CITTÀ DI CARMAGNOLA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 348

Testo completo

(1)

COPIA

CITTÀ DI CARMAGNOLA

PROVINCIA DI TORINO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N° 348

OGGETTO: Ripartizione Polizia Municipale - approvazione in sanatoria progetto per attività d’istituto connesse alla necessità di fronteggiare eventi eccezionali sul territorio comunale nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2011 ed il 31 maggio 2011.

L’anno duemilaundici addì uno del mese di dicembre - ore 11:30, in CARMAGNOLA, nella solita sala comunale, si è riunita la Giunta Comunale nelle persone dei Signori:

Presente Assente

1. TESTA Silvia Sindaco X

2. BERTERO Giuseppe Vicesindaco X 3. ALBINI Letizia Assessore X

4. CAON Pio Assessore X

5. CAVALLINI Gianni Assessore X 6. FERRETTO Graziana Assessore X

Assiste alla seduta il Segretario Generale SACCO BOTTO Anna

(2)

FeB/FeB

Deliberazione G. C. n. 348 del 01/12/2011

OGGETTO: Ripartizione Polizia Municipale – approvazione in sanatoria progetto per attività d’istituto connesse alla necessità di fronteggiare eventi eccezionali sul territorio comunale nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2011 ed il 31 maggio 2011.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che, ai sensi dell’art. 14 comma 2 del C.C.N.L. del 1 aprile 1999 le risorse destinate alla corresponsione di compensi per lavoro straordinario “ …omissis…, possono essere incrementate con le disponibilità derivanti da specifiche disposizioni di legge connesse alla tutela di particolari attività ed in particolare quelle elettorali, nonché alla necessità di fronteggiare eventi eccezionali”;

Ravvisata la necessità, di emanare alcune linee di indirizzo in merito alla lettura da dare a tale disposizione contrattuale ed in particolare alla dicitura “eventi eccezionali”. A tal fine devono intendersi tutti quegli eventi che seppur prevedibili, non rientrano nella ordinaria natura della struttura chiamata ad adempierli, ne sono inquadrabili nell’ambito di un preciso piano di attività finanziabili con le risorse ordinarie, od anche pur rientrando in una categoria di eventi programmabili e di competenza, assumono la veste di “eccezionalità” per la particolare e straordinaria dimensione ed unicità dell’evento (es. programmazione e gestione di manifestazioni a rilievo extraterritoriale di particolare richiamo e dimensione organizzativa, organizzazione di eventi straordinari a carattere culturale, ricreativo e sportivo, al fine di dare risalto ai beni culturali del nostro territorio per una rivalutazione del turismo ed un conseguente ritorno per l’economia) o per l’urgenza con cui gli stessi devono essere attuati (es. interventi a tutela dell’incolumità pubblica in connessione con eccezionali condizioni atmosferiche, interventi di protezione civile diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eventi meteorologici).

Trattasi pertanto di eventi di particolare importanza e di straordinarietà per la cui esecuzione la struttura comunale deve dotarsi di prestazioni aggiuntive limitate ad un preciso periodo temporale e dotate di una specifica professionalità e conoscenza dell’apparato comunale, acquisibili con la richiesta di un incremento di ore di prestazione straordinarie al personale operante presso l’ente;

Precisato che i criteri autorizzativi all’incremento dei fondi per il lavoro straordinario, come sopra esposti, sono stati emanati in esecuzione dei contenuti normativi del D.Lgs. n. 267/2000 (vedi in particolare l’art. 89, comma 5 “…Gli enti locali, nel rispetto dei principi fissati dal presente testo unico, provvedono …… all'organizzazione e gestione del personale nell'ambito della propria autonomia normativa ed organizzativa con i soli limiti derivanti dalle proprie capacità di bilancio e dalle esigenze di esercizio delle funzioni, dei servizi e dei compiti loro attribuiti. Restano salve le disposizioni dettate dalla normativa concernente gli enti locali dissestati e strutturalmente deficitari…”) che fissa indirizzi precisi per la gestione degli uffici e dei servizi Comunali, uffici e servizi che devono essere improntati alla massima efficienza ed efficacia della azione amministrativa, con l’utilizzo delle professionalità presenti all’interno dell’Ente e con conseguente razionalizzazione e risparmio di spesa;

Visto che lo svolgersi di manifestazioni di particolare importanza e di

notevole richiamo quale afflusso di persone, come i mercatini del

riuso, la fiera di primavera (svoltasi nel mese di marzo) , ortoflora

(svoltasi nel mese di aprile) ha comportato un consistente utilizzo di

(3)

ore di lavoro straordinario da parte del Corpo di polizia Municipale;

Richiamato il comma 4 dell’art. 14 del C.C.N.L. del 1° aprile 1999 che fissa il limite massimo individuale per prestazioni di lavoro straordinario, a livello di anno, in 180 ore;

Visti gli artt. 38 e 39 dell'accordo integrativo del C.C.N.L. (code contrattuali) sottoscritto in data 14 settembre 2000 che integrano la disciplina del citato art. 14 del C.C.N.L. del 1° aprile 1999;

Considerato necessario costituire in sanatoria un apposito fondo ai sensi dell’art. 14 comma 2 del C.C.N.L. del 1° aprile 1999, ad integrazione delle risorse determinate annualmente nel fondo per lavoro straordinario, pari a circa € 10.400,00, in considerazione del consistente utilizzo da parte del Corpo di Polizia Municipale di tale istituto per le esigenze e le motivazioni sopra descritte nel periodo 01/01/11 al 30/05/11;

Preso atto che il Responsabile del Servizio Polizia Municipale ed il Responsabile della Ragioneria hanno espresso, ciascuno per quanto di competenza ex art. 49 comma 1 del Testo Unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs.

18.08.2000, n. 267), i pareri favorevoli espressi in calce Con voti favorevoli ed unanimi espressi in forma palese

D E L I B E R A

1. Di incaricare il Segretario Comunale, nella sua qualità di Presidente della delegazione trattante, di inserire, all’interno del contratto collettivo decentrato per l’anno 2011 l’incremento del fondo per lavoro straordinario ai sensi dell’art. 14 c. 2 del C.C.N.L. del 1° aprile 1999, come in premessa stimata pari ad € 10.400,00;

2. Di dare atto che il costo complessivo del progetto trova copertura al Cap. 11050 del Bilancio 2011;

3. Con votazione favorevole ed unanime, resa nei modi di legge, il presente provvedimento è dichiarato immediatamente eseguibile ex art. 134 comma 4 del D.Lgs n. 267/2000.

(4)

CITTA’ DI CARMAGNOLA

Oggetto: Proposta di deliberazione: Ripartizione Polizia Municipale – approvazione in sanatoria progetto per attività d’istituto connesse alla necessità di fronteggiare eventi eccezionali sul territorio comunale nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2011 ed il 31 maggio 2011.

Pareri ex art. 49 comma 1 del Testo Unico Delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali

(Decreto Legislativo 18/08/2000 n. 267)

Parere sulla regolarità tecnica: FAVOREVOLE

Carmagnola, lì 1/12/2011 Il Responsabile del Servizio

F.to Battel Federico

Parere sulla regolarità contabile: FAVOREVOLE Carmagnola, lì 1/12/2011

Il Responsabile della Ragioneria F.to Daniela DOGLIO

(5)

Redatto e sottoscritto.

F.to Il Presidente F.to Il Segretario Generale

TESTA Silvia SACCO BOTTO Anna

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE E COMUNICAZIONE

La presente deliberazione viene pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi con decorrenza dal 06 dicembre 2011

Num. Pubbl. 2092.

Ed è contestualmente comunicata ai Capigruppo consiliari (art 125 D. Lgs.

n.267/2000)

F.to Il Segretario Generale

Copia conforme all’originale , per uso amministrativo.

Il 06 dicembre 2011 F.to Il Segretario Generale

[ ] Esecutiva il ...

dopo regolare pubblicazione e/o decorrenza di termini ai sensi di legge.

[X ] Dichiarata immediatamente eseguibile

Il Segretario Generale

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :