• Non ci sono risultati.

Ore lavorative prestate giornalmente

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "Ore lavorative prestate giornalmente"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

Organo: INAIL

Documento: Circolare n. 19 del 26 aprile 1982 Oggetto: Errata corrige alla circolare n. 12/1982.

L'allegato A) alla circolare n. 12/1982, riguardante "Determinazione, per l'anno 1982, dei limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per le contribuzioni dovute e in materia di previdenza e assistenza sociale", deve intendersi sostituito dalla tabella retroindicata.

ADDETTI AI SERVIZI DOMESTICI E FAMILIARI

Ore lavorative prestate giornalmente

Classi di

1.120

Retribuzione

Oraria

1.600

Convenzionale

2.400 a) fino a n. 2 ore di

lavoro giornaliere

1.680 2.400 3.600

b) oltre n. 2 ore e fino a n.4 ore di lavoro

giornaliere

3.920 5.600 8.400

c) oltre n.4 ore e fino a n.6 ore di lavoro giornaliere

6.160 8.800 13.200

d) oltre n.6 ore e fino a n.8 ore di lavoro giornaliere

8.400 12.000 18.000

e) oltre n.8 ore di lavoro giornaliero

11.200 16.000 24.000

Riferimenti

Documenti correlati

In merito alle “Retribuzioni convenzionali dei lavoratori diversi dai soci di cooperative, anche di fatto”, si ricorda che il “minimale generale” (2006 = € 40,62) vale solo per

Oggetto: Determinazione per l'anno 1999 dei limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia

Oggetto: Determinazione per l'anno 1997 dei limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed

"A decorrere dal periodo di paga in corso alla data del 1° gennaio 1994, sono esclusi dalla base imponibile per il computo dei contributi di previdenza e assistenza

Tenuto conto di quanto sopra precisato circa i criteri di determinazione dei limiti di retribuzione giornaliera per i settori della istruzione pre-scolare e

Stante l'impossibilità di frazionare la retribuzione tabellare in importi orari, si dovrà fare riferimento alle giornate di effettiva presenza al lavoro oltre che

33 concernente i criteri per la determinazione dei limiti minimi di retribuzione giornaliera per le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza sociale

a) Lavoratori soci di società e di enti cooperativi, anche di fatto, e loro organismi associativi, soggetti alle norme del D.P.R. c) Artigiani titolari di aziende artigiane,