O. AMBIENTE ed ECOLOGIA

Nel documento COMUNE DI AZZANO DECIMO (pagine 99-110)

GESTIONE ORDINARIA

SERVIZIO BIBLIOTECA

U. O. AMBIENTE ed ECOLOGIA

Di particolare rilievo per il Settore nell’anno passato è stato il cambiamento nel sistema di raccolta del verde porta a porta e nel conferimento dei rifiuti solidi urbani presso l’ecocentro di via Troiat.

Per quanto riguarda il verde porta a porta, è stata introdotta una quota individuale annuale per ciascun contenitore/bidone posseduto dall’utente che ha aderito al nuovo servizio. L’Amministrazione Comunale ha ritenuto corretto redistribuire il costo di tale tipologia di raccolta in modo più equo, chiedendo la compartecipazione solo a chi usufruisce effettivamente del servizio in quanto, fino al 2018, anche coloro che non utilizzavano il servizio di raccolta del verde porta a porta contribuivano a pagare, senza di fatto realmente usufruirne. I cittadini che non vogliono più utilizzare la raccolta del verde porta a porta a pagamento, possono comunque conferire il verde gratuitamente presso l’ecocentro di Via Troiat, dopo aver consegnato il proprio contenitore/bidone.

In considerazione poi, del sempre maggiore numero di utenti che si recano a conferire i rifiuti presso l’ecocentro, è diventata improrogabile una più attenta e capillare verifica di chi effettivamente usufruisce della struttura, al fine di monitorare l'andamento dei conferimenti, migliorare il servizio e razionalizzare i costi. Pertanto con la presenza di un secondo operatore è stato introdotto l'obbligo di esibire la propria tessera sanitaria, recante il numero di codice fiscale, al personale preposto al controllo dell’ingresso in ecocentro. Alla luce di ciò, ora possono conferire i rifiuti solo i cittadini azzanesi privati facenti parte di nuclei famigliari regolarmente iscritti al ruolo della TARI. A seguito di queste due importanti innovazioni, l'Ufficio ha provveduto a regolare la tariffazione della raccolta del verde porta a porta, e a verificare oltre 2200 posizioni con la regolarizzazione e la tariffazione di circa nr. 1100 contenitori. Da segnalare, inoltre, che oltre al lunedì e mercoledì pomeriggio l’ecocentro da marzo 2019 e aperto anche il venerdì pomeriggio, e tutto il sabato.

Sempre in tema di verde pubblico, si segnala la grande collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’associazione degli Ecovolontari Azzanesi. A seguito di convenzione, gli Ecovolontari hanno provveduto nel corso del 2019 alla pulizia e vari sfalci erba presso il Bosco della Mantova a Fagnigola, il Parco dei Tre Scalini di via Pradat Molani e numerose giornate dedicate alle potature anche presso il Parco delle Dote del capoluogo.

Per ciò che concerne gli altri temi ambientali, è continuata l’ordinaria attività amministrativa di:

- rilascio delle autorizzazioni allo scarico (n° 30 per insediamenti non recapitanti in pubblica fognatura e, attraverso lo “Sportello unico delle attività produttive”, per insediamenti produttivi);

- aggiornamento della banca dati delle autorizzazioni rilasciate dalla società Livenza Tagliamento Acque – LTA;

- aggiornamento del Catasto dei pozzi artesiani;

- raccolta ed il controllo delle analisi sulle acque potabili degli edifici di proprietà comunale;

- rilascio di pareri ed osservazioni relativamente alle autorizzazioni sugli impianti di emissione in atmosfera, sugli impianti di recupero rifiuti (D.Lgs. n. 152/2006) e alle A.U.A. (Autorizzazione Unica Ambientale);

- procedure per la classificazione di insalubrità delle ditte operanti sul territorio;

- liquidazione dei contributi richiesti per l’acquisto di kit completi di pannolini lavabili (6 istanze);

- adempimenti relativi al deposito della documentazione prevista dal D.P.R. 120/2017 relativa alle rocce e terre da scavo (14 dichiarazioni);

- autorizzazioni per attività temporanea in deroga al rumore L.R. 18.06.2007 nr. 16 (9 autorizzazioni);

- pratiche di compostaggio domestico (nr. 21 rinunce nr. 49 comunicazioni).

È proseguita, inoltre, l'attività di supporto agli organi di vigilanza (ASFO, ARPA, Polizia Locale, Uffici regionali, Ispettorato forestale,..) con la verifica delle violazioni commesse in materia di inquinamenti (acustici,

preposti alla protezione dell’ambiente, effettuando i relativi sopralluoghi congiunti e predisponendo le eventuali ordinanze.

Con la società Livenza Tagliamento Acque sono continuati i rapporti di collaborazione per ciò che riguarda la rete fognaria comunale e per il corretto mantenimento e funzionamento del servizio fornito.

Si è perfezionata, inoltre, la procedura di controllo delle documentazioni attinenti la il rispetto dell'invarianza idraulica ai sensi dell'art. 4 del DPR 083/Pres 27.03.201.

Sul versante raccolta rifiuti si è provveduto a:

controllo sulla raccolta della documentazione inerente le pesature dei rifiuti prodotti sul territorio comunale;

raccolta dei dati inerenti la compilazione del MUD;

gestione dei dati provenienti dallo spazzamento stradale;

distribuzione del compost di primavera;

monitoraggio delle dichiarazioni di conferimento di particolari tipologie di rifiuti in ecocentro RAEE e pneumatici nr. 1213 dichiarazioni (- 28% rispetto al 2018);

rilascio autorizzazioni straordinarie per conferimento in ecocentro - nr. 183 autorizzazioni (+75%) rispetto al 2018;

aggiornamento anagrafica utenti e distribuzione con l’associazione degli Ecovolontari dei calendari e sacchetti per la raccolta rifiuti anno 2020 che ha interessato oltre 6200 utenze;

predisposizione e gestione modulistica per la consegna, il ritiro, la modifica dei dati dei contenitori per la raccolta differenziata;

monitoraggio bidoni rotti carta;

catalogazione alfabetica modelli denunce variazioni, cessazioni, nuove utenze contenitori rifiuti;

creazione/aggiornamento file gestionale contenitori verde;

segnalazioni coordinamento con l’associazione ecovolontari per i controlli settimanali dei rifiuti abbandonati nel territorio;

supporto al Servizio sociale per collocamento lavori di pubblica utilità, in base a contratti sottoscritti con il tribunale, presso l’ecopiazzola;

gestione del Servizio Pubblico Integrativo per la gestione dei rifiuti non pericolosi e pericolosi, provenienti dalle aziende agricole.

Inoltre, in merito ad altre questioni legate all'Ambiente, sono state eseguite alcune disinfestazioni a tutela delle aree pubbliche e dei trattamenti chimici per la derattizzazione. In particolare, sono stati eseguiti interventi straordinari di disinfestazione di zanzare e di derattizzazione approvando i seguenti atti:

• interventi di disinfestazione zanzare per l’annualità 2019 affidati con determina nr. 237 del 03.05.2018;

• lotta alla diffusione degli insetti simulidi, in convenzione con altri comuni, impegno di spesa con determina nr. 692 del 16.10.2019, eseguiti nr. 22 trattamenti totali. In relazione a detti interventi è stato disposto dalla Regione, con legge regionale nr. 14/2016, un contributo straordinario.

Nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Friuli Venezia Giulia è stato presentato il progetto, predisposto dagli archh. M. Baccichet ed A. Marini, dell’Itinerario 2 – “La strada Postumia e la centuriazione concordiese che interessa oltre ad Azzano Decimo i comuni di Pasiano, Fiume Veneto e Zoppola”. Detto progetto fa parte della più ampia strategia di cooperazione territoriale, con capofila il Comune di S. Quirino, denominata “Valorizzazione dell’ambiente, del territorio, delle produzioni, delle risorgive e della pianura Pordenonese”.

Con determinazione n. 215 del 05.12.2019, l’Amministrazione ha aderito, in associazione con altri 18 comuni, alla costituzione della cosiddetta “Oil free zone - comunità sostenibile del pordenonese tra Alta pianura,

assunzione, visite periodiche e visite oculistiche rivolte al personale soggetto a lavoro a VDT), nonché curata la gestione delle visite ai dipendenti presso un poliambulatorio specialistico abilitato.

L’Ufficio ha, infine, prestato attività di supporto logistico e gestionale, anche in collaborazione con altri uffici, a tutti gli eventi pubblici organizzati dall’Amministrazione Comunale e che avessero risvolti a carattere ambientale. In particolare:

Pedalata Ecologica;

Puliamo Azzano;

Giornate Ecologiche svolte insieme con l’Associazione Ecovolontari nei mesi di aprile e novembre 2019.

SERVIZIO VIGILANZA

Il servizio di Polizia Locale nell’anno 2019 si è articolato nella realizzazione delle attività e degli obiettivi imposti dalla normativa regionale e nazionale ex L. 65/86 e LR 9/2009 oltre alla normativa regolamentare e ordinanze comunali.

Nell’anno di riferimento il servizio è stato attuato con l’impiego di complessivi 9 dipendenti di cui uno a prestazione ridotta part time 50 per cento ed una collaboratrice in maternità dal mese di marzo. Con il personale a disposizione è stato possibile organizzare il servizio su due turni dalle 07:30 alle 13:30 e dalle 13:30 alle 19:30 per una copertura complessiva di 12 ore dal lunedì al sabato.

Le dotazioni strumentali a disposizione del comando sono state utilizzate per l’individuazione delle carenze documentali dei veicoli (coperture assicurative e mancate revisioni nei termini di legge con dispositivo portatile di lettura targhe), per i controlli della velocità (telelaser e Trucam) per i controlli della guida in stato di ebbrezza (con etilometri e strumentazione pre test).

Nel corso dell’anno 2019 sono stati acquistati due nuovi strumenti per la misurazione della velocità dei veicoli. Sono attualmente a disposizione del servizio 5 autoveicoli e 2 motoveicoli utilizzati prevalentemente per i servizi di rappresentanza e durante il periodo estivo. Il comando ospita la centrale operativa del sistema di videosorveglianza sia territoriale che di lettura targhe.

SERVIZIO DI POLIZIA STRADALE

Con l’ausilio della dotazione strumentale sopra indicata sono stati effettuati controlli mirati che hanno prodotto 74 sospensioni dalla circolazione per mancata revisione, 2 veicoli sono stati sanzionati per inefficienza dei dispositivi e segnalati alla M.C.T.C. di Pordenone per essere sottoposti alla revisione straordinaria.

Sono stati opportunamente posti in essere dei servizi mirati al controllo della velocità cercando di coprire il territorio comunale anche nelle zone più decentrate e periferiche delle frazioni elevando 114 verbali per violazioni al superamento dei limiti di velocità procedendo alla contestazione immediata delle violazioni e conseguente ritiro del documento di guida se previsto.

Sono 9 le patenti ritirate nell’anno 2019 per superamento dei limiti di velocità di ben oltre 40 Km/h o perché scadute.

In merito al contrasto alle soste irregolari dei veicoli, è stata data la priorità alla tutela dei pedoni in particolare degli invalidi o dei genitori con passeggino. Per tali motivi i controlli sono stati prevalentemente indirizzati ad accertare soste di veicoli sui marciapiedi, sugli attraversamenti pedonali e sugli stalli di sosta riservati agli invalidi, senza regolare contrassegno. l’esito di tali controlli ha permesso di accertare 66 veicoli in sosta irregolare su marciapiede, sugli attraversamenti pedonali e ciclabili, sugli spazi riservati alle persone invalide, ed altre fattispecie di violazioni varie , sempre relative alla sosta irregolare (doppia fila, davanti a passo carrabile, in area mercato, in prossimità di intersezione, etc.

Sono state contestate 26 violazioni per guida senza cinture o sistemi di ritenuta. Importante l’attività di prevenzione e contrasto alla guida con il cellulare causa di distrazioni e conseguenti sinistri stradali anche gravi; sono stati contestati 32 verbali per l’uso durante la guida di telefono cellulare.

Con dotazioni strumentali in dotazione sono state effettuate verifiche su veicoli circolanti privi di copertura assicurativa accertando 12 violazioni e conseguente sequestro dei medesimi.

L’attività di polizia stradale nel complesso ha consentito l’accertamento di 517 violazioni al codice della

Grazie ad idonea progettualità e risorse che l’amministrazione comunale ha investito nel servizio di Polizia Locale in applicazione dell’art. 208 del codice della strada, il comando ha potuto ampliare dal mese di ottobre e fino al 31 dicembre il servizio serale oltre le 19:30, garantendo soprattutto nei mesi di fine anno interessati a numerose festività, maggiore vigilanza sul territorio. È stato possibile ampliare i servizi svolti nella normale turnazione in orario di servizio di ulteriori 17 servizi di presenza effettiva nel territorio e 84 posti di controllo stradale in ore notturne; controllate 176 persone e redatti 44 verbali di violazione al codice della strada.

SERVIZIO DI POLIZIA GIUDIZIARIA

La polizia locale è chiamata a norma dell’art. 57 del cpp a svolgere le funzioni previste dall’art. 55 del cpp.

Nel contesto delle norme di riferimento e dei limiti temporali e territoriali del servizio le attività che prioritariamente coinvolgono il personale della polizia locale sono legate soprattutto alla tutela del territorio intesa nel contrasto alle varie forme di inquinamento ambientale ed al controllo dell’attività edificatoria.

A seguito di segnalazione ma anche di attività avviata di iniziativa è stata inoltrata una informativa all’Autorità Giudiziaria per gestione illecita di scarico industriale ex Dl.gs 152/2006 ed una ulteriore per gestione e deposito incontrollato di rifiuti.

Risulta una notizia di reato per guida in stato di ebrezza alcolica a seguito di un centinaio di controlli effettuati sia con apposita progettualità sia nell’ordinario svolgimento dei controlli della circolazione stradale ed una per lesioni stradali ex art. 590 bis del C.P.

Nel complesso sono state inoltrate all’autorità giudiziaria 14 informative di reato e sono stati effettuati 2 sequestri penali.

È stata data collaborazione alla locale Stazione dei carabinieri e sono state evase almeno 2 attività delegate dalla procura della Repubblica oltre a 21 notifiche a soggetti residenti in Azzano Decimo per udienze e fatti processuali.

SERVIZIO DI PUBBLICA SICUREZZA

Sono stati effettuati con cadenza quasi quotidiana il presidio della piazza Libertà, dei parchi pubblici e centro sportivo di base negli orari di maggiore affluenza; nelle ricorrenze religiose sono stati controllati i parcheggi cimiteriali e nei mesi di novembre e dicembre sono stati intensificati i servizi serali al fine di scoraggiare fenomeni di microcriminalità.

Durante tutto l’anno scolastico è stato garantito il servizio di viabilità nonché di monitoraggio e controllo all’esterno dei plessi scolastici di viale Rimembranze, via Divisione Julia e delle scuole medie oltre al servizio di viabilità in via centrale a Corva dal lunedì al mercoledì.

Il personale è stato impiegato in oltre 20 manifestazioni di vario genere organizzate o patrocinate dall’amministrazione comunale, per servizi di viabilità, scorta, presidio e rappresentanza oltre che per la partecipazione a 8 riunioni della Commissione Comunale di Pubblico Spettacolo.

È stato predisposto mensilmente il programma dei servizi per i volontari della sicurezza.

Sono stati effettuati 652 accertamenti anagrafici su richiesta del servizio anagrafe.

Sono stati predisposti i provvedimenti ed eseguiti 6 trattamenti sanitari obbligatori su proposta e collaborazione con il servizio sanitario competente.

ATTIVITA’ AMMINISTRATIVA

Il servizio di polizia locale nell’anno di riferimento ha curato i procedimenti amministrativi per il rilascio

temporanee del suolo pubblico (65), licenze spettacoli viaggianti (13), le procedure per la convocazione della Commisione Comunale per le attività di Pubblico spettacolo (8), ricorsi ed udienze presso l’Autorità Giudiziaria (11), gestione mercati (150), determine (53), delibere (4), pareri pubblicità (10), ospitalità stranieri (130), oggetti ritrovati e/o riconsegnati (30), ordinanze dirigenziali (temporanee del codice della strada per lavori stradali, manifestazioni e varie n. 88), ordinanze sindacali (7) accertamenti anagrafici (652); Sono state gestite 300 aperture al pubblico dal lunedì al venerdì.

È stata data assistenza al progettista dell’ampliamento dell’impianto di videosorveglianza e lettura targhe per la predisposizione e scelta dei nuovi punti di installazione sia delle telecamere territoriali che di lettura targhe. Nelle attività di installazione delle nuove lettura targhe in zona industriale è stata data collaborazione alla ditta incaricata per la corretta inquadratura e posizionamento degli apparati.

Sono state gestite le richieste delle forze dell’ordine per gli inserimenti delle targhe ricercate nelle black list di riferimento.

Sono state affidate, nel rispetto della normativa del dpgr 679/2016, a ditte specializzate del settore la manutenzione ordinaria degli impianti di videosorveglianza e lettura targhe e segnalate le anomalie di funzionamento. Sono state rendicontate le spese effettuate relativamente al contributo regionale per la sicurezza del 2015.

L’ufficio contravvenzioni oltre a lavorare le 517 violazioni al codice della strada ha provveduto a verbalizzare e postalizzare 75 accertamenti di violazione a regolamenti comunali e leggi regionali. In particolare sono state accertate 36 violazioni per mancata custodia dei cani e benessere animale (LR 20/2012), 17 violazioni per accertamenti su aree urbane in degrado o abbandono e 5 accertamenti di illeciti per violazioni negli ambiti rurali ed ulteriori 17 per violazioni a norme statali ed al regolamento del mercato agricolo.

È stato modificato il regolamento di polizia urbana con l’aggiornamento delle sanzioni previste dall’art 48 in relazione alla detenzione dei cani in area pubblica ed approvato il nuovo regolamento per la sgambatura dei cani presso l’area dedicata ubicata nel parco delle dote.

SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI – UTI SILE E MEDUNA

PREMESSA

L’attività del Servizio sociale dei Comuni dell’UTI Sile e Meduna – Comune di Azzano Decimo, si è sviluppata per il 2019 lungo le seguenti direttrici di lavoro:

1. le attività consolidate dei Servizi Sociali previste dalla normativa di settore (LR 6/2006) e dalla programmazione regionale e zonale, nonché dalla programmazione relativa agli obiettivi del servizio

2. il rinnovamento del sistema locale di governo associato in attuazione della riforma regionale, ridefinizione degli ambiti territoriali dei SSC, approvazione della nuova convenzione per la gestione associata, definizione di un nuovo regolamento di funzionamento dell’Assemblea dei Sindaci.

3. espletamento delle gare d’appalto per l’affidamento di importanti servizi esternalizzati, servizio educativo domiciliare e scolastico, servizio di preparazione e confezionamento pasti.

1. ATTIVITÀ CONSOLIDATE DEL SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI

Questa attività costituisce uno degli assi centrali del funzionamento di tutto il SSC poiché riguarda l’operatività quotidiana del Servizio sviluppato attraverso l’incontro con la domanda sociale di minori, adulti e anziani che vivono nei 6 Comuni di riferimento del servizio sociale.

Il suo nucleo fa sostanzialmente riferimento alle prestazioni e agli interventi di cui all’art. 6 della legge regionale 6/2006, che definiscono il sistema di offerta per tipologie di servizi e prestazioni, trasversale alle aree di bisogno, articolato in:

- welfare d’accesso, con il ruolo fondamentale riconosciuto al Servizio Sociale Professionale, che ricomprende il servizio di segretariato sociale, le attività di presa in carico e gestione sociale del caso (case management), il servizio di pronto intervento per le situazioni di emergenza sociale;

- servizi domiciliari, di tipo educativo, socio-assistenziale e di assistenza integrata;

- servizi a carattere comunitario semiresidenziale, compresa la rete delle strutture e dei servizi a ciclo diurno;

- servizi a carattere comunitario a ciclo residenziale, comprendente la rete delle strutture e dei servizi a ciclo interamente residenziale anche a carattere temporaneo;

- misure di sostegno e assistenza economica, nelle diverse forme previste dalla programmazione regionale.

Va sottolineato in particolare l’ulteriore evoluzione delle misure regionali e nazionali di sostegno al reddito: la Misura Attiva di Sostegno al Reddito (MIA) regionale che ha sostituito il precedente Fondo di solidarietà, portata ora ad esaurimento, dato l’affacciarsi della nuova nazionale di contrasto alla povertà (Reddito di Cittadinanza). Sono proseguiti i programmi si sostegno e contrasto alla povertà anche grazie all’utilizzo dei rispettivi fondi povertà nazionale e regionale . Sono state inoltre maggiormente strutture le aree di servizio: lavoro inclusione sociale, disabilità con la sperimentazione di nuovi strumenti di valutazione e progettazione, anziani e implementazione delle reti di prossimità, minori e famiglia con la progettazione di un nuovo servizio di sostegno in area 0-3 anni d’età.

È stata garantita inoltre la continuità dei servizi di trasporto sociale e promozione della figura di amministratore di sostegno in partenariato con il terzo settore, tramite nuove convenzioni pluriennali. Interventi messi in sicurezza anche sotto il profilo economico con la definizione di nuove e adeguate risorse.

1. Azioni di sistema

L’attività svolta nel corso 2019 dal SSC in conformità al documento programmatorio adottato oltre a quanto già indicato in precedenza, si è articolata nelle seguenti macroazioni:

a) governance delle risorse e degli attori territoriali, e il coordinamento di area vasta con l’AAS5;

b) sistema integrato dei servizi socio-sanitari.

Queste due aeree di lavoro ricadono nelle così dette “Azioni di sistema”, in cui si concentrano gli sforzi per rendere efficace e più efficiente l’intero funzionamento del Servizio sociale dei Comuni in rapporto alle proprie dinamiche ed esigenze di funzionamento interno e agli altri attori locali che compongono il sistema, su tutti l’AAS5 per l’integrazione

L’attività della prima macroazione ha avuto uno sviluppo locale, ossia riflette i confini di operatività del SSC. Viceversa le azioni relative al sistema integrato dei servizi socio-sanitari si sono realizzate per lo più attraverso la “Cabina di regia”

di area vasta, che è il dispositivo organizzativo attivato con il PdZ che punta alla governance dell’integrazione socio sanitaria e socio lavorativa a livello provinciale.

a) La governance delle risorse e degli attori territoriali, e il coordinamento di area vasta con l’AAS5

Per garantire al cittadino/utente la soddisfazione dei bisogni, ritenuti “prioritari” e la qualità dei servizi erogati, il SSC ha proseguito nella propria azione di rafforzamento della governance, anche al fine di promuovere la partecipazione dei soggetti interessati all’esercizio della cittadinanza attiva e responsabile, attraverso un lavoro di rete per lo sviluppo della comunità locale.

Questa attività è stata perseguita principalmente attraverso le seguenti tre azioni:

1. la gestione dei Tavoli tematici del Piano di Zona nell’area “Adulti”, in riferimento alla collaborazione con altri attori pubblici e del privato non profit, principalmente sui temi della povertà, del contrasto allo spreco, della solidarietà e dell’inclusione sociale;

2. il rafforzamento delle reti con i soggetti dei suddetti Tavoli tematici, ma non solo, attivando collaborazioni specifiche nella realizzazione di interventi / servizi su specifiche progettualità, anche attraverso la stipula di accordi informali e formali per la realizzazione sinergica degli stessi;

3. l’aggiornamento annuale del profilo di comunità 2018 dell’area di riferimento del SSC, riportante dati e informazioni da un lato sui bisogni e la domanda sociale rivolta al SSC, dall’altro lato sul sistema dell’offerta di prestazioni, interventi e servizi.

Una seconda area di attività è data dal consolidamento degli strumenti di comunicazione gestiti dal SSC, come si è accennato

Una seconda area di attività è data dal consolidamento degli strumenti di comunicazione gestiti dal SSC, come si è accennato

Nel documento COMUNE DI AZZANO DECIMO (pagine 99-110)