C – ATTIVO CIRCOLANTE C.I – Rimanenze

Nel documento 2 ( 0 Annual R 21 eport ) (pagine 154-161)

EUR/000

31/12/2021

Gas 22.448

Certificati CO2 117

Ricambi 12.337

Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati 6.673

Biomassa 6.802

Altre rimanenze 3.667

TOTALE 52.044

La voce rimanenze ammonta a 52.044 migliaia di euro e accoglie principalmente il valore delle rimanenze di gas stoccato presso Stogit SpA e IGS, dalle giacenze di pezzi di ricambio e della biomassa (combustibile) alla data del 31 dicembre 2021.

Le operazioni di stoccaggio gas sono poste in essere al fine di garantire flessibilità nell’approvvigionamento e di gestire la volatilità dei prezzi infragiornalieri. Tali rimanenze sono iscritte al costo medio ponderato. Alla luce dell’andamento del prezzo del gas nei primi mesi del 2022, si ritiene che il valore delle giacenze sia recuperabile.

Le giacenze relative ai ricambi si riferiscono ai pezzi di ricambio necessari per l’attività di manutenzione delle centrali di proprietà del Gruppo.

DESCRIZIONE DEGLI ELEMENTI ATTIVI

Le rimanenze di biomassa sono composte da legname combustibile utilizzato per il funzionamento degli impianti a biomasse e sono valutate al costo medio ponderato di acquisto,

I prodotti in corso di lavorazione si riferiscono ad opere di durata infrannuale realizzate dalla controllata Sorgenia Green Solutions Srl per lo sviluppo di progetti fotovoltaici;

valutati sulla base dei corrispettivi maturati con ragionevole certezza, secondo il metodo della percentuale di completamento, quest’ultima determinata mettendo in relazio-ne i costi sostenuti con i costi totali previsti per la realizzaziorelazio-ne dei lavori.

C. II – Crediti

EUR/000

entro 12 mesi oltre 12 mesi 31/12/2021

1) Verso clienti 448.646 448.646

2) Verso Imprese Controllate 2 2

3) Verso Imprese Collegate -

-4) Verso Controllanti 592 592

5) Verso imprese sottoposte al controllo di controllanti -

-5-bis) Crediti tributari 27.959 1.028 28.987

5-ter) Imposte anticipate 73.469 73.469

5-quater) Verso Altri 132.044 132.044

682.712 1.028 683.740

C.II.1 – Verso clienti

I crediti commerciali, pari a 448.646 migliaia di euro si riferiscono quasi interamente ai crediti di natura commerciale derivanti dalla somministrazione di energia elettrica e dalla vendita di gas naturale del Gruppo.

Le fatture da emettere ammontano ad 382.715 migliaia di quasi interamente emesse nei primi mesi del 2022.

Si specifica, inoltre che l’adeguamento del valore nominale dei crediti al presunto valore di realizzo è stato ottenuto mediante apposito fondo svalutazione crediti pari a 28.956 migliaia di euro al 31 dicembre 2021 che rappresenta la miglior stima del rischio di mancato adempimento delle obbligazioni assunte dalla clientela.

DESCRIZIONE DEGLI ELEMENTI ATTIVI

A tal proposito, il Gruppo individua tre classi omogenee di clientela: “Clienti mass market” riconducibile alle microimprese, “Corporate”, riconducibile alle piccole, medie e grandi imprese e “Residenziale” riconducibile ai clienti domestici. I crediti scaduti sono gestiti per azione di recupero posta in essere e svalutati in funzione dell’esito atteso delle azioni di recupero intraprese.

Nella voce “Oneri diversi di gestione”, al 31 dicembre 2021, è rappresentato l’effetto netto delle perdite su crediti, derivante dalla rilevazione di perdite su crediti per un am-montare pari a 12.220 migliaia di euro, coperte totalmente dall’utilizzo del fondo svalutazione crediti.

Nell’esercizio in esame è stato accantonato a fondo svalutazione crediti l’importo di 6.817 migliaia di euro che trova riscontro nel conto economico alla voce “Svalutazione dei crediti compresi nell’attivo circolante e disponibilità liquide”.

C.II.4 – Crediti verso controllanti

I crediti verso imprese controllanti sono rappresentati da crediti maturati dalla società Sorgenia Bionergie SpA, per consolidato fiscale verso F2i ER1 pari a 592 migliaia di euro.

C.II.5/bis – Crediti tributari

EUR/000

31/12/2021 Entro i 12 mesi

Crediti verso erario per IVA corrente 13.166

Crediti per imposte dirette 2.160

Altri crediti d’imposta 12.633

Oltre i 12 mesi

Altri crediti d’imposta 1.028

TOTALE 28.987

La voce crediti verso erario per IVA corrente, pari a 13.166 migliaia di euro, è riferibile principalmente al credito IVA maturato dalle 7VRg Wind pari a 4.795, al Gruppo Sorgenia Bionergie per 4.746 e Sorgenia Fiber S.r.l per 1.238 migliaia di euro.

La parte residua dei Crediti tributari esigibili entro l’esercizio successivo, esposti in bilancio al 31 dicembre 2021 rappresentano:

■ i crediti derivanti maturati con il superbonus, pari a 9.629 migliaia di euro che sono stati tutti incassati, al netto degli oneri finanziari, nel corso del mese di gennaio 2022;

DESCRIZIONE DEGLI ELEMENTI ATTIVI

■ altri crediti verso l’erario, per un importo pari a 2.160 migliaia di euro, composto principalmente da crediti di imposta residui IRES e IRAP generatisi a fronte di maggiori acconti versati negli esercizi precedenti.

La voce crediti verso erario esigibili oltre l’esercizio successivo, accoglie prevalentemente (i) i crediti IRES della controllata Energia Italiana SpA, sorti in regime di trasparenza fiscale con la controllata a controllo congiunto Tirreno Power SpA in esercizi precedenti, e per i quali è stata da quest’ultima presentata apposita istanza di rimborso. Tali crediti, alla data del 31 dicembre 2021 ammontano a 429 migliaia di euro e (ii) crediti verso l’Erario per addizionali provinciali sull’energia elettrica da chiedere a rimborso ai sensi dell’art. 14, comma 4, del D. Lgs n. 504 del 26 ottobre 1995 per euro 439 migliaia di euro.

C.II.5/ter – Imposte anticipate

I crediti relativi ad imposte anticipate sono pari a 73.469 mmigliaia di euro e accolgono il credito per imposte anticipate relativo alle differenze temporanee tra i valori delle attività e delle passività iscritti nel bilancio ed i corrispondenti valori riconosciuti ai fini fiscali; nonché le imposte anticipate iscritte sulle perdite fiscali pregresse, per la quota ritenuta recuperabile.

Il valore è costituito prevalentemente dai crediti per imposte anticipate iscritte sui fondi rischi vari e fondo svalutazione crediti (16.859 migliaia di euro), sul fondo smantella-mento e manutenzioni (14.544 migliaia di euro), oltre che dal credito per imposte anticipate iscritto sulle perdite fiscali, trasferite al regime di consolidato di Gruppo (23.832 migliaia di euro) e sull’ACE (478 migliaia di euro), dal credito per imposte anticipate relative all’applicazione della riserva da cash flow hedge (7.561 migliaia di euro), dal credi-to per imposte anticipate sull’agevolazione fiscale denominata “Patent box” (867 migliaia di euro),dal credicredi-to per imposte anticipate iscritcredi-to sugli interessi temporaneamente indeducibili antecedenti all’adesione al consolidato fiscale (3.854 migliaia di euro).

In relazione alle perdite fiscali e ACE e interessi passivi indeducibili iscritti (101.290 migliaia di euro, cui corrisponde un credito d’imposta pari a 24.310 migliaia di euro) gli Amministratori hanno ritenuto ragionevolmente certa la recuperabilità fiscale lungo un orizzonte temporale fino al 2025. La recuperabilità è stata stimata sulla base dei redditi imponibili futuri di consolidato fiscale derivanti dal Business Plan approvato dal Consiglio di Amministrazione di Sorgenia SpA il 3 febbraio 2022 che recepisce i dati di pre-chiusura al 31 dicembre 2021 e le previsioni relative al budget 2022 approvato dal Consiglio di Amministrazione di Sorgenia SpA sempre in data 3 febbraio 2022. Gli Amministratori hanno ritenuto che il citato piano rappresenti un’evidenza convincente a supporto della recuperabilità dei crediti per imposte anticipate, tuttavia, stante il lungo orizzonte temporale del citato piano previsionale, le stime effettuate potrebbero differire anche significativamente rispetto alle circostanze effettive, determinando un conseguente impatto sulla recuperabilità delle imposte anticipate.

Per un maggiore dettaglio si rimanda alla tabella Differenze temporanee ed imposte differite nel paragrafo “Tabella differenze temporanee e imposte differite”.

DESCRIZIONE DEGLI ELEMENTI ATTIVI

C.II.5 quater - Verso altri

La voce crediti verso altri, al 31 dicembre 2021, ammonta a 127.594 migliaia di euro.

Tali crediti accolgono principalmente:

■ crediti verso il Gestore dei Servizi Energetici per incentivi per 57.478 migliaia di euro di cui 45.022 relativi agli incentivi maturati dalle società del Gruppo Sorgenia Bioe-nergie e 12.456 migliaia di euro relativi agli incentivi maturati per le 7 VRg WIND;

■ per 48.202 migliaia di euro, le somme vincolate (principalmente sul conto Macquarie Ltd ed ED&F) al fine di garantire l’operatività della controllata Sorgenia Trading SpA sui mercati regolamentati dell’energia e del gas;

■ anticipi ed acconti versati a fornitori per 2.373 migliaia di euro in cui sono comprese in misura rilevante le somme versate in anticipo dalla controllante Sorgenia SpA verso gli agenti per 1.060 migliaia di euro;

■ le somme depositate (“margin call”) a favore di primari grossisti nel corso dell’esercizio ai fini dell’operatività della società Sorgenia Trading SpA sui mercati dell’energia elettrica e del gas, per 15.980 migliaia di euro;

■ da crediti pari a 4.450 migliaia di euro verso Veronagest riferiti all’indennizzo relativo al Contenzioso Visco-Sud per i cui dettagli si rimanda al paragrafo di riferimento, contenuto nel paragrafo “Eventi rilevanti dell’esercizio”.

C.III – Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

EUR/000

31/12/2021

1) Partecipazioni in imprese Controllate non consolidate -

2) Partecipazioni in imprese Collegate -

3) Partecipazioni in imprese Controllanti -

3-bis) Partecipazioni in Imprese sottoposte al controllo di controllanti -

4) Altre partecipazioni -

5) Strumenti finanziari derivati attivi 90.876

6) Altri titoli -

7) Attività finanziarie per la gestione accentrata della tesoreria -

TOTALE 90.876

DESCRIZIONE DEGLI ELEMENTI ATTIVI

C.III.5 – Strumenti finanziari derivati attivi

Il fair value dei contratti derivati, esposto nell’attivo circolante, ammonta a 90.876 migliaia di euro al 31 dicembre 2021 e accoglie principalmente:

il fair value degli strumenti finanziari derivati attivi su commodities energetiche pari a 88.602 migliaia di euro. In particolare, l’importo comprende il fair value attivo esposto al netto per deal, relativo agli strumenti derivati sottoscritti con finalità di trading proprietario con primarie controparti fisiche – “portafoglio di trading” – al fine di massi-mizzare le opportunità di arbitraggio offerte dal mercato attraverso l’oscillazione dei prezzi;

il valore degli strumenti finanziari derivati negoziati sulle clearing house presenti nel Portafoglio Industriale al 31 dicembre 2021, pari a 2.274 migliaia di euro, a copertura delle emissioni di CO2 prodotte dalle centrali termoelettriche nel corso del 2021.

C.IV – Disponibilità liquide

EUR/000

31/12/2021

1) Depositi bancari e postali 142.776

2) Assegni -

3) Denaro e valori in cassa 9

TOTALE 142.785

C.IV.1 – Depositi bancari e postali

La voce depositi bancari e postali ammonta a 142.776 migliaia di euro.

Inoltre, si segnala che la voce delle accoglie i saldi attivi relativi ai conti correnti bancari, ai conti con le clearing house (sui quali sono regolati giornalmente le posizioni aperte dei derivati finanziari) e ai conti correnti in valuta e ai depositi bancari al 31 dicembre 2021.

Per maggiori dettagli circa le dinamiche finanziarie dell’esercizio 2021 si rimanda al Rendiconto Finanziario.

DESCRIZIONE DEGLI ELEMENTI ATTIVI

D – RATEI E RISCONTI

EUR/000

31/12/2021

Ratei attivi

-Risconti attivi 6.054

TOTALE 6.054

La voce risconti attivi, al 31 dicembre 2021 ammonta, a 6.054 migliaia di euro.

Il saldo riferisce interamente a importi pagati anticipatamente, ma di competenza dell’esercizio successivo, principalmente relativi a (i) commissioni su fidejussioni; (ii) assi-curazioni, pubblicità, canoni di locazione, contratti di manutenzione e software (iii) rinnovo dei servizi di Cloud per i sistemi informativi del Gruppo.

Al 31 dicembre 2021 il Gruppo espone risconti attivi relativi ad assicurazioni, per l’importo di 92 migliaia di euro, aventi durata superiore ai cinque anni.

DESCRIZIONE DEGLI ELEMENTI ATTIVI

Nel documento 2 ( 0 Annual R 21 eport ) (pagine 154-161)