• Non ci sono risultati.

A quanti sono in Roma diletti da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo.

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "A quanti sono in Roma diletti da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo."

Copied!
18
0
0

Testo completo

(1)

A quanti sono in Roma diletti da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro,

e dal Signore Gesù Cristo.

Romani 1:7

S T . P AULS

W ITHIN THE W ALLS

La Quinta Domenica di Quaresima

3 Aprile 2022, ore 10.30

Celebrante: Il Rev.do Austin K. Rios Predica: Mons. Mark Edington

(2)

Santa Eucaristia Rito II

Libro di Preghiera Comune, (LPC) iniziando a p.355

Preludio: Marcel Dupré - Preludio in Sol Minore Stefano Vasselli, Organo Parole di Benvenuto

Inno: Sveglia, anima mia, allunga ogni nervo

Tutti cantano insieme in piede.

Sveglia, anima mia, allunga ogni nervo, e premere con vigore;

una razza celeste esige il tuo zelo, e una corona immortale.

Una nuvola di testimoni intorno tieniti in piena osservazione;

dimentica i passi già percorsi e continua a sollecitare la tua via.

È la voce che tutto anima di Dio che ti chiama dall'alto;

È la sua stessa mano a presentare il premio al tuo occhio aspirante.

Allora svegliati, anima mia, allunga ogni nervo, e premere con vigore;

una razza celeste esige il tuo zelo, e una corona immortale.

Filippo Doddridge (1702-1751)

La Acclamazione e la Colletta per la Purezza

Celebrante: Benedite il Signore che perdona tutti i nostri peccati;

Fedeli: Sua misericordia dura per sempre.

Celebrante: O Dio Onnipotente, a te tutti i cuori sono aperti, tutti i desideri sono da te conosciuti, e nessun segreto è da te nascosto: purifica i pensieri dei nostri cuori con l’ispirazione del tuo Santo Spirito, affinché possiamo amarti perfettamente ed essere degni di magnificare il tuo santo Nome;

attraverso Cristo nostro Signore. Amen.

(3)

Kyrie Stefano Vasselli

Tutti cantano insieme, rimanendo in piedi.

La Colletta del Giorno

Celebrante: Il Signore sia con voi.

Fedeli: E anche con te.

Celebrante: Preghiamo.

Dio Onnipotente, tu solo puoi riportare all’ordine la volontà che è fuori dalle leggi, e i mali dei peccatori: concedi alla tua gente la grazia di amare ciò che tu comandi e desiderare ciò che tu prometti; affinché, tra i rapidi e vari cambiamenti del mondo, i nostri cuori guardino lì dove le vere gioie si trovano; con Gesù Cristo nostro Signore, che vive e regna con te e con lo Spirito Santo, un Dio, nei secoli dei secoli. Amen.

Lettura dal Vecchio Testamento Isaia 43:16-21 (NR2006)

Tutti si siedono.

Lettore: Una lettura da Isaia.

Così parla il Signore, che aprì una strada nel mare e un sentiero fra le acque potenti, che fece uscire carri e cavalli, un esercito di prodi guerrieri; tutti quanti furono atterrati e mai più si rialzarono; furono estinti, spenti come un lucignolo. «Non ricordate più le cose passate, non considerate più le cose antiche. Ecco, io sto per fare una cosa nuova;

essa sta per germogliare; non la riconoscerete? Sì, io aprirò una strada nel deserto, farò scorrere dei fiumi nella steppa. Le bestie dei campi, gli sciacalli e gli struzzi mi

glorificheranno, perché avrò dato l’acqua al deserto, fiumi alla steppa, per dar da bere al

(4)

mio popolo, al mio eletto. Il popolo che mi sono formato proclamerà le mie lodi.

Lettore: Parola del Signore.

Fedeli: Rendiamo grazie a Dio.

Il Salmo Salmo 126 - In convertendo (LPC)

Tutti rimangono seduti e cantano l’Antifona dopo il Cantore

[ritornello]

Quelli che hanno seminato con lacrime mieteranno con canti di gioia.

1 Quando il SIGNORE ristorò la fortune degli esuli a Sion, ci sembrava di sognare.

2 Allora il sorriso abbondava sulle nostre labbra, e canti di gioia nelle nostre bocche.

3 Allora is diceva tra le nazioni:

“Il SIGNORE ha fatto cose grandi per loro.”

4 Il SIGNORE ha fatto grandi cose per noi, e noi siamo pieni di gioia. [ritornello]

5 Riportaci, o SIGNORE, le nostre fortune, come I torrenti nel deserto del Neghev.

6 Quelli che hanno seminato con lacrime mieteranno con canti di gioia.

7 Quelli che vanno via piangendo, portando con loro il seme,

torneranno con gioia, portando sulle spalle loro covoni. [ritornello]

(5)

Lettura dal Nuovo Testamento Filipesi 3:4b-14 (NR2006)

Tutti rimangono seduti.

Lettore: Una lettura dalla seconda lettera di Paolo ai Filipesi.

Se qualcun altro pensa di aver motivo di confidarsi nella carne, io posso farlo molto di più; io, circonciso l’ottavo giorno, della razza d’Israele, della tribù di Beniamino, ebreo figlio di Ebrei; quanto alla legge, fariseo; quanto allo zelo, persecutore della chiesa;

quanto alla giustizia che è nella legge, irreprensibile.

Ma ciò che per me era un guadagno, l’ho considerato come un danno, a causa di Cristo. Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all’eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo e di essere trovato in lui non con una giustizia mia, derivante dalla legge, ma con quella che si ha mediante la fede in Cristo: la giustizia che viene da Dio, basata sulla fede. Tutto questo allo scopo di conoscere Cristo, la potenza della sua risurrezione, la comunione delle sue sofferenze, divenendo conforme a lui nella sua morte, per giungere in qualche modo alla risurrezione dei morti.

Non che io abbia già ottenuto tutto questo o sia già arrivato alla perfezione; ma proseguo il cammino per cercare di afferrare ciò per cui sono anche stato afferrato da Cristo Gesù. Fratelli, io non ritengo di averlo già afferrato; ma una cosa faccio:

dimenticando le cose che stanno dietro e protendendomi verso quelle che stanno davanti, corro verso la mèta per ottenere il premio della celeste vocazione di Dio in Cristo Gesù.

Lettore: Parola del Signore.

Fedeli: Rendiamo grazie a Dio.

(6)

Inno al Vangelo: Canto la suprema potenza di Dio

Tutti cantano insieme in piedi.

Canto la suprema potenza di Dio, che ha fatto alzare le montagne,

che diffonda i mari fluenti in ogni luogo e ha costruito i cieli altissimi.

Canto la saggezza che ha ordinato il sole di governare il giorno;

la luna splende piena al suo comando, e tutte le stelle obbediscono.

Canto la bontà del Signore, che riempì la terra di cibo;

ha formato le creature con la sua Parola, e poi li ha pronunciati buoni.

Signore, come si manifestano le tue meraviglie, dove volgerò lo sguardo,

se osservo il terreno che calpesto, o guarda il cielo!

Non c'è una pianta o un fiore quaggiù, ma fa conoscere le tue glorie;

e si alzano le nuvole, e soffiano le tempeste, per ordine dal tuo trono;

mentre tutto ciò che prende la vita da te è sempre nelle tue cure,

e ovunque che potrei essere, tu, Dio, lì sei presente.

Isaac Watts (1674-1748), alt.

(7)

Il Vangelo Giovanni 12:1-8 (NR2006) Celebrante: Il Santo Vangelo del nostro Signore Gesù Cristo secondo Giovanni.

Fedeli: Gloria a te, Cristo Signore.

Gesù dunque, sei giorni prima della Pasqua, andò a Betania dov’era Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. Qui gli offrirono una cena; Marta serviva e Lazzaro era uno di quelli che erano a tavola con lui. Allora Maria, presa una libbra d’olio

profumato, di nardo puro, di gran valore, unse i piedi di Gesù e glieli asciugò con i suoi capelli; e la casa fu piena del profumo dell’olio. Ma Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: «Perché non si è venduto quest’olio per trecento denari e non si sono dati ai poveri?» Diceva così non perché si curasse dei poveri, ma perché era ladro, e tenendo la borsa ne portava via quello che vi si metteva

dentro. Gesù dunque disse: «Lasciala stare; ella lo ha conservato per il giorno della mia sepoltura. Poiché i poveri li avete sempre con voi; ma me, non mi avete sempre».

Celebrante: Il Vangelo del Signore.

Fedeli: Lode a te, O Cristo.

Il Sermone Mons. Mark Edington

Vescovo Incaricato della Convocazione di Chiese Episcopale in Europa

Il Credo di Nicea

Tutti dicono insieme in piedi:

Crediamo in un solo Dio, Padre onnipotente

Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili.

Crediamo in un solo Signore, Gesù Cristo, Unigenito Figlio di Dio,

nato dal Padre prima di tutti i secoli:

Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato,

della stessa sostanza del Padre;

per mezzo di Lui tutte le cose sono state create.

Per noi uomini e per la nostra salvezza

(8)

discese dal cielo,

e per opera dello Spirito Santo

si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo.

Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto.

Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo,

siede alla destra del Padre.

E di nuovo verrà, nella gloria per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine.

Crediamo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio.

Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti.

Crediamo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica.

Professiamo un solo Battesimo per il perdono dei peccati.

Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

Le Preghiere del Popolo

Nelle pause vi invitiamo ad aggiungere le vostre petizioni e ringraziamenti, ad alta voce o in silenzio.

Leader: Sorelle e fratelli, il Signore ha fatto grandi cose per noi. Con cuore lieto e grato, preghiamo: “Fissate i nostri cuori dove si trova la gioia; Signore, ascolta la nostra preghiera”.

Fai una cosa nuova nella tua Chiesa, o Signore. Dai nostri luoghi aridi sgorga nuova vita. Aggiorna i tuoi vescovi, sacerdoti e diaconi. Rinfresca tutti i cristiani nelle loro vocazioni. Pausa.

Fissa i nostri cuori dove si trova la gioia;

Signore, ascolta la nostra preghiera.

Ripristina i sogni di coloro che hanno perso la speranza. Tra i rapidi e vari cambiamenti del mondo, sii una solida base su cui tutti possono fare affidamento. Pausa.

(9)

Fissa i nostri cuori dove si trova la gioia;

Signore, ascolta la nostra preghiera.

Dare acqua in luoghi asciutti. Rimuovere la sofferenza di coloro che vivono con la siccità. Porta acqua, placa la sete e dai crescita in terre disperate. Pausa.

Fissa i nostri cuori dove si trova la gioia;

Signore, ascolta la nostra preghiera.

Preghiamo, o Dio, per i poveri. Sii misericordioso verso le vittime del furto. Ripristina le fortune di coloro che sono stati devastati da uomini e donne disonesti. Non dimenticare mai la vita dei tuoi poveri. Pausa.

Fissa i nostri cuori dove si trova la gioia;

Signore, ascolta la nostra preghiera.

Chi semina con lacrime, mieti con canti di gioia. Riempi le bocche rivolte verso il basso con grida di gioiosa liberazione. Ristabilisci il tuo popolo, o Signore. Pausa.

Fissa i nostri cuori dove si trova la gioia;

Signore, ascolta la nostra preghiera.

O Dio, desideriamo conoscere Cristo e la potenza della sua risurrezione.

Anche se condividiamo la sua sofferenza, anche mentre moriamo, possiamo noi e tutti coloro che muoiono raggiungere la risurrezione dei morti. Pausa.

Fissa i nostri cuori dove si trova la gioia;

Signore, ascolta la nostra preghiera.

Una Preghiera per la Pace (LPC)

Tutti pregano insieme:

Eterno Dio, nel tuo regno perfetto non è sguainata nessuna spada se non la spada della giustizia, e non è conosciuta nessuna forza se non quella dell'amore:

Diffondi così potentemente il tuo Spirito, affinché tutti i popoli siano radunati sotto lo stendardo del Principe della Pace, come figli di un Padre; al quale sia dominio e gloria, ora e per sempre. Amen.

Il Celebrante aggiunge una Colletta.

(10)

Confessione e Assoluzione dei Peccati

I fedeli rimangono in piedi o possano inginocchiarsi

Celebrante: Confessiamo i nostri peccati contro Dio e il nostro prossimo.

Fedeli: Dio pieno di misericordia,

confessiamo di aver peccato contro di te con il pensiero, la parola e l’opera, in ciò che abbiamo fatto

e in ciò che abbiamo omesso di fare.

Non ti abbiamo amato con tutto il nostro cuore;

e non abbiamo amato il nostro prossimo come noi stessi.

Ne siamo veramente addolorati e umilmente ce ne pentiamo.

Per amore del tuo figlio Gesù Cristo abbi pietà di noi e perdonaci,

affinché possiamo gioire nella tua volontà e camminare sulla tua strada,

per la gloria del tuo nome. Amen.

Celebrante: Che Dio Onnipotente abbia pietà di voi, perdoni tutti i vostri peccati, vi faccia forti in ogni bontà, e con il potere dello Spirito Santo vi conservi nella vita eterna. Amen.

La Pace

Tutti in piedi:

Celebrante: La pace del Signore sia sempre con voi.

Fedeli: E con il tuo spirito.

Restiamo ai nostri posti mentre ci prendiamo questo tempo per salutare tutti coloro che ci circondano in nome della pace e della riconciliazione.

Annunci

L’Offertorio

Alcuni addetti passeranno tra la congregazione per raccogliere le offerte. Se desideri effettuare una donazione una tantum o ricorrente con carta di credito, visita il nostro sito web: https://www.stpaulsrome.it/donare?lang=it per

informazioni o semplicemente scansiona il codice a destra.

(11)

Motetto all’Offertorio - Thomas Tallis - Purge me, O Lord, from all my sins Purificami, o Signore, da ogni mio peccato, e salvami dal male mediante la fede,

affinché io possa riposare e abitare con te, sul tuo santo monte benedetto.

E fatto ciò, fa' che con cuore sincero io possa senza ipocrisia affermare la verità, non sminuire nessuno, ma fare ogni cosa con equità.

Il Grande Ringraziamento Preghiera Eucaristica A

Tutti in piedi

Celebrante: Il Signore sia con voi.

Fedeli: E con il tuo spirito.

Celebrante: In alto i vostri cuori.

Fedeli: Sono rivolti al Signore.

Celebrante: Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio . Fedeli: È cosa buona e giusta.

Celebrante: È giusto, e cosa buona e gioiosa, sempre e in ogni luogo, rendere grazie a te, Padre Onnipotente e Creatore del cielo e dalla terra.

Con Gesù Cristo nostro Signore, che fu tentato in molti modi come lo siamo noi, ma non peccò. Per la grazia sua noi possiamo trionfare su ogni male, vivere non più per noi soli, ma per lui, che per noi morì e risorse.

Perciò ti lodiamo, unendo le nostre voci a quelle degli Angeli e degli Arcangeli e di tutte le schiere celesti, che sempre cantano questo inno per proclamare la gloria del tuo nome:

Sanctus

Tutti: Santo, santo, Santo Signore. Dio di forza e potenza, il cielo e la terra sono pieni della tua gloria.

Osanna nell’alto dei cieli.

Benedetto colui che viene nel nome del Signore.

Osanna nell’alto dei cieli.

(12)

Celebrante: Padre Santo e misericordioso, nel tuo amore infinito ci creasti per te; e quando cademmo in peccato e diventammo schiavi del male e della morte, nella tua pietà tu inviasti Gesù Cristo, il tuo unico ed eterno figlio, per condividere la nostra natura umana, e vivere e morire come uno di noi, per riconciliarci a te, il Dio e Padre di tutti. Egli stese le sue braccia sulla croce e offrì se stesso, in obbedienza al tuo volere, un sacrificio perfetto per il mondo intero.

Nella notte in cui fu consegnato alla passione e alla morte, nostro Signore Gesù Cristo prese il pane e dopo averti ringraziato lo spezzò, lo diede ai suoi discepoli e disse:” Prendete, mangiate: questo è il mio corpo, offerto per voi. Fate questo in memoria di me”.

Dopo la cena prese il calice del vino; e dopo averti ringraziato lo diede a loro e disse:” Bevetene tutti: questo è il mio Sangue della nuova alleanza, versato per voi e per molti per la remissione dei peccarti. Ogni volta che lo bevete, fatelo in memoria di me".

Proclamiamo perciò il mistero della fede:

Tutti: Cristo è morto.

Cristo è risorto.

Cristo ritornerà.

Noi celebriamo il memoriale della nostra redenzione, o Padre, in questo sacrificio di lode e ringraziamento: ti offriamo questi doni ricordando la sua morte, resurrezione e ascensione.

Santificali con lo Spirito Santo perché siano per noi il Corpo e il Sangue del tuo figlio, il santo cibo e la santa bevanda della nuova ed eterna vita in lui. Santifica anche noi affinché possiamo con fede ricevere questo’

Sacramento e servirti in unità, costanza e pace; e nell’ultimo giorno portaci con tutti i tuoi santi nella gioia del tuo regno eterno.

Tutto questo ti chiediamo attraverso tuo figlio Gesù Cristo. Da lui, con lui ed in lui, nell’unità dello Spirito Santo, ogni onore e gloria sono tuoi, Padre Onnipotente, ora per sempre. AMEN.

(13)

Padre Nostro

Celebrante: E ora, come Cristo nostro ci ha insegnato, siamo fieri di dire:

Tutti: Padre Nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo Nome,

venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano.

E rimetti a noi i nostri debiti

Come noi li rimettiamo ai nostri debitori.

E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.

Poiché tuo è il regno, e la potenza e la gloria.

nei secoli dei secoli. Amen.

La Divisione del Pane

Celebrante: Cristo, il nostro agnello pasquale è sacrificato per noi.

Fedeli: Celebriamo perciò la festa.

Canto alla Divisione del Pane

Tutti cantano l’Antifona dopo il Cantore

La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.

Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui.

(14)

L’Amministrazione della Comunione Celebrante: I doni di Dio per il popolo di Dio

Tutti i cristiani battezzati di qualsiasi confessione sono invitati a farsi avanti per partecipare pienamente alla Comunione. I bambini battezzati possono ricevere a discrezione dei genitori.

Se non vuoi partecipare alla Comunione puoi farti avanti per una benedizione, indicata incrociando le braccia sul petto. Sono disponibili ostie per la comunione senza glutine; per favore alza la mano alla balaustra

dell'altare per riceverne uno.

Musica durante la Comunione: G.P. da Palestrina - Confitebor tibi Domine Ti renderò grazie, o Signore Dio, con tutto il mio cuore e onorerò il tuo nome per sempre

poiché la tua misericordia, o Signore, è grande su di me.

Preghiera dopo la Comunione

Tutti pregano insieme, in piedi.

Celebrante: Preghiamo.

Fedeli: Dio Eterno, Padre celeste,

Con la tua benevolenza ci hai accolti come membri viventi di tuo Figlio Gesù Cristo, il nostro Salvatore,

e ci hai nutriti di cibo spirituale

con il Sacramento del suo Corpo e del suo Sangue.

Inviaci ora nel mondo in pace, e donaci forza e coraggio per amarti e servirti

con la gioia e la sincerità del cuore;

Con Cristo nostro Signore. Amen.

Preghiera solemne sopra il popolo

Celebrante: Inchinatevi davanti al Signore.

Guarda con compassione, o Signore, questo tuo popolo; che, osservando giustamente questo tempo santo, imparino a conoscerti più pienamente ea servirti con una volontà più perfetta; per Cristo nostro Signore. Amen.

(15)

Recessional Hymn: Lord, whose love through humble service Blaenhafren 610

All sing together.

The Dismissal / Il Congedo

Presider: Andate in pace per amare e servire il Signore. Go in peace to love and serve the Lord!

People: Rendiamo grazie a Dio! Thanks be to God!

Postlude: Leoš Janáček (1854-1928) - Adagio Stefano Vasselli, Organ

(16)

Inno Finale: Signore, il cui amore

Il Congedo

Celebrante: Andate in pace per amare e servire il Signore. Go in peace to love and serve the Lord!

Fedeli: Rendiamo grazie a Dio! Thanks be to God!

Postludio: Leoš Janáček (1854-1928) - Adagio Stefano Vasselli, Organo

(17)

Holy Week 2022

Sunday April 10

10am Palm Sunday Ecumenical Procession 10.30am Holy Eucharist

beginning at San Lorenzo in Panisperna at 10am

continuing onward to St. Paul's Within the Walls for the 10.30 Palm Sunday service.

Palm Sunday is a day when we remember Jesus' triumphal entry into Jerusalem and walk together as a sign of our connection in Christ. Come and gather with us and with several other

churches at San Lorenzo in Panisperna at 10am. Palm branches will be provided for our procession, but feel free to bring something green (olive branch, palm frond, etc) from your neighborhood as well. Enjoy the procession and join us for worship as we begin the journey of

Holy Week that leads to Easter!

Wednesday April 13

7pm: Tenebrae

Thursday April 14

7pm: Maundy Thursday Eucharist

Friday April 15

6pm: Stations of the Cross 7pm: Good Friday Liturgy

Saturday April 16

8pm: The Great Vigil of Easter

Sunday April 17

10.30am: Festival Sung Eucharist

(18)

St. Paul’s Within the Walls

EPISCOPAL CHURCH, ROME Rector: The Rev. Austin K. Rios Vicar: The Rev. Dr. Francisco Alberca

Via Napoli 58, 00184 Roma (RM) Office Hours: Mon - Fri 09.00 to 15.30 Tel: +39 06 488 3339  Email: office@stpaulsrome.it www.stpaulsrome.it St. Paul’s Within the Walls is a member of the Convocation of Episcopal Churches in Europe (similar to a diocese), which is part of The Episcopal Church, a branch of the Anglican Communion. The Rt. Rev. Mark

Edington is Bishop-in-Charge; The Most Rev. Michael Curry is our Presiding Bishop.

Vestry Members 2022-2023: Amanda Moore (Senior Warden); Larry Litman; (Junior Warden);

Neida Arteaga; Fahmi Bishay; Buyung Hadi; Ian Ssali Kiggundu; Jeff LeJeune; Christine Spalding.

StPaulsWithinTheWalls StPaulsWithin @stpaulswithinthewalls

Riferimenti

Documenti correlati

Di qui il passaggio allo « spirito d'infanzia », che é una luce discreta diffusa in ogni pagina di questa iniziazione alla santitá evangelica e che avvicina queste mirabili Omelie

iniziativa dell'illustre generale Cavalli, e, fondata sulle basi della Società degli Ingegneri civili di Londra, che a buon diritto ha acquisiate il più alto grado di rinomanza

Padre clemente, il cui benedetto Figlio Gesù Cristo discese dal cielo per essere il vero pane che dà vita al mondo: donaci sempre questo pane, perché lui viva in noi e noi in lui,

Ciò vale anzitutto per il singolo rispetto alla Chiesa: se persino nella celebrazione comunitaria dei sacramenti avviene un incontro tra Cristo e il singolo fedele nella sua

Dio onnipotente, tu sai che non abbiamo in noi la forza di aiutare noi stessi: Tienici allo stesso tempo aperti nel nostro corpo ma chiusi nel nostro spirito, per difenderci da

Dio altissimo ed eterno, che nel mistero Pasquale hai stabilito il nuovo patto di riconciliazione, concedi che tutti coloro che sono rinati nell’unione con il corpo di Cristo

« La Società degli Ingegneri di Torino, udita ed approvata la splendida relazione del socio Casana intorno alle condizioni attuali dei locali destinati alla Scuola d'Applicazione

Dall’1 al 3 maggio, per l’arrivo della Madonna di Fatima Pellegrina nel mondo a Roma, Don Carlo anima i Cenacoli GAM nel Santuario del Divino Amore e nella Basilica di