• Non ci sono risultati.

2. LA GESTIONE STRATEGICA DELLA DESTINAZIONE: DESTINATION

2.3 LA DESTINATION MANAGEMENT COMPANY-TOUR OPERATOR INCOMING

2.3.3 La gestione del viaggio incentive

L’incentivazione è un sistema sempre più adottato dalle imprese finalizzato ad indurre i propri dipendenti e/o collaboratori a raggiungere determinati obiettivi e migliorare costantemente il livello qualitativo e quantitativo delle loro prestazioni. Generalmente gli incentivi sono rappresentati da premi simbolici (encomi, targhe, medaglie, attestati), ma assumono ancora più importanza se accompagnati da premi di valore economico, come ad esempio: ‘premi in denaro’, i quali possiedono un vantaggio intrinseco, visto che godono di una grande flessibilità d’impiego (Grasso 2005), ma allo stesso tempo possono essere giudicati come un diritto acquisito, in assenza del quale, la motivazione va scemando; o ‘premi in beni e servizi’ e uno dei possibili premi può essere rappresentato da un pacchetto offerto da una DMC o da un Tour Operator. Le strategie di incentivazione hanno tre finalità:

ottimizzare la redditività dell’impresa, attraverso il miglioramento continuo delle performance dei dipendenti. I beneficiari di tali viaggi, infatti, hanno anche la possibilità di intervenire ad incontri di lavoro o meeting per essere aggiornati sulle nuove strategie o sui nuovi prodotti dell’impresa;

87 Nel capitolo successivo sarà trattata la nota metodologica con la quale si è deciso di analizzare la DMC equiparandola all’operato di un Tour Operator Incoming.

ottenere un miglioramento dei rapporti interni all’azienda e un conseguente processo identificativo con l’azienda stessa;

fidelizzare la clientela. In questo caso l’incentivazione diventa un valido strumento di marketing per premiare quei clienti che hanno generato un determinato fatturato.

Lo studio di un viaggio incentive richiede un approccio strutturato ed integrato, visto che, ogni azienda committente è guidata da obiettivi differenti e specifici. Proprio per questa ragione, l’organizzazione di un incentive travel non può essere standardizzata e può essere affidata solo ad un’azienda specializzata, in grado di offrire una consulenza completa ed altamente professionale.

In questo contesto la DMC, grazie alla profonda conoscenza del territorio, al legame con i numerosi fornitori locali e alla sua capacità di ideare soluzioni personalizzate e creative, si configura come l’organismo perfetto in grado di farsi carico di qualsiasi richiesta proveniente dal committente. Il programma sviluppato dalla DMC deve prevedere servizi all inclusive, il viaggio deve essere completo e non devono mancare visite, transfers, escursioni, serate a tema/folkloristiche e possibilmente attrazioni particolari non riscontrabili nei viaggi offerti al pubblico (Grasso 2005). L’obiettivo dell’agenzia è quello di offrire un prodotto di estrema qualità per affiatare i partecipanti ed elevare l’immagine dell’azienda premiante. La DMC deve quindi tenere conto dell’elemento turistico senza tralasciare gli aspetti culturali e di divertimento per cui dovrà curare la gestione del tempo libero e delle iniziative durante tutto il viaggio89.

I servizi offerti dalla DMC per la realizzazione di un incentive travel sono innumerevoli e combinabili tra loro in base alle esigenze e al budget del committente. I servizi dovranno obbligatoriamente essere di qualità ed adeguati al livello sociale dei partecipanti, per questo sarà necessario selezionare attentamente i fornitori, proprio per assicurare la massima qualità e la personalizzazione dei servizi offerti. Il cliente incentive deve poter vivere

89 Grasso M. (2005), “Gli elementi che caratterizzano il viaggio incentive” in “Tour operator e agenzie dettaglianti. Strategie e marketing delle imprese di viaggio”, Franco Angeli, Milano, pp.94-97

un’esperienza esclusiva, dissimile da quella di cui può usufruire un turista di massa. I servizi di maggior rilievo sono:

location attrattiva: la DMC, in linea con le richieste del cliente, si occuperà di contattare le strutture ricettive che non si limitano solo agli hotel, ma includono anche castelli, dimore storiche, palazzi storici, agriturismo, cottage, cercando di far combaciare ogni esigenza con la miglior soluzione possibile;

 mezzi di trasporto: grazie ai contatti con le numerose agenzie di noleggio, la DMC offre ai propri clienti macchine di tutte le categorie (limousine con autista, cabriolet ed auto d’epoca, macchine sportive), autobus (piccole, medie, grandi dimensioni) e qualsiasi altro mezzo che il committente richieda (biciclette, aerei ed elicotteri privati, segway e così via);

 tour guidati: visite culturali nelle città più importanti, ma anche nei luoghi che rendono tipica/celebre la località (musei, palazzi, vigneti, frantoi, arene e via dicendo). La DMC può organizzare, oltre che tour a piedi, anche tour in bicicletta, a cavallo, in carrozza, in autobus, in vespa per rendere l’esperienza unica ed originale;

 ristorazione: la radicata conoscenza del territorio permette alla DMC di instaurare rapporti commerciali con l’offerta ristorativa del luogo, consentendole di realizzare per il cliente, straordinarie esperienze culinarie: pranzi e cene nei migliori ristoranti o nelle più ricercate e tipiche trattorie locali, ma anche cene di gala in location uniche e prestigiose;

attività: ogni viaggio incentive, come detto in precedenza, è unico e creato su misura per l’azienda committente. Il ventaglio di attività che la DMC è in grado di organizzare per il proprio cliente è ampissimo e include attività di team building90, corsi di golf,

90 Le attività di team building hanno una pluralità di obiettivi: aumentare la fiducia nei propri colleghi, migliorare i rapporti interpersonali, favorire la comunicazione, ottimizzare il livello di

escursioni o mini regate in barca a vela, viaggi su yacht di lusso e animazione. In genere la DMC si prodiga nel realizzare tutto ciò che il cliente desidera, il tutto ovviamente, nei limiti della legalità e della fattibilità logistica.

Il segmento dei viaggi incentive consente di comprendere la natura eterogenea e multi-servizio, che l’azienda incaricata del confezionamento del pacchetto, deve obbligatoriamente possedere. La DMC si configura quindi come una realtà flessibile e adattabile all’interno del mercato turistico, in grado di farsi carico e gestire un ventaglio di offerte veramente molto ampio. Nel prossimo paragrafo passeremo dalla teoria alla pratica presentando la gestione operativa di una richiesta di un cliente da parte di una DMC.

2.3.4 Il modus operandi della DMC: Presentazione Power Point e