RISULTATI ECONOMICI DI SORGENIA SPA

Nel documento 2 ( 0 Annual R 21 eport ) (pagine 59-64)

EUR/000

CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO 31/12/21 31/12/20 Variazione %

Ricavi delle vendite 3.338.245 1.475.054 126,3%

Altri ricavi e proventi 46.495 41.798 11,2%

RICAVI VENDITE E ALTRI PROVENTI OPERATIVI 3.384.740 1.516.852 123,1%

Consumi di materie prime , Variazione delle rimanenze (2.941.179) (1.023.885) 187,3%

Servizi e Oneri diversi di gestione (403.901) (456.592) (11,5%)

Costo del lavoro (29.089) (24.901) 16,8%

MARGINE OPERATIVO LORDO 10.571 11.474 (7,9%)

Ammortamenti e svalutazioni immobilizzazioni (10.725) (13.308) (19,4%)

Accantonamenti netti per fondi rischi e oneri (6.781) (15.086) (55,1%)

RISULTATO OPERATIVO NETTO (6.935) (16.920) (59,0%)

Proventi (oneri) finanziari netti 17.816 9.089 96,0%

Rivalutazione (svalutazione) di attività finanziarie 12.235 59.168 (79,3%)

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE 23.116 51.337 (55,0%)

Imposte correnti/ differite 8.824 21.710 (59,4%)

RISULTATO DI PERIODO/ ESERCIZIO 31.940 73.047 (56,3%)

Nell’esercizio 2021 Sorgenia SpA ha conseguito ricavi complessivi per 3.384.740 migliaia di euro (1.516.852 migliaia di euro nell’esercizio precedente), in aumento rispetto all’esercizio precedente.

I ricavi delle vendite hanno subito una variazione di 1.863.191 migliaia di euro rispetto allo scorso esercizio (3.338.245 migliaia di euro nel 2021 rispetto a 1.475.054 migliaia di euro nel 2020) da ricondursi prevalentemente a: i) maggiori ricavi dalle vendite di energia elettrica e gas naturale ai clienti finali, che sono passati da 550.938 migliaia di euro nel 2020 a 662.000 migliaia di euro nel 2021, con una variazione pari a 111.062 migliaia di euro; tale incremento è da ricondursi all’aumento del portafoglio clien-ti, che è passato da circa 416 mila del 2020 a circa 445 mila del 2021 con un incremento del 7% rispetto all’anno precedente, e all’aumento dei prezzi della commodity; (ii) maggiori ricavi per 97.618 migliaia di euro legati alla vendita di diritti di emissione CO2 alle società del Gruppo che detengono gli impianti di generazione, da ricondurre principalmente alla crescita del prezzo medio dei certificati registrata nel corso del 2021 ma anche alle maggiori quantità vendute sia per la più alta produzione degli impianti di Aprilia e Bertonico-Turano Lodigiano, sia perché è stata consegnata entro la fine dell’anno alle controllate Sorgenia Power e Sorgenia Puglia la quasi totali-tà delle quote necessarie a coprire il fabbisogno dell’esercizio; (iii) maggiori ricavi per 545.467 migliaia di euro per la vendita di gas naturale alle societotali-tà del Gruppo che detengono gli impianti di generazione a causa del sopracitato forte incremento del prezzo della commodity, che negli ultimi mesi dell’anno ha raggiunto i massimi storici , oltre che dei maggiori volumi venduti alla controllata Sorgenia Power; (iv) maggiori ricavi per 1.109.086 migliaia di euro per la vendita di energia elettrica e gas sui mercati all’ingrosso anche tramite la controllata Sorgenia Trading Spa, sostanzialmente per effetto dell’andamento dei prezzi delle commodity.

Gli altri proventi operativi sono passati da 41.798 migliaia di euro nel 2020 a 46.495 migliaia di euro nell’esercizio in esame. La voce è rappresentata principalmente dalle sopravvenienze attive e dai ricavi da riaddebito costi intercompany. La variazione netta di 4.697 migliaia di euro è da attribuire a: (i) maggiori sopravvenienze attive (ii) maggiori riaddebiti intercompany per costi sostenuti dalla controllante per conto delle società del Gruppo.

I costi per consumi di materie prime (comprensivi anche della variazione delle rimanenze), relativi soprattutto agli acquisti di energia elettrica e gas naturale e titoli di emis-sione CO2 effettuati nell’esercizio, sono stati pari a 2.941.179 migliaia di euro (1.023.885 migliaia di euro nel 2020), rilevando un incremento dei 1.917.294 rispetto all’esercizio precedente. La variazione è principalmente legata a: (i) maggiori costi di acquisto di energia elettrica dagli impianti di generazione sia tradizionali sia rinnovabili del Gruppo per effetto dell’incremento dei prezzi della commodity ma anche per i maggiori volumi prodotti e per l’ampliamento del perimetro delle società dalle quali sono stati effettuati gli acquisti; (ii) maggiori costi di acquisto di energia elettrica sui mercati all’ingrosso legati sia all’aumento del prezzo rispetto al 2020, sia ai più alti volumi; (iii) maggiori costi di acquisto dei diritti di emissione per effetto sia del prezzo unitario più alto rispetto a quello del precedente esercizio, sia delle maggiori quantità acquistate e consegnate;

(iv) maggiori costi di acquisto gas sia per i più alti volumi movimentati che per l’incremento della commodity.

ANDAMENTO DELLA GESTIONE DI SORGENIA SPA

I costi per servizi e altri oneri di gestione (tra i quali i costi di trasporto, distribuzione e dispacciamento dell’energia elettrica e gas, i costi commerciali, ecc.) sono pari a 403.901 migliaia di euro (456.592 migliaia di euro nell’esercizio precedente) con una variazione in diminuzione dell’11,5%. Il decremento è rappresentato prevalentemen-te dalla riduzione dei costi di trasporto e dispacciamento di energia elettrica e i costi di trasporto e distribuzione del gas che si riducono rispetto all’esercizio precedenprevalentemen-te, contrariamente all’incremento dei ricavi, per effetto della riduzione della componente tariffaria degli oneri generali di sistema dal 1 luglio 2021 introdotta dalla Delibera 30 giugno 2021 278/2021/R/com e dalla Delibera 28 settembre 2021 396/2021/R/com, emanate a seguito del decreto che ne ha previsto la riduzione per compensare l’importante rialzo dei costi della materia prima.

Il costo del personale è stato pari 29.089 a migliaia di euro (24.901 migliaia di euro nell’esercizio precedente), la variazione è legata principalmente all’incremento dei di-pendenti, per ii miglioramenti di merito, i passaggi di categoria, gli scatti di contingenza, il costo delle ferie non godute, gli accantonamenti a norma di legge e dei contratti collettivi e i premi produzione.

Il Margine Operativo Lordo (MOL) risulta positivo per 10.571 migliaia di euro (11.474 migliaia di euro nell’esercizio 2020) ed è sostanzialmente in linea con lo scorso esercizio.

Il Risultato Operativo è negativo per 6.935 migliaia di euro (negativo e pari a 16.920 migliaia di euro nell’esercizio precedente). Il miglioramento, pari a 9.985 migliaia di euro, è principalmente determinato:

■ dalla variazione negativa del Margine Operativo Lordo per 903 migliaia di euro;

■ dalla riduzione degli accantonamenti netti al fondo svalutazione crediti e perdite su crediti per 8.232 migliaia di euro, dovuto al fatto che lo scorso anno era stato rilevato un lieve deterioramento della qualità dei crediti verso clienti, in termini di probabilità di recuperabilità, inferiore rispetto alle rilevazioni precedenti a seguito dell’emergenza CoViD-19;

■ dalla riduzione di ammortamenti e svalutazioni per 2.583 migliaia di euro, decremento giustificato dalla presenza lo scorso esercizio di svalutazioni di immobilizzazioni immateriali non rilevate nell’esercizio in esame.

La gestione finanziaria presenta proventi netti per 17.816 migliaia di euro (proventi netti per 9.089 migliaia di euro nel 2020), ed è stata prevalentemente caratterizzata dalla rilevazione nel 2021 dei dividendi per complessivi 38.050 migliaia di euro distribuiti dalla controllata Sorgenia Puglia SpA e dalle società eoliche del gruppo e dalla rilevazione di interessi passivi sul valore dei debiti.

ANDAMENTO DELLA GESTIONE DI SORGENIA SPA

Nello specifico si evidenzia che nel 2021:

■ sono stati rilevati proventi finanziari per 53.076 migliaia di euro, relativi principalmente ai: i) dividendi distribuiti dalla controllata Sorgenia Puglia SpA pari a 20.000 migliaia di euro e dalle controllate società eoliche che sono entrate a far parte del gruppo dal giugno 2021 per 18.050; ii) ai proventi finanziari, pari a 10.889 migliaia di euro, relativi agli interessi attivi maturati sui finanziamenti intercompany per 10.250 e gli interessi attivi maturati sul cash pooling per 640 migliaia di euro; iii) ai proventi finanziari, pari a 4.104 migliaia di euro, relativi all’applicazione del costo ammortizzato calcolato sul credito finanziario in essere verso la controllata Sorgenia Power SpA;

■ sono stati rilevati oneri finanziari per 33.263 migliaia di euro relativi principalmente a: i) oneri rilevati sul finanziamento pari a 28.220 migliaia di euro, composti da interessi passivi sul valore nominale del debito pari a 22.330 migliaia di euro a cui si aggiungono 5.890 migliaia di euro derivanti dal riconoscimento dell’onere finanziario figurativo di competenza del periodo in esame in applicazione del costo ammortizzato, ii) interessi passivi maturati sui finanziamenti intercompany per 482 migliaia di euro e maturati sul contratto di cash pooling per 3.082 migliaia di euro;

■ sono stati rilevati oneri e commissioni bancarie legate all’operatività della società per un importo pari a 1.459 migliaia di euro.

La voce Rivalutazione/svalutazione delle attività finanziarie evidenzia un provento netto di 12.235 migliaia di euro (proventi per 59.168 migliaia di euro nel 2020). Il saldo 2021 è rappresentato principalmente da rivalutazioni e svalutazioni delle partecipazioni che presentano un saldo positivo di 12.500 migliaia di euro; in particolare sono stati rilevati ripristini di valore della partecipazione in Energia Italiana Spa per 16.735 migliaia di euro a cui si contrappone la svalutazione nella partecipazione in Sorgenia Sviluppo Srl e Sorgenia Fiber Srl per complessivi 4.235 migliaia di euro.

Ai fini della redazione del bilancio al 31 dicembre 2021, gli Amministratori della controllata Energia Italiana SpA, hanno ritenuto di procedere al parziale ripristino di valore della partecipazione in Tirreno Power SpA (precedentemente svalutata) per allinearla al valore del patrimonio netto pro-quota di competenza al netto del valore nominale degli strumenti finanziari partecipativi junior pari a 284.386 migliaia di euro. Il risultato dell’esercizio di Tirreno Power è pari a 47.003 migliaia di euro, 125.513 migliaia di euro nel 2020. A seguito dei risultati economici conseguiti negli anni precedenti e nel 2021, che hanno confermato performance superiori rispetto a quanto previsto nel Piano Industriale e Finanziario; il patrimonio netto al 31 dicembre 2021 risulta pari a 565.514 migliaia di euro. A seguito delle considerazioni sopra riportate, gli Amministratori della Società hanno pertanto provveduto ad effettuare un parziale ripristino di valore della partecipazione in Energia Italiana SpA allineando il valore della partecipazione al patrimonio netto della controllata al netto degli SFP.

Il saldo contiene inoltre la svalutazione pari a 264 migliaia di euro degli strumenti di copertura contro il rischio di volatilità del corrispettivo di assegnazione della capacità di trasporto (CCC) agli operatori di mercato che abbiano titolarità di punti di dispacciamento per unità di produzione e di importazione.

ANDAMENTO DELLA GESTIONE DI SORGENIA SPA

Il risultato prima delle imposte è positivo per 23.116 migliaia di euro (51.337migliaia di euro nell’esercizio 2020), con un miglioramento di 28.221 migliaia di euro, riconducibile ai fenomeni descritti in precedenza.

La componente fiscale è positiva per 8.824 migliaia di euro (positiva per 21.710 migliaia di euro nell’esercizio precedente), ed è generata dai seguenti fenomeni:

■ iscrizione di un provento relativo ad imposte correnti per 21.115 migliaia di euro pari al beneficio riconosciuto a seguito dell’adesione al consolidato fiscale;

■ oneri netti pari a 12.343 migliaia di euro relativi ad imposte differite attive e passive, tale importo è prevalentemente attribuibile (11.932 migliaia di euro) all’utilizzo della quota di perdite fiscali e ACE che si sono generati dopo l’adesione della Società al regime di consolidato fiscale.

Sorgenia SpA ha registrato, nell’esercizio 2021, un utile di 31.940 migliaia di euro (utile di 73.047 migliaia di euro nell’esercizio precedente).

ANDAMENTO DELLA GESTIONE DI SORGENIA SPA

Nel documento 2 ( 0 Annual R 21 eport ) (pagine 59-64)