• Non ci sono risultati.

A quanti sono in Roma diletti da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo.

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "A quanti sono in Roma diletti da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo."

Copied!
18
0
0

Testo completo

(1)

A quanti sono in Roma diletti da Dio e santi per vocazione, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro,

e dal Signore Gesù Cristo.

Romani 1:7

S T . P AULS

W ITHIN THE W ALLS

La Seconda Domenica di Pasqua

24 Aprile 2022, ore 10.30

Celebrante: Il Rev.do Austin K. Rios

(2)

Santa Eucaristia Rito II

Libro di Preghiera Comune, (LPC) iniziando a p.355

Preludio: G. Frescobaldi (1583-1643) Toccata in fa maggiore Stefano Vasselli, Organo Parole di Benvenuto

Inno: Camminiamo per fede e non per visione;

Tutti cantano insieme in inglese, in piede.

Camminiamo per fede e non per visione;

nessuna parola di grazia che sentiamo

da colui che ha parlato come nessuno ha mai parlato;

ma lo crediamo vicino.

Non possiamo toccare le sue mani e il suo fianco, né seguire dove ha calpestato;

ma nella sua promessa ci rallegriamo, e gridare: 'Mio Signore e Dio!'

Aiuta dunque, o Signore, la nostra incredulità;

e possa la nostra fede abbondare, per chiamarti quando sei vicino, e cerca dove ti trovi:

che, finita la nostra vita di fede, in regni di luce più chiara possiamo vederti come sei, con vista piena e infinita.

Henry Alford (1810-1871)

(3)

La Acclamazione e la Colletta per la Purezza Celebrante: Alleluia! Cristo è risorto!

Fedeli: Il Signore è veramente risorto! Alleluia!

Celebrante: O Dio Onnipotente, a te tutti i cuori sono aperti, tutti i desideri sono da te conosciuti, e nessun segreto è da te nascosto: purifica i pensieri dei nostri cuori con l’ispirazione del tuo Santo Spirito, affinché possiamo amarti perfettamente ed essere degni di magnificare il tuo santo Nome;

attraverso Cristo nostro Signore. Amen.

Gloria

Gloria a Dio nell’alto dei cieli, e pace in terra alla sua gente.

Signore Iddio, Re dei cieli, Dio onnipotente e Padre, ti veneriamo, ti ringraziamo, ti lodiamo per la tua gloria.

Signore Gesù Cristo, figlio unigenito del Padre, Signore Dio, Agnello di Dio,

che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;

tu che siedi alla destra del Padre, accogli la nostra preghiera.

Poiché tu solo sei il Santo, tu solo sei il Signore, tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo,

Con lo Spirito Santo

Nella gloria del Padre. Amen.

(4)

La Colletta del Giorno

Celebrante: Il Signore sia con voi.

Fedeli: E anche con te.

Celebrante: Preghiamo.

Dio altissimo ed eterno, che nel mistero Pasquale hai stabilito il nuovo patto di riconciliazione, concedi che tutti coloro che sono rinati nell’unione con il corpo di Cristo diano prova nella loro vita di tutto ciò che essi professano con la loro fede; con Gesù Cristo nostro Signore, che vive e regna con te e con lo Spirito Santo, un Dio, nei secoli dei secoli. Amen.

Lettura dal Vecchio Testamento Atti 5:27-32 (NR2006)

Tutti si siedono.

Lettore: Una lettura dagli Atti degli Apostoli

Dopo aver portato via gli apostoli, [il capitano con le guardie] li presentarono al sinedrio; e il sommo sacerdote li interrogò, dicendo: «Non vi abbiamo forse

espressamente ordinato di non insegnare nel nome di costui? Ed ecco, avete riempito Gerusalemme della vostra dottrina e volete far ricadere su di noi il sangue di

quell’uomo». Ma Pietro e gli altri apostoli risposero: «Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini. Il Dio dei nostri padri ha risuscitato Gesù, che voi uccideste appendendolo al legno, e lo ha innalzato con la sua destra, costituendolo Principe e Salvatore, per dare ravvedimento a Israele e perdono dei peccati. Noi siamo testimoni di queste cose; e anche lo Spirito Santo, che Dio ha dato a quelli che gli ubbidiscono».

Lettore: Parola del Signore.

Fedeli: Rendiamo grazie a Dio.

(5)

Il Salmo Salmo 150 Laudate Dominum (LPC)

Tutti rimangono seduti e cantano insieme con il coro

1 Alleluia! Lodate Dio nel suo santo tempio;

lodatelo nel firmamento della sua potenza.

2 Lodatelo per le sue grandi opere;

Lodatelo per la sua superiore grandezza.

3 Lodatelo con il forte suono del corno dell’ariete;

lodatelo con la cetra e l’arpa.

4 Lodatelo con timpani e danze;

lodatelo con corde e flauti.

5 lodatelo con piatti sonori,

lodatelo con piatti dal forte timbro.

6 Lasciate che ogni cosa che risuoni lodi il Signore. Alleluia!

Lettura dal Nuovo Testamento Atti 10:34-43 (NR2006)

Tutti rimangono seduti.

Lettore: Una lettura dal Apocalisse.

Giovanni, alle sette chiese che sono in Asia: grazia a voi e pace da colui che è, che era e che viene, dai sette spiriti che sono davanti al suo trono e da Gesù Cristo, il testimone fedele, il primogenito dei morti e il principe dei re della terra.

A lui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, che ha fatto di noi un regno e dei sacerdoti al suo Dio e Padre, a lui sia la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen.

Ecco, egli viene con le nuvole e ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo

(6)

trafissero, e tutte le tribù della terra faranno lamenti per lui. Sì, amen. «Io sono l’alfa e l’omega», dice il Signore Dio, «colui che è, che era e che viene, l’Onnipotente».

Lettore: Parola del Signore.

Fedeli: Rendiamo grazie a Dio.

Inno al Vangelo:

Tutti cantano insieme in piedi.

L'opera redentrice dell'amore è compiuta, combattuto la battaglia, la battaglia vinta.

La morte invano gli proibisce di risorgere;

Cristo ha aperto il paradiso.

Alleluia!

Rivive il nostro glorioso Re;

dov'è, o morte, il tuo pungiglione?

Una volta che morì per salvare le nostre anime , dove la tua vittoria, o tomba?

Alleluia!

Volgiamo ora dove Cristo ha condotto, seguendo il nostro eccelso Capo;

fatto come lui, come lui ci alziamo, nostra la croce, la tomba, i cieli.

Alleluia!

Charles Wesley (1707-1788)

(7)

Il Vangelo Giovanni 20:19-31 (NR2006) Celebrante: Il Santo Vangelo del nostro Signore Gesù Cristo secondo Giovanni.

Fedeli: Gloria a te, Cristo Signore.

La sera di quello stesso giorno, che era il primo della settimana, mentre le porte del luogo in cui si trovavano i discepoli erano chiuse per timore dei Giudei, Gesù venne e si presentò in mezzo a loro, e disse: «Pace a voi!» E detto questo mostrò le mani e il costato. I discepoli dunque, veduto il Signore, si rallegrarono. Allora Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre mi ha mandato, anch’io mando voi». Detto questo, soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo. A chi perdonerete i peccati, saranno perdonati; a chi li riterrete, saranno ritenuti».

Ora Tommaso, detto Didimo, uno dei dodici, non era con loro quando venne Gesù. Gli altri discepoli dunque gli dissero: «Abbiamo visto il Signore!» Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e se non metto il mio dito nel segno dei chiodi, e se non metto la mia mano nel suo costato, io non crederò».

Otto giorni dopo i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Tommaso era con loro.

Gesù venne a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!» Poi disse a Tommaso: «Porgi qua il dito e guarda le mie mani; porgi la mano e mettila nel mio costato; e non essere incredulo, ma credente». Tommaso gli rispose: «Signore mio e Dio mio!» Gesù gli disse: «Perché mi hai visto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!»

Ora Gesù fece in presenza dei discepoli molti altri segni, che non sono scritti in questo libro; ma questi sono stati scritti affinché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e affinché, credendo, abbiate vita nel suo nome.

Celebrante: Il Vangelo del Signore.

Fedeli: Lode a te, O Cristo.

Il Sermone Il Rev.do Austin K. Rios

(8)

Il Credo di Nicea

Tutti dicono insieme in piedi:

Crediamo in un solo Dio, Padre onnipotente

Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili.

Crediamo in un solo Signore, Gesù Cristo, Unigenito Figlio di Dio,

nato dal Padre prima di tutti i secoli:

Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato,

della stessa sostanza del Padre;

per mezzo di Lui tutte le cose sono state create.

Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo,

e per opera dello Spirito Santo

si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo.

Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto.

Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo,

siede alla destra del Padre.

E di nuovo verrà, nella gloria per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine.

Crediamo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio.

Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti.

Crediamo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica.

Professiamo un solo Battesimo per il perdono dei peccati.

Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

(9)

Le Preghiere del Popolo

Nelle pause vi invitiamo ad aggiungere le vostre petizioni e ringraziamenti, ad alta voce o in silenzio.

Leader: Grazia a te e pace da Gesù Cristo, il primogenito dei morti. Il Signore ha agito; rallegriamoci ed esultiamo dicendo: «Tu sei il nostro Dio; e ti ringraziamo”.

Dio Onnipotente, hai affidato alla tua Chiesa il ministero della

riconciliazione: fa' che tutti coloro che sono rinati nella comunione del Corpo di Cristo manifestino nella loro vita ciò che professano con la loro fede. Pausa.

Tu sei il nostro Dio; E ti ringraziamo.

Signore dei re della terra, Signore Gesù, la tua parola è parola di pace:

annuncia la salvezza in un mondo stanco. Pausa.

Tu sei il nostro Dio; E ti ringraziamo.

Tutto ciò che fai, o Signore, è meraviglioso ai nostri occhi: dacci rispetto per tutto ciò che hai fatto. Pausa.

Tu sei il nostro Dio; E ti ringraziamo.

Potente Salvatore, suscita nella nostra comunità testimoni fedeli, affinché i nostri vicini possano venire a sapere che li ami e li hai liberati dal potere del peccato. Pausa.

Tu sei il nostro Dio; E ti ringraziamo.

O Signore, tu sei buono; la tua misericordia dura in eterno: sii la forza dei deboli e il canto degli afflitti. Pausa.

Tu sei il nostro Dio; E ti ringraziamo.

Alfa e Omega, non consegnate alla morte i vostri cari, ma promettete la vita eterna a tutti i battezzati nel vostro Figlio: a voi sia gloria e dominio per sempre. Pausa.

Tu sei il nostro Dio; E ti ringraziamo.

(10)

Una Preghiera per la Pace

Tutti pregano insieme:

O Dio, che vorresti piegare il cielo e la terra in una sola pace: fa' che il disegno del tuo grande amore riscatti lo spreco delle nostre ire e dei nostri dolori: e dona pace alla tua Chiesa, pace tra le nazioni, pace nelle nostre dimore e pace nella i nostri cuori: per mezzo di tuo Figlio, nostro Salvatore Gesù Cristo. Amen.

Il Celebrante aggiunge una Colletta in conclusione.

Confessione e Assoluzione dei Peccati

I fedeli rimangono in piedi o possano inginocchiarsi

Celebrante: Confessiamo i nostri peccati contro Dio e il nostro prossimo.

Fedeli: Dio pieno di misericordia,

confessiamo di aver peccato contro di te con il pensiero, la parola e l’opera, in ciò che abbiamo fatto

e in ciò che abbiamo omesso di fare.

Non ti abbiamo amato con tutto il nostro cuore;

e non abbiamo amato il nostro prossimo come noi stessi.

Ne siamo veramente addolorati e umilmente ce ne pentiamo.

Per amore del tuo figlio Gesù Cristo abbi pietà di noi e perdonaci,

affinché possiamo gioire nella tua volontà e camminare sulla tua strada,

per la gloria del tuo nome. Amen.

Celebrante: Che Dio Onnipotente abbia pietà di voi, perdoni tutti i vostri peccati, vi faccia forti in ogni bontà, e con il potere dello Spirito Santo vi conservi nella vita eterna. Amen.

(11)

La Pace

Tutti in piedi:

Celebrante: La pace del Signore sia sempre con voi.

Fedeli: E con il tuo spirito.

Restiamo ai nostri posti mentre ci prendiamo questo tempo per salutare tutti coloro che ci circondano in nome della pace e della riconciliazione.

Annunci L’Offertorio

Alcuni addetti passeranno tra la congregazione per raccogliere le offerte. Se desideri effettuare una donazione una tantum o ricorrente con carta di credito, visita il nostro sito web: https://www.stpaulsrome.it/donare?lang=it per

informazioni o semplicemente scansiona il codice a destra.

Motetto all’Offertorio - Orlando Gibbons - O Lord, increase my faith O Signore, accresci la mia fede, rafforzami e confermami nella tua vera fede,

sopportami con saggezza, carità, castità e pazienza in tutte le mie avversità.

Dolce Gesù, di' Amen.

Il Grande Ringraziamento Preghiera Eucaristica B

Tutti in piedi

Celebrante: Il Signore sia con voi.

Fedeli: E con il tuo spirito.

Celebrante: In alto i vostri cuori.

Fedeli: Sono rivolti al Signore.

Celebrante: Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio . Fedeli: È cosa buona e giusta.

(12)

Celebrante: È giusto, e cosa buona e gioiosa, sempre e in ogni luogo, rendere grazie a te, Padre Onnipotente e Creatore del cielo e dalla terra.

Ma sopratutto noi siamo tenuti a lodarti per la gloriosa resurrezione di tuo figlio Gesù Cristo nostro signore, poiché lui è il vero agnello pasquale, che fu sacrificato per noi e ha portato via i peccati del mondo. Con la sua morte egli ha distrutto la morte, e con la sua resurrezione ha vinto per noi la vita eterna.

Perciò ti lodiamo, unendo le nostre voci a quelle degli Angeli e degli Arcangeli e di tutte le schiere celesti, che sempre cantano questo inno per proclamare la gloria del tuo nome:

Sanctus

Tutti: Santo, santo, Santo Signore. Dio di forza e potenza, il cielo e la terra sono pieni della tua gloria.

Osanna nell’alto dei cieli.

Benedetto colui che viene nel nome del Signore.

Osanna nell’alto dei cieli.

Celebrante: Ti ringraziamo, o Dio, per la bontà e l’amore che ci hai fatto conoscere nella creazione; nel chiamare Israele ad essere il tuo popolo, nella tua parola enunciata attraverso i profeti; e sopratutto per la Parola fatta carne, Gesù, tuo figlio. Poiché negli ultimi giorni lo inviasti per essere incarnato nella Vergine Maria ed essere il Salvatore e il Redentore del mondo. In lui ci hai liberati dal male e resi degni di stare al tuo cospetto. In lui, ci hai condotti dall’errore alla verità, dal peccato alla rettitudine, dalla morte alla vita.

(13)

Nella notte prima di morire per noi, nostro Signore Gesù Cristo prese il pane e, dopo averti ringraziato, lo spezzo, lo diede ai suoi discepoli e disse:

“Prendete e mangiate, questo è il mio io corpo, offerto, offerto a voi. Fate questo in memoria di me”.

Alla fine della cena prese il calice del vino e, dopo averti ringraziato, lo diede loro e disse: “Bevete tutti: questo è il mio sangue della nuova alleanza, versato per voi e per molti per la remissione dei peccati. Ogni volta che bevete, fatelo in memoria di me”.

Perciò, seguendo il suo comando, o Padre

Tutti: Ricordiamo la sua morte,

Proclamiamo la sua resurrezione, Attendiamo il suo ritorno in pace;

Celebrante: Ed offriamo a te, Signore di tutte le cose, il nostro sacrificio di lode e ringraziamento, presentandoti questo pane questo vino, frutti della tua creazione.

Ti preghiamo, Dio pieno di grazia, di inviare il tuo Santo Spirito su questi doni, affinché essi possano essere il Sacramento del Corpo di Cristo ed il suo Sangue della nuova Alleanza. Uniscici a tuo figlio nel suo

sacrificio, sì che, santificati dallo Spirito Santo, potrai accettarci attraverso lui. Alla fine dei tempi, poni ogni cosa sotto la potestà del tuo Cristo e portaci in quella terra celeste dove, con S. Paolo e tutti i tuoi santi, possiamo accedere nella perenne eredità dei tuoi figli e delle tue figlie; per Gesù Cristo nostro Signore, il primogenito tra tutte le cose create, capo della Chiesa e autore della nostra salvezza.

Da lui, con lui e in lui, nell’unità con Santo Spirito, tuoi sono, Padre Onnipotente tutto l’onore e la gloria, ora e per sempre. AMEN.

(14)

Padre Nostro

Celebrante: E ora, come Cristo nostro ci ha insegnato, siamo fieri di dire, Tutti: Padre Nostro, che sei nei cieli,

sia santificato il tuo Nome,

venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano.

E rimetti a noi i nostri debiti

Come noi li rimettiamo ai nostri debitori.

E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.

Poiché tuo è il regno, e la potenza e la gloria.

nei secoli dei secoli. Amen.

La Divisione del Pane

Celebrante: Alleluia! Cristo, il nostro agnello pasquale è sacrificato per noi.

Fedeli: Celebriamo perciò la festa. Alleluia!

Canto alla Divisione del Pane

Tutti cantano l’Antifona dopo il Cantore

Beati coloro che sono chiamati alla cena dell'Agnello.

la mia carne è vero cibo e il mio sangue è vera bevanda.

L’Amministrazione della Comunione Celebrante: I doni di Dio per il popolo di Dio

Tutti i cristiani battezzati di qualsiasi confessione sono invitati a farsi avanti per partecipare pienamente alla Comunione. I bambini battezzati possono ricevere a discrezione dei genitori.

Se non vuoi partecipare alla Comunione puoi farti avanti per una benedizione, indicata incrociando le braccia sul petto. Sono disponibili ostie per la comunione senza glutine; per favore alza la mano alla balaustra

dell'altare per riceverne uno.

(15)

Musica durante la Comunione: G. P. Palestrina - Ego sum panis vivus

Io sono quel pane di vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti.

Questo è il pane che discende dal cielo, perché l'uomo ne mangi e non muoia.

Io sono il pane vivo disceso dal cielo: se uno mangia di questo pane vivrà in eterno:

e il pane che io darò è la mia carne, che darò per la vita del mondo. Alleluia.

Preghiera dopo la Comunione Celebrante: Preghiamo.

Fedeli: Dio Eterno, Padre celeste,

Con la tua benevolenza ci hai accolti come membri viventi di tuo Figlio Gesù Cristo, il nostro Salvatore,

e ci hai nutriti di cibo spirituale

con il Sacramento del suo Corpo e del suo Sangue.

Inviaci ora nel mondo in pace, e donaci forza e coraggio per amarti e servirti

con la gioia e la sincerità del cuore;

Con Cristo nostro Signore. Amen.

Benedizione Pasquale

Celebrante: Possa Dio Onnipotente, che ci ha redenti e ci ha fatto suoi figli mediante la risurrezione di suo Figlio nostro Signore, conceda a voi le ricchezze della sua benedizione. Amen.

Dio, che mediante l'acqua del battesimo ci ha risuscitati dal peccato alla nuova vita, vi renda santi e degni di essere uniti a Cristo per sempre.

Amen.

Possa Dio, che ci ha condotti fuori dalla schiavitù del peccato nella vera e duratura libertà nel Redentore, portarvi alla vostra eredità eterna. Amen.

E la benedizione di Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo, scenda su di voi e rimanga con voi per sempre. Amen.

(16)

Recessional Hymn: This joyful Eastertide Vreuchten 192

All sing together.

The Dismissal

Presider: Andiamo nel mondo allietati dalla forza dello Spirito. Let us go forth into the world, rejoicing in the power of the Spirit. Alleluia, alleluia!

People: Rendiamo grazie a Dio! Thanks be to God! Alleluia, alleluia!

Postlude: G. Frescobaldi - Bergamasca Stefano Vasselli, Organ

(17)

Inno Recessionale: Questo gioioso tempo pasquale

Il Congedo

Presider: Andiamo nel mondo allietati dalla forza dello Spirito. Let us go forth into the world, rejoicing in the power of the Spirit. Alleluia, alleluia!

People: Rendiamo grazie a Dio! Thanks be to God! Alleluia, alleluia!

Postludio: G. Frescobaldi - Bergamasca Stefano Vasselli, Organo

(18)

St. Paul’s Within the Walls

EPISCOPAL CHURCH, ROME Rector: The Rev. Austin K. Rios Vicar: The Rev. Dr. Francisco Alberca

Via Napoli 58, 00184 Roma (RM) Office Hours: Mon - Fri 09.00 to 15.30 Tel: +39 06 488 3339  Email: office@stpaulsrome.it www.stpaulsrome.it St. Paul’s Within the Walls is a member of the Convocation of Episcopal Churches in Europe (similar to a diocese), which is part of The Episcopal Church, a branch of the Anglican Communion. The Rt. Rev. Mark

Edington is Bishop-in-Charge; The Most Rev. Michael Curry is our Presiding Bishop.

Vestry Members 2022-2023: Amanda Moore (Senior Warden); Larry Litman; (Junior Warden);

Neida Arteaga; Fahmi Bishay; Buyung Hadi; Ian Ssali Kiggundu; Jeff LeJeune; Christine Spalding.

StPaulsWithinTheWalls StPaulsWithin @stpaulswithinthewalls

Riferimenti

Documenti correlati

La grazia e la pace di Dio nostro Padre e del Signore nostro Gesù Cristo siano con tutti voi.. Tutti: E con il

Celebrante: Padre Santo e misericordioso, nel tuo amore infinito ci creasti per te; e quando cademmo in peccato e diventammo schiavi del male e della morte, nella tua pietà

Padre clemente, il cui benedetto Figlio Gesù Cristo discese dal cielo per essere il vero pane che dà vita al mondo: donaci sempre questo pane, perché lui viva in noi e noi in lui,

Ciò vale anzitutto per il singolo rispetto alla Chiesa: se persino nella celebrazione comunitaria dei sacramenti avviene un incontro tra Cristo e il singolo fedele nella sua

Dio onnipotente, tu sai che non abbiamo in noi la forza di aiutare noi stessi: Tienici allo stesso tempo aperti nel nostro corpo ma chiusi nel nostro spirito, per difenderci da

Dio Onnipotente, tu solo puoi riportare all’ordine la volontà che è fuori dalle leggi, e i mali dei peccatori: concedi alla tua gente la grazia di amare ciò che tu comandi e

E’ vero che la qualità della vita cristiana si misura dalla capacità di amare, come ha detto Gesù: «Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli

• Amare la nostra Famiglia saveriana come la propria famiglia, e la missione che essa ha ricevuto da Dio; con i confratelli che il Signore mette sul nostro cammino nei differenti