laurea è organizza- to sull’arco di sei semestri, ove, sin dall’ini- zio, le lezioni teoriche sono accompagnate da momenti di esercitazione e di sperimen- tazione pratica nei laboratori. Durante l’ulti- mo anno lo studente svolge inoltre attività di progettazione, che gli consente di tradurre in pratica le nozioni acquisite nei corsi.

Prospettive professionali

L’ingegneria elettronica forma professioni- sti indispensabili per l’industria e i servizi.

L’ingegnere elettronico ha un ruolo fonda- mentale nell’industria dell’automazione, dei sistemi di misura, nel settore della pro- duzione e distribuzione dell’energia, nelle telecomunicazioni, etc. La sua attività è le- gata allo sviluppo e produzione di prodotti innovativi o alla fornitura di servizi di ser- vizi specializzati.

Il Bachelor of Science in ingegneria elettro- nica offre un ampio ventaglio di possibili occupazioni professionali, con funzioni

che vanno dallo sviluppo alla produzione, dal marketing / vendita alla direzione di un’azienda. Inizialmente le carriere sono essenzialmente tecniche: di progettista e sviluppatore in ambito industriale specifico (industria elettronica e microelettronica) o affine (industria manifatturiera, delle mac- chine, in generale nei sistemi di produzione che necessitano di automazione, nelle tele- comunicazioni).

Acquisita esperienza si potrà perseguire la carriera nella gestione di progetti e team di sviluppo, così come nella specializzazione in campi industriali specifici (eventual- mente anche attraverso un Master in disci- pline tecniche o manageriali in questa o al- tre istituzioni universitarie).

Insegnamenti

Analisi e algebra lineare, Economia azien- dale, Elaborazione dei segnali, Elettronica, Fisica, Fondamenti di telecomunicazione, Fondamenti di telematica, Gestione e con- trollo di sistemi, Informatica tecnica, Lin- gue straniere e comunicazione, Matemati- ca, Metodi matematici per l’ingegnere, Microelettronica, Modellazione circuiti e microelettronica, Progetto di semestre, Progetto di diploma, Programmazione strutturata, Sviluppo di sistemi elettronici, Sviluppo software, Tecnica digitale.

In opzione sono inoltre offerte:

Embedded Systems, Tecnologie delle co- municazioni per elettronici, Meccatronica, Sistemi di produzione e logistica.

Requisiti d’ammissione

È ammesso senza esami il candidato:

– in possesso di una maturità professiona- le tecnica;

(30)

– in possesso di una maturità liceale o equivalente con almeno un anno di pra- tica riconosciuta dalla SUPSI in un’atti- vità affine all’elettronica;

– in possesso del titolo di tecnico ST o di un’altra scuola superiore specializzata nell’elettronica;

– d’età superiore a 25 anni che comprova una formazione e un’esperienza signifi- cativa nel campo dell’elettronica.

Per le persone sprovviste dei requisiti indi- cati è prevista la possibilità di sottoporsi a un esame d’ammissione.

SUPSI

Dipartimento tecnologie innovative

Galleria 2 6928 Manno Svizzera

t +41 (0)58 666 65 11 f +41 (0)58 666 65 71 dti@supsi.ch

www.supsi.ch

Ingegneria elettronica

(31)

Ingegneria geomatica

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Titolo rilasciato

Bachelor of Science HES-SO en Géomatique

Obiettivi del corso

La geomatica si occupa dell’acquisizione, modellazione, analisi e gestione di dati spa- ziali utilizzando al meglio le tecnologie in- formatiche più moderne. Essa utilizza un approccio multidisciplinare per lo studio del territorio e dell’ambiente utilizzando, a fianco ai campi di studio tradizionali della topografia e del rilievo, quelli più innovati- vi del telerilevamento e dei sistemi infor- mativi territoriali.

Prospettive professionali

Gli ingegneri in geomatica operano come responsabili o collaboratori di studi d’inge- gneria o per uffici pubblici federali, canto- nali o comunali. Svolgono la loro attività, a stretto contatto con ingegneri civili, pianifi- catori, geografi e architetti o organismi set- toriali.

Insegnamenti

L`offerta formativa prevede che il primo anno sia seguito presso la SUPSI in stretta sinergia con il Bachelor in ingegneria civi- le, il secondo e terzo anno presso la Haute Ecole d`Ingénierie et de Gestion du Canton de Vaud (HEIG-VD) di Yverdon. Gli stu- denti avranno così la possibilità di fre- quentare un anno propedeutico e generali- sta in lingua italiana e di proseguire il proprio iter formativo nella sede vodese il cui Bachelor in ingegneria geomatica ha una tradizione ormai consolidata.

Requisiti d’ammissione

È ammesso senza esame chi possiede: AFC e MPT o MPA in una professione affine, di- ploma di scuola specializzata superiore tecnica, diploma di geometra o di perito industriale. Deve invece superare un esame

integrativo chi ha un attestato federale di capacità professionale. I titolari di maturi- tà liceale o professionale commerciale sono ammessi senza esame se hanno assolto un anno di pratica professionale.

È inoltre possibile l’ammissione su dossier per i candidati di età superiore ai 25 anni sprovvisti dei titoli indicati sopra, ma con una formazione ed esperienza significative.

SUPSI

Dipartimento ambiente, costruzioni e design Campus Trevano, CP 105 6952 Lugano-Canobbio Svizzera

t +41 (0)58 666 63 00 f +41 (0)58 666 63 09 info-gc@supsi.ch

www.supsi.ch

(32)

Obiettivi del corso

Il corso di laurea in ingegneria gestionale, realizzato in collaborazione con il politec- nico di Milano, è orientato alla formazione di figure professionali in grado di ricoprire ruoli tecnici e tecnico-organizzativi. Lo studio crea delle solide basi scientifiche e tecnologiche tipiche dell’ingegnere, com- pletate da competenze negli ambiti della gestione della produzione, della logistica, dei sistemi informativi, dell’economia e or- ganizzazione aziendale, dell’innovazione in un’ottica di sviluppo sostenibile.

Prospettive professionali

I punti di forza dell’ingegnere gestionale sono rappresentati da una forte capacità di sviluppare soluzioni ottimali in cui gli aspetti tecnologici si coniugano con quelli economici organizzativi. L’elevata flessibili- tà del profilo permette all’ingegnere di po- tersi adattare a molteplici necessità azien- dali, trovando occupazione in imprese manifatturiere e di servizi.

Insegnamenti

La formazione è caratterizzata dall’integra- zione dell’insegnamento teorico e scientifi- co e dell’applicazione pratica, che si svolge attraverso esercitazioni, simulazione in la- boratori, studio di casi ed elaborazione di progetti, generalmente gestiti in piccoli gruppi.

Requisiti d’ammissione

I candidati che vogliono accedere al corso di laurea devono essere in possesso di una maturità professionale tecnica o maturità professionale commerciale. Maturità licea- li o titoli equivalenti sono ammessi dopo un anno di pratica professionale in una

professione affine all’indirizzo di studio.

Per le persone sprovviste dei requisiti indi- cati è prevista la possibilità di sottoporsi a un esame integrativo.

SUPSI

Dipartimento tecnologie innovative

Galleria 2 6928 Manno Svizzera

t +41 (0)58 666 65 11 f +41 (0)58 666 65 71 dti@supsi.ch

www.supsi.ch Ingegneria gestionale

Curricolo a tempo pieno (180 ECTS su tre anni)

Curricolo parallelo all’attività professionale (180 ECTS su quattro anni)

Titolo rilasciato

Bachelor of Science SUPSI in Ingegneria gestionale

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :