• Non ci sono risultati.

'•Jtsnsc'

Molière ha vendicatol’aflettata gravitàedil pe-dalitismo de’medicidelsecolodi Luigi

XI

ViI Dia-foirusedi

Purgon

sonorariadesso:trovansi tutta-vianel

mondo

talunideglioriginali, di cuiegli

ha

cosìbene dipintoiridicoliportamenti,dique’dotlori cioènutriti d’anticheteorie,cheinmedicina nulla scorgonodifficileoinesatto,cheprestai!fedea’loro sistemi

come

adimostrazioni di matematica,eche semaisiosasse sottoporli adiscussione,qual reato ilterrebbero.

Ad

udirli,l’eleganza, lasocievolezza, le urbane maniere,risultanoincompatibilicon la professione delmedico;essifuggonlegrazie,elegrazie

rifug-gono

costoro.Stranieri a’progressi dell’arte ed alle scoperte del genio, distribuisconosenzadiscernimento

5

DigilizedbyGoogl

66

qualunque rimedio, uccidono i loro ammalati nel

modo

più coscienzioso;edin ciòagiscono,

come

il

Purgon

diMolière, qual farebberoall’uopo pe’loro figlio amiciloro.

Malouin,aque’tempimedicodella regina,era di sìfattocarattere:egliprescrissemolti farmaciad

un

celebre letterato,cbeliusò condiligenteesattezza, e guarì.Rapitoditantadocilità,ildottoreglidisse abbracciandolo:Voisieteveramente degno d’essere ammalato.

Un

medico deve attentamenteevitare nelsuo lin-guaggiolaprecipitazione,edilparlareconesagerata gravità:ilbarbugliamentodeldottor Bahis,

non

è

meno

ridicolodella pedantesca lentezzadel dottor Macroton.

Le

suemaniere,ilsuolinguaggio, tuttoil suoesterioredev’essere inarmoniaconladignità del suoministero.

Un

medicociarlone è

un

accrescimento dimali perl’ammalato!

Sel’esterioredelmedicoènaturalmente imponente, glisaràpiùfacileottenere lafiducia e gliomaggi del volgo. Però

un

talento grande, è

un mezzo

piùsicuroperottenere lastimadegliuomini. Lieu-taud, di

una

costituzionedebole,di

un

carattere in-diffeientee freddo,privod’ogui esteriorevantaggio e dallanatura anche malconcio,

non

pervenne

meno

alprimo postodellostato suo.

Alcunimoralisti,e lo stesso Ippocrate(

De

de-centehabituautdecoro),voglionocheall’esterioredi

un

medico pompeggiasselasalute;e sono d’avviso inoltreessereridicolovisitareinfermi conuna gra-cilecomplessioneed

un

pallido viso:tali

considera-DigitizedbyGoogle

67

zioniperò sono futili interamente. Certiindividui godonointegrasalute,malgradotuttigliesternise<

gnidipervertimento dellevitali funzioni.

Non

per lapinguedine,l’altezzadellastatura,labarba,

od

il coloritodel viso,bisognagiudicare

giammai

del sa-peredi

un

medico.

Fare alcuneosservazioni sugli abiti delmedico,

non

è

un

occuparsidifrivolioggetti,poco degnial

tema

diquestolavoro.Ippocrate,

non

poche

ma

replicate volte, è disceso adettaglidi questogenere.

Ma

si potrebbero omettere dacché direttamente influiscono sulgiudiziodegliuomini?Chi ignora chel’esteriore ètuttooquasi tuttoperessi?

Chè*oldall’esteriorgiudicailmondo.

«

Un

medico presuntuosoe ridicolosiadornadiuna cravatta, annodata con 1’ultimaeleganza,edi

un

abito dicolore e'diformealla

moda:

tuttonelsuo vestire,anchesinoalbastone,è di

modesco

gusto:

egliescogita,

come un

galante zerbino,il

modo

di farsi abbigliaresinda

un

giornoprimapel di prefisso.

Un medico

filosofolasciasivestiredalsuosarto;e tanta debolezza vi è nel fuggir la

moda,

quanta ari-,

cercarla.

Allorquandolacarenzia della setarendevalestoffe serichepreziose

come

oro,imediciedichirurghisi distinguevano perquesto genere di lusso:gliabiti disetaeranloro rimasti inconsuetudine.Montaigne rimproveratalmagnificenza.Al

tempo

di G.Patio, ìchirurghivestivanoa nero,con rossecalze:i

me-diciprendevanolatoganellepubblichesolennità,e

DigilizedbyGoogle

68

laornavano d’una cappadi scarlatto,oltreagli spe-ronid’oro:egodevano sin dallapiùremota anti-chitàparticolariprerogative, attinenti alloro costu-me,dicui eranogelosissimi.A’ giorninostrisifTatte distinzioni

nemmeno

sirimembrano.

Sarebbecuriosoed

ameno

soggettodi ricercheper

un

enidilo, la storia dellatogaedelcappello de’me-dici.Eglipotrebbeseguire, nelcorsodelleetà,le va-riazioni delle mutate forme, con le considerazioni principalmentesulle qualità aquestoimponente este-rioredalvolgoassegnate.

Ed

inveroiltaledottore dovevaalsuovestirela

metà

disuarinomanza

5per

cuiimediciscagliaronsi con furore contro alcuni temerarii chirurghi,che osarono ambireall’onoredella veste lunga; nè ignorasi che in tale importante ostinata mischia, quantità d’inchiostro fu versata ariboccoda’duepartitijedimedicipiuvolte per-venneroa scorciaregliabitiedicappellide’loro av-versari,quantunquealla finecostorotrionfarono,ed ottennerodi partecipare atuttiiprivilegidegliemuli invidiosi.

Un

medico che gode grande rinomanza,

può im-punemente

cederealsuo gusto perlasemphcità;la negligenzadelsuoesterioreservepureadaccrescere lasuariputazione:ina

un

giovanepratico faràbene nel seguire

un

opposto

metodo

:ilvolgoattribuir po-trebbelamode.stiadelsuoesteriore alristretto

nu-mero

de’ suoiclienti.

Si compiacciono alcuni uomini bizzarri coprirsi d’abitiipiùgrossolani,sebbene

non

costrettividallo statodiloro fortuna,nè curano

nemmeno

ilgoverno elanettezzadellapersona.

A

creder loro,

un

dotto

DigitizedbyGoogli

69

pone

severamentein

non

caleilsuoesteriore,e l'oc-cuparsene sarebbeperluifutilissimacura,

chiamando

filosofiaquestoridicolodispregio.

Ma

lesociali conve-nienze prescrivonoaimedicod’evitarene’suoi vesti-menti ogni pretensionealla singolarità.

Conviene, anziinteressaalchirurgo,dicePercy,il vestire comodamente. Ippocrate (

De

arte), gliene fa

un

dovere;el’interessedegli infermi, affidatialle suecure, equello dellasuariputazionee della sua propriasalute,imperiosamente glieloimpongono.

La

negligenza edillussodegliabiti,

come

sid^sse, sono dueestremidaevitare. Bisognache l’esteriore di

un

medico annunziar debba esseregli ditroppo superiore all’indigenza. Nettezza,decenza,comodità, eleganzasenzapretensione,sonolequalitàcheal so-ciale costume dilui

debbono

presiederee sempre

accompagnarsi. i

IldottorG. N. Stock

{Dé

temperaniiamedicorum), oltreall’averedatosaggi precetti sugliabitide'medici, sioccupa anched’altriargomentirelativialloro este-riore;eglivietad’essereornatalalorocapigliatura, interdice iltabacco,ildicuiuso, adirdilui, li priva dellegraziedell’amabilità,e

può

altronde fe-rire ladelicatezzadicertepersone.

D.-V. Trillerhascrittouna lungadissertazione in-titolata

De

odoremedico,nellaqualeeglicommenta, ripetendoli,iprecettidelpadre dellamedicina so-pral’usodegliodori.Ippocrateavverteilmedicodi

non

profumarsi

giammai

diodoroseessenze, dispia-cevolio nociveal malato.Costantecircostanza ella èchecertiprincipiiodoriferiattivissimi,eccitar po-trebberoviolentispasimi sopra

donne

isteriche,

od

DigilizedbyGoogle

70

eminentementenervose.(Stahl,

De

frequentia

mor-borum

incorpore

humano

prue bmtis.

Tissox

,

Des

maladies des gens

da

monde). Più severo del vecchiodiCoo, che almeno permetteal medicoi grati odori,avvertendo chedilettanoancoragli

am-malati, Dieterichannunzia pure la sua opinionesul lorouso;Vitare omnino medicusvestimenta odorifera;

optìmeoletmedicus

quum

uihilolet.

SeptaleRoderigo da Castroinvitanoilmedicoa

non

usardegliodori,se

non

che con estrema par-simonia.

Il medicocircospetto econseguente a sèstesso, che ambisceilpubblicorispetto,deve

adunque

esser semplicene’suoiabiti,grave congliuomini, rispet-tosoversoledonne, senzabassezzaco’grandie cogli opulenti, serio coi

membri

del sacerdozio, affabile cogli inferiori,coi poveri.

Ilcolto lettore potrà vedereall’

uopo

leseguenti Opere:Dictionn. des Sciences médicales;Pasta, Galateo de’ medici}De-Filippi,

Nuovo

Galateo

pd

medici.

DigilizedbyGoogl

X.